Nokia chiude Ovi

17 Maggio 2011

Nokia ha annunciato la conclusione dell’esperimento Ovi: il network di servizi, app e contenuti mobile nato alcuni anni or sono verrà presto riassorbito nel più generico e riconoscibile “Nokia Services”, mentre gli utenti non dovrebbero sperimentare alcun disservizio durante la transizione.

Nokia spiega che la decisione di centralizzare tutte le sue offerte mobile in un singolo brand è stata presa per “rafforzare l’autorevole brand di Nokia e unificare la nostra architettura di brand”. Non è una gran sorpresa, a ogni modo, visto che già a inizio 2011 un’importante fetta del network Ovi (Ovi Music Unlimited) era stata decurtata dai progetti di espansione del colosso europeo.

Il management di Nokia spiega che la deposizione di Ovi è stata decisa perché “Nokia” è un marchio ben noto e “molto amato” in tutto il mondo, e con l’integrazione di tutti i servizi offerti dalla multinazionale in un unico brand si eviterà confusione e si rafforzerà ulteriormente l’appeal dei servizi della corporation presso l’utenza.

Al di là di tutti i comunicati commerciali-markettari (nel senso di marketing, non di marchetta), la verità va cercata nella saggezza popolare: La galina in muda no fa ovi (la gallina spelacchiata non fa uova, dialetto triestino).

Nokia a mio avviso sta cercando di potare quanti più rami secchi possibili per non intaccare il valore del core business in questi tempi di magra, dove il duopolio iPhone-Android inizia a farla padrone, e con loro tutti i marchi che li cavalcano (Apple, Samsung, HTC,…).

Rimane da vedere se la nuova partnership con Microsoft, forte anche dell’acquisizione di Skype, potrà cambiare gli equilibri in gioco.

Via Punto Informatico

Aree Tematiche
Mobile
Tag
martedì 17 maggio 2011 - 15:37
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd