Top 10 Bufale 2015 #LegaNerd
4

TOP10_bufale

Anche nel 2015 le bufale in rete sono state varie e abbondanti trovando ampio spazio su giornali, televisioni e social network. Ma quali sono state le migliori invenzioni della rete?

E voi in quante di queste bufale siete cascati?

 

 

Il falso omicidio di Charlie Hebdo

Come capita sempre, anche dopo la terribile strage di Charlie Hebdo hanno cominciato a girare false storie sulla presenza di figuranti e attori sulla scena dell’attentato. La più celebre riguarda il poliziotto, Ahmed Merabet, barbaramente ucciso dai terroristi. Secondo queste teorie la scena dell’omicidio a sangue freddo sarebbe una messa in scena. Purtroppo per il poliziotto e la sua famiglia si tratta di una bufala di pessimo gusto.

 

 

 

 

 

Il latte rende autistici

A metà del 2015 alcuni post su Facebook hanno iniziato a sostenere che la caseina di tipo A1 provocasse una serie di gravi patologie che spaziavano dal diabete all’autismo. Anche in questo caso, fortunatamente, non ci sono fondamenti scientifici a supporto delle affermazioni.

 

 

 

 

 

I vaccini provocano l’autismo

Questa cosa dell’autismo, evidentemente, va di moda quando si parla di bufale. Anche in questo caso l’affermazione è infondata e si rifà ad una vecchia bufala che gira ormai da una decina di anni. Il vero problema è che sulla base di queste false voci molta gente, ogni anno, sceglie di non vaccinare i propri figli creando delle vere e proprie epidemie in grado di portare a centinaia di morti.

 

 

 

 

Arance contagiate dall’AIDS

A inizio 2015 si diffondono in rete diverse foto di arance provenienti dalla Libia che sarebbero portatrici di AIDS. La bufala, piuttosto grossolana, sostiene che il pigmento rosso presente in alcune zone del frutto sia in realtà sangue infetto. Sì, la sola idea fa un po’ schifo e comunque le arance si mangiano, mica ci dovete fare sesso.

 

 

 

 

 

Marte grande come la Luna

Una delle bufale più sentite e condivise dell’anno raccontava di un presunto evento astronomico che avrebbe portato Marte ad essere visibile al pari della Luna. Se il pianeta rosso arrivasse così vicino alla Terra avremmo sconvolgimenti epocali. Se volete vedere Marte da vicino il consiglio è di iscrivervi a qualche programma spaziale nei prossimi 30 anni.

 

 

Via Scientificast

 

 

 

Tragedia diversa, stessa attrice

Torniamo nel campo delle bufale squallide con il caso della ragazza che piange dopo gli attentati. Da Parigi a Boston, alcune foto testimonierebbero che una figurante pagata sarebbe stata presente a tutti gli attentati per farsi fotografare mentre piange disperata. La bufala suggerisce, non troppo velatamente, che tutti gli attentati siano, in realtà delle messe in scena. Questa tristissima dietrologia ha avuto moltissimo successo pur essendo totalmente infondata

 

 

Via IbTimes

 

 

 

I Minion si ispirano a bimbi ebrei

Con l’uscita del film dedicato ai Minion ha fatto capolino la solita bufala cerca di sconvolgere le coscienze. Secondo alcune foto, i Minion sarebbero ispirati a bambini ebrei torturati dai nazisti e costretti a portare un casco da palombaro per l’intera esistenza. In realtà, strano a dirsi, la foto ritraeva dei semplici palombari e risale a molto prima del nazismo.

 

 

 

 

 

Un evergreen: le scie chimiche

Le scie chimiche sono una bufala che ormai resiste da oltre 15 anni e anche il 2015 non ha fatto eccezione. Nella bufala sono caduti giornali, televisioni e addirittura siti che trattano di meteo a dimostrazione che le bugie hanno le gambe molto lunghe.

 

 

 

 

 

L’acqua magica di Masaru Emoto

Secondo una diffusa bufala, dare dell’affetto all’acqua ne aumenterebbe le proprietà benefiche. Così se si dice “ti amo” o si fa ascoltare della buona musica all’acqua prima di berla, si possono ottenere dei benefici. Anche in questo caso le conferme scientifiche sono decisamente scarse.

 

 

Via Scientificast

 

 

 

Morti ma non morti

Ogni anno, sui social, muore qualcuno per finta. Le bufale hanno spesso delle note macabre e di cattivo gusto e anche queste non fanno eccezione. Nel 2015 è stata prima Angela Lasbury, aka Jessica Fletcher, a morire per finta seguita da Daniel Radcliffe, l’attore che interpretava Harry Potter, e Fabio Volo. Tutti sono, in realtà, vivi e in salute, compresa la Fletcher che al massimo seppellisce gli altri.

 

 

Aree Tematiche
News Scienze
Tag
martedì 29 dicembre 2015 - 14:03
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd