Alan Moore: L'uomo dietro alla maschera della protesta #LegaNerd
di
ygy2020
2


“I find it comical, watching Time Warner try to walk this precarious tightrope.” Through contacts in the comics industry, he explains, he has heard that boosted sales of the masks have become a troubling issue for the company. “It’s a bit embarrassing to be a corporation that seems to be profiting from an anti-corporate protest. It’s not really anything that they want to be associated with. And yet they really don’t like turning down money – it goes against all of their instincts.” Moore chuckles. “I find it more funny than irksome.”

Oggi sul The Guardian, uno dei più importanti quotidiani inglesi, è apparsa una lunga intervista ad Alan Moore, autore (tra i tanti) proprio di V for Vendetta, dal quale gli Anonymous ed i manifestanti del movimento #occupyXXX hanno preso la maschera di Guy Fawkes come simbolo di rivolta sociale, al quale viene chiesta un opinione sui movimenti che hanno preso come simbolo la sua opera.

Faccio un piccolo appunto completamente personale sul movimento #occupyXXX:
Personalmente credo che il pezzo dell’intervista nel quote spieghi molto bene la fuffa che c’è dietro ad #occupy sopratutto in Europa, poichè se movimenti ed azioni come quella di mettere 2 tende in una piazza e fare resistenza non violenta possono essere delle novità atipiche per gli USA, da noi l’occupazione di fabbriche o edifici esiste da quando esiste la democrazia e 20 ragazzini che mettono due tende in una piazza (che sia Roma, Parigi o Londra), copiando un movimento che non appartiene al nostro contesto politico e sociale ma sopratutto storico, hanno decisamente poco senso ed il regalare soldi ad una multinazionale per allineare la tua immagine al resto del movimento non è che una conferma di quanto sia inutile questa protesta…
Forse i partecipanti europei si dovrebbero ricordare che: Europe was revolutionary before it was cool.

L’immagine di testa è stata presa da una delle due gallerie di The Big Picture, delle quali vi lascio i link a fine articolo.

Via: Un tweet di
Einaudi editore

Fonti: The Guardian
The Big Picture: Occupy Wall Street global protests
The Big Picture: The Occupy Wall Street movement spreads
Wikipedia

Aree Tematiche
Attualità Cultura Fumetti
Tag
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd