Luigi Russolo e l'Intonarumori #LegaNerd

Luigi Russolo è stato un compositore e pittore italiano. Futurista, firmatario del manifesto L’arte dei rumori, in cui si teorizzava l’impiego del rumore nel contesto musicale. E’ considerato il primo uomo ad aver teorizzato e praticato il concetto di noise music sostenendo che la musica doveva essere composta prevalentemente da rumori e non da suoni armonici.

Nato a Portogruaro nel 1885, morì a Cerro di Laveno nel 1947, la sua figura di pittore, musicista e inventore, rimane tra i protagonisti del futurismo ed il grosso debito che tutta la musica del Novecento ha per la sua intuizione di un nuovo mondo sonoro nel quale il rumore si fa musica, non gli è ancora stato riconosciuto fino in fondo.

La sua più importante creazione ed innovazione in campo musicale furono gli Intonarumori.

Gli Intonarumori erano una famiglia di strumenti musicali inventati da Russolo nel 1913. Essi erano formati da generatori di suoni acustici che permettevano di controllare la dinamica, il volume, la lunghezza d’onda di diversi tipi di suono.

Ogni strumento era formato da un parallelepipedo di legno con un altoparlante di cartone o metallico nella parte anteriore. Il suonatore schiacciava bottoni e leve per mettere in funzione il macchinario e controllarne le dinamiche.

All’interno degli intonarumori c’erano lastre di metallo, ingranaggi e corde metalliche che venivano fatte vibrare. Le tensioni delle corde erano modificate dal suonatore che, glissando sulla corda, generava note.

Secondo il rumore prodotto, gli strumenti erano classificati per famiglie (crepitatori, gorgogliatori, rombatori, ronzatori, scoppiatori, sibilatori, stropicciatori e ululatori), ciascuna delle quali comprendeva a sua volta vari registri (soprano, contralto, tenore e basso).

La prima apparizione pubblica degli Intonarumori fu nel 1913 al Teatro Storchi a Modena dove Russolo presentò un “esplodente”. Nel 1914 fece molti concerti a Milano (Teatro Dal Verme), Genova (Politeama) e Londra (Coliseum). Nel 1921, finita la Prima guerra mondiale, presentò tre concerti a Parigi (Théatre des Champs-Elysées) e, nel 1922, collaborò con Filippo Tommaso Marinetti componendo sottofondi musicali creati con intonarumori per ‘’il tamburo di fuoco’’.

Ecco l’elenco degli strumenti che componevano la prima orchestra di Russolo:
Mostra Approfondimento ∨

Se cercate su Youtube troverete molti esempi di Intonarumori ricostruiti in maniera più o meno fedele. Le poche registrazioni originali di Russolo invece sono merce molto rara e per questo bramate come un santo graal dai sound designer di mezzo mondo.

Fonti: Wiki, Wiki, Qui and Qui.

Aree Tematiche
Musica Storia
Tag
venerdì 21 gennaio 2011 - 18:50
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd