Scampaforche #LegaNerd

Scampaforche, polistrumentista, artista eclettico, tuttologo, poeta metasemantico, nacque a settembre nel 1982, a Bergamo, sotto l’infausto segno dello scassacazzo.

Sotto l’incoraggiamento dello zio paterno si dedica giovanissimo all’attività di scaccolarsi, raggiungendo ben presto risultati notevoli, ma dopo pochi anni deve rinunciare a causa della perdita del mignolo sinistro, avvenuta in uno scontro con un’iguana sua coetanea. Tuttavia gli rimarranno, a ricordo di quel periodo, narici di capienza considerevole.

Così, menomato fisicamente e mentalmente, a soli 15 anni intraprende l’unica carriera che gli si addice: quella di manager, ma la sua ditta di escort, dopo un breve entusiasmo iniziale, fallisce per una retata dei carabinieri. In carcere conosce l’artista Cesare Previti, con cui stringe una solidale amicizia e che gli presenta tramite un amico comune Mariano Apicella, cantautore napoletano che lo convince ad intraprendere la strada musicale. Mariano propone al Nostro di appoggiarsi per i testi ad un autore all’epoca poco conosciuto in campo musicale, proveniente dalle navi da crociera, ma il nostro rifiuta ed eredita da Previti il soprannome di Scampaforche. Come sappiamo, questa fu una scelta sciagurata visto l’enorme successo che in tempi recenti ha raggiunto Apicella in virtù del suo sodalizio con il Grande Paroliere, mentre Scampaforche rimane e forse rimarrà per sempre offuscato dalla fama del compagno, un po’ come Luigi dei Mario Bros, che tra l’altro egli considera suo muso ispiratore.

Dopo una lunga gavetta su internet, dove contrae anche numerose malattie che lo segneranno nel corpo e nell’anima, nel 2007 pubblica il suo primo album “Cento miglioni in gettoni d’oro” esclusivamente su internet, tramite la propria etichetta “Pellagra Records”, lasciando scegliere ai propri acquirenti il prezzo. Diversamente dai Radiohead, però, solo due persone scaricano l’album ed entrambi immettono un prezzo pari a -50 euro (menocinquanta). Scampaforche è quindi costretto a pagare 100 euro determinando il prematuro fallimento della propria casa discografica e costringendolo a tornare a cibarsi delle proprie secrezioni.

Nel 2010, su pressione dei genitori, indice il secondo album, “I grandi successi del cuore vol.5”: una raccolta delle canzoni più amate contenente qualche inedito per fare cassa. Non è chiaro però, come Scampaforche intenda fare cassa visto che anche questa volta l’album viene distribuito gratuitamente. Interrogato a riguardo, l’autore risponde: “peli”.

La sua peculiare personalità musicale è caratterizzata da sonorità dai toni volutamente smorzati affiancati da testi spesse volte politicamente, socialmente, moralmente e sintagmaticamente scorretti, rivolti empaticamente alle minoranze indifese (malati di pellagra, pedofili, seguaci di Krishna, date-rapers). (da Last.fm)

Che dire? Self-posting FTW!!! E adesso uccidetemi :D

Tango del feto tossicomane

Super Mario Mondo (fan video!!)

Sito ufficiale Last.fm.

Qui potete scaricare gratuitamente e legalmente quel capolavoro di “I grandi successi del cuore vol. 5”

Enjoy. :res:

scampaforche

“La gente si rifugia nella realtà perché non è in grado di affrontare l’internet”

Aree Tematiche
Cazzate Musica Real Life
Tag
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd