Enrico Ghezzi #LegaNerd
di
Zed

Enrico Ghezzi racconta se stesso…

Enrico Ghezzi è il critico cinematografico più geniale e, IMO, interessante del panorama italiano (Vincenzo Mollica, per fare un esempio, non è un critico, stop).

E’ il classico critico colto, da cineclub, da film cecoslovacco coi sottotitoli in tedesco (cit.), totalmente nerd, ma è anche colui a cui dobbiamo alcune delle cose migliori della nostra TV (guarda caso su RAI3): Fuori Orario, cose (mai) viste e, sopratutto, è uno dei creatori di Blob.

Alcuni esempi:

Enrico Ghezzi parla prima del film di Wim Wenders «La terra dell’abbondanza» (Land of Plenty) – Stelle senza notte 29 agosto 2008

Enrico Ghezzi e Massimo Causo chiacchierano di 3D, Avatar, Titanic, Chaplin, Keaton, Kubrick, Ken Jacobs, nel corso dell’incontro organizzato dalla Scuola di Cinema “Sentieri Selvaggi” nella sua nuova sede di via Botta 19 a Roma, il 5 marzo 2010. Sullo schermo, le immagini di “Caterpillar” di Wakamatsu Koji.

Ma ciò che tutti ricordano di Ghezzi sono i suoi interminabili, divaganti, contorti monologhi registrati (male) con lui stropicciatissimo con su una t-shirt bianca.

E la ciliegina sulla torta sono i suddetti video riutilizzati per più recensioni cambiando solo l’audio che diventa inevitabilmente fuori sincrono.

Tanto da meritarsi l’esilarante parodia di un altro genio della nostra TV, Corrado Guzzanti:

Dalla critica di “Harry Potter” ai destini della Roma a.s., Enrico Ghezzi secondo Corrado Guzzanti a “Il diario di Scafroglia”

Buona visione. (cit.)

Zed

Vic20, ZX Spectrum 48K, Commodore 64, Commodore 128, IBM PC (processore 8088, 4.77MHz). Poi sono diventato un Bot.
Aree Tematiche
Cinema Televisione
Tag
sabato 30 ottobre 2010 - 19:00
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd