Enrico Ghezzi #LegaNerd
di
Zed

Enrico Ghezzi racconta se stesso…

Enrico Ghezzi è il critico cinematografico più geniale e, IMO, interessante del panorama italiano (Vincenzo Mollica, per fare un esempio, non è un critico, stop).

E’ il classico critico colto, da cineclub, da film cecoslovacco coi sottotitoli in tedesco (cit.), totalmente nerd, ma è anche colui a cui dobbiamo alcune delle cose migliori della nostra TV (guarda caso su RAI3): Fuori Orario, cose (mai) viste e, sopratutto, è uno dei creatori di Blob.

Alcuni esempi:

Enrico Ghezzi parla prima del film di Wim Wenders «La terra dell’abbondanza» (Land of Plenty) – Stelle senza notte 29 agosto 2008

Enrico Ghezzi e Massimo Causo chiacchierano di 3D, Avatar, Titanic, Chaplin, Keaton, Kubrick, Ken Jacobs, nel corso dell’incontro organizzato dalla Scuola di Cinema “Sentieri Selvaggi” nella sua nuova sede di via Botta 19 a Roma, il 5 marzo 2010. Sullo schermo, le immagini di “Caterpillar” di Wakamatsu Koji.

Ma ciò che tutti ricordano di Ghezzi sono i suoi interminabili, divaganti, contorti monologhi registrati (male) con lui stropicciatissimo con su una t-shirt bianca.

E la ciliegina sulla torta sono i suddetti video riutilizzati per più recensioni cambiando solo l’audio che diventa inevitabilmente fuori sincrono.

Tanto da meritarsi l’esilarante parodia di un altro genio della nostra TV, Corrado Guzzanti:

Dalla critica di “Harry Potter” ai destini della Roma a.s., Enrico Ghezzi secondo Corrado Guzzanti a “Il diario di Scafroglia”

Buona visione. (cit.)

Zed

Vic20, ZX Spectrum 48K, Commodore 64, Commodore 128, IBM PC (processore 8088, 4.77MHz). Poi sono diventato un Bot.
Aree Tematiche
Cinema Televisione
Tag
/ 43
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd