YouTube lancia uno strumento AI che clona le voci dei cantanti

YouTube sta lanciando una nuova funzione che consentirà agli utenti di creare canzoni generate dall’intelligenza artificiale utilizzando le voci autorizzate di artisti famosi, tra cui Demi Lovato, John Legend, Charlie Puth (che hanno tutti scelto volontariamente di aderire). Questo è ciò che ha annunciato giovedì l’azienda di proprietà di Google, pochi giorni dopo aver aggiornato la sua politica che obbliga gli utenti a rivelare i contenuti dell’intelligenza artificiale.
Chiamato “Dream Features“, lo strumento debutterà come un piccolo esperimento disponibile per un numero limitato di creatori e genererà solo brani di 30 secondi attingendo da una rosa di circa nove artisti.

“L’IA sta portando la musica sulla soglia di una nuova era creativa”

Sono sempre di più le aziende che tracciano il proprio approccio all’IA, ovviamente la piattaforma di Google non si tira indietro. YouTube, che ci tiene a sottolineare la collaborazione stretta con i suoi partner musicali, tra cui Universal Music Group, ha innanzitutto stilato un quadro di riferimento per l’IA per il raggiungimento di obiettivi comuni. Infatti, all’inizio del 2023 ha sviluppato una serie di principi di AI Music e un AI music incubator.  Secondo YT, questi principi fondamentali in materia di IA servono a valorizzare l’espressione creativa unica della musica, proteggendo al contempo gli artisti musicali e l’integrità del loro lavoro.  In quest’ottica, YouTube ha condiviso un primo sguardo ad alcuni esperimenti musicali di intelligenza artificiale che stanno sviluppando insieme a Google DeepMind.

Presentazione della Dream Track per gli esperimenti di cortometraggi e strumenti di IA musicale

Il primo tra questi esperimenti è il Dream Track in YouTube Shorts, basato sul modello di generazione musicale più avanzato di Google DeepMind, Lyria. In questa fase iniziale, l’esperimento è stato progettato per aiutare a esplorare come la tecnologia possa essere utilizzata per creare connessioni più profonde tra artisti e creatori e, in ultima analisi, i loro fan. Nove artisti, tra cui Alec Benjamin, Charlie Puth, Charli XCX, Demi Lovato, John Legend, Papoose, Sia, T-Pain e Troye Sivan,  hanno scelto di collaborare a questo esperimento, dando la possibilità a un piccolo gruppo di creatori statunitensi selezionati di creare colonne sonore uniche della durata massima di 30 secondi per i loro corti. Digitando semplicemente un’idea nel prompt di creazione e selezionando un artista partecipante che appare nel carosello, verrà prodotta una colonna sonora originale per i cortometraggi con la voce generata dall’intelligenza artificiale di quell’artista, che il creatore potrà utilizzare nel suo cortometraggio.

Espandere il confine della creatività musicale: YouTube e l’IA nella scena artistica

YouTube scrive nel suo blog che e’ stato subito chiaro che il gruppo iniziale di partecipanti era intensamente curioso di “conoscere strumenti di IA che potessero superare i limiti di ciò che ritenevano possibile”. Secondo la piattaforma, questa è un’opportunità per gli artisti che cercano strumenti che possano rafforzare il loro processo creativo. Di conseguenza, le prime sessioni hanno portato a sviluppare una serie di strumenti di IA musicale che sperimentano questi concetti. Per tutti questi motivi, Youtube e i suoi artisti, stanno creando strumenti che potrebbero dare vita a queste possibilità e i partecipanti al Music AI Incubator potranno testarli nel corso dell’anno. A loro volta, i fan potranno connettersi ai creators, avvicinandoli attraverso strumenti ed esperienze interattive. L’idea è quella di poter permettere ai fan di trasformare i loro pensieri e parole in idee in musica in modo più fluido, come “creare un nuovo riff di chitarra semplicemente canticchiandolo o prendere un brano pop su cui si sta lavorando e dargli un tocco reggaeton.”

Neuralink, un paziente sottoposto all'impianto del chip, può controllare il mouse del PC con il pensiero. Lo riferisce Elon Musk
Neuralink, un paziente sottoposto all'impianto del chip, può controllare il mouse del PC con il pensiero. Lo riferisce Elon Musk
Gemini 1.5 Pro di Google: le differenze con la versione 1.0
Gemini 1.5 Pro di Google: le differenze con la versione 1.0
SiPh: i nuovi chip superveloci per addestrare più velocemente L'IA con la luce, presto in commercio
SiPh: i nuovi chip superveloci per addestrare più velocemente L'IA con la luce, presto in commercio
Samsung Galaxy Ring: l'anello smart è in arrivo
Samsung Galaxy Ring: l'anello smart è in arrivo
Apple Vision Pro: molti utenti lo restituiranno a causa di mal di testa e sensazione di "mal d'auto"
Apple Vision Pro: molti utenti lo restituiranno a causa di mal di testa e sensazione di "mal d'auto"
OpenAI ha annunciato una novità importante per ChatGPT: la memoria
OpenAI ha annunciato una novità importante per ChatGPT: la memoria
Cuffie Philips GO A6219: la soluzione eco-friendly con ricarica solare
Cuffie Philips GO A6219: la soluzione eco-friendly con ricarica solare