Partecipazione e interesse significativi hanno caratterizzato la sesta edizione del Forum Public Affairs, un evento promosso da Comunicazione Italiana dedicato alla comunicazione pubblica e istituzionale. Quest’anno, in collaborazione con ADL Consulting, l’evento si è svolto presso Palazzo Wedekind a Roma e ha visto la partecipazione di oltre 100 ospiti prestigiosi provenienti dal mondo delle istituzioni e degli affari pubblici.

Il dibattito ha focalizzato l’attenzione su un nuovo paradigma di rappresentanza degli interessi, proposto nel report intitolato “Corporate Political Responsibility: la nuova frontiera della sostenibilità d’impresa”, redatto da ADL Consulting. Questo nuovo paradigma estende i concetti della Corporate Social Responsibility (CSR) al contesto della sfera pubblica, in cui gli attori privati partecipano attivamente promuovendo attività e servizi a vantaggio della comunità.

Il report evidenzia che tutte le aziende analizzate sono impegnate in almeno una delle quattro aree d’azione della Corporate Political Responsibility: lobbying responsabile, posizionamento su questioni di interesse nel dibattito pubblico, progetti di co-partecipazione politica e fornitura di beni e servizi pubblici. Inoltre, più della metà (55,5%) di esse si impegna in almeno tre di queste aree, integrando l’impatto politico-istituzionale nelle loro Dichiarazioni Non Finanziarie (DNF) e divulgando informazioni sul loro contributo allo sviluppo delle comunità.

Attraverso l’intervento di relatori istituzionali di spicco, tra cui il Ministro dell’Ambiente e della Sicurezza energetica Gilberto Pichetto Fratin, e rappresentanti di alcune delle principali aziende del Paese, l’evento ha esplorato i benefici che deriverebbero da un approccio basato sulla Corporate Political Responsibility (CPR). In particolare, si tratta di adottare comportamenti etici e responsabili da parte delle aziende nelle attività di lobbying e nei rapporti con le istituzioni.

Il Forum si è articolato in quattro panel, ciascuno dedicato a un’area di interesse specifica: Energia e investimenti strategici, Innovazione, ricerca e capitale umano, Digital & Inclusion e New Space Economy. Ognuno di essi ha affrontato tematiche rilevanti, come la transizione energetica, l’innovazione tecnologica, l’inclusione digitale e l’economia spaziale.

L’evento, mediato da AdnKronos, è stato realizzato grazie al contributo di numerose aziende tra cui Altair, Enel Group, Ferrovie dello Stato Italiane, Google Italia, Intesa Sanpaolo, John Cabot University, Novamont, PagoPA, POLIMI Graduate School of Management, Snam, Suez Italia e Thales Alenia Space Italia. Le sessioni saranno presto disponibili sulla piattaforma Streaming comunicazioneitaliana.tv.