Earth Map: l’applicazione che democratizza i dati per il monitoraggio ambientale

Earth Map, un’applicazione gratuita sviluppata da un gruppo di ricercatori dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura (FAO), si propone di democratizzare l’accesso ai dati telerilevati per il monitoraggio ambientale. L’applicazione offre un modo semplice e intuitivo per accedere ai dati dell’Osservazione della Terra (EO) e per analizzare vari parametri ambientali come la temperatura, le precipitazioni e la vegetazione. La principale barriera da superare per rendere accessibili questi dati è la loro complessità. Tuttavia, Earth Map è progettata per essere facilmente utilizzata e accessibile a chiunque abbia una connessione a Internet e il desiderio di osservare qualsiasi ambiente in qualsiasi momento, senza bisogno di competenze specifiche o di viaggi. L’obiettivo principale di Earth Map è quello di rendere il pubblico più consapevole e attento al clima e all’ambiente. Gli autori sottolineano l’importanza di mettere la loro tecnologia nelle mani del pubblico, che può realizzare il cambiamento necessario per salvaguardare la Terra.

Carmen Morales, autrice principale e ricercatrice presso la FAO, ha dichiarato che “Earth Map permette di trasformare i big data in informazioni fruibili da tutti, democratizzando così l’applicazione dei dati telerilevati. Consente a una più ampia gamma di soggetti di assumere un ruolo attivo nel monitoraggio dei territori attualmente impattati dalle attività umane”.

Earth Map utilizza dati EO per misurare vari parametri ambientali, come la temperatura, le precipitazioni e la vegetazione, per tenere traccia del clima e dell’ambiente e di come cambia di anno in anno. Questi parametri possono essere utilizzati per misurare il livello di gestione delle risorse naturali e per capire come le interazioni dell’uomo con l’ambiente possano avere un impatto diretto e duraturo sulla Terra come la conosciamo attualmente. Secondo Morales, “i prossimi 10 anni saranno decisivi per evitare effetti catastrofici del cambiamento climatico ed estinzioni di massa. Più di tre quarti della superficie terrestre sono influenzati dall’attività umana. È quindi più importante che mai che Paesi, organizzazioni, comunità e individui siano consapevoli delle caratteristiche e delle dinamiche attuali, passate e future della terra”.

 

L’obiettivo finale di Earth Map è quello di fornire a ricercatori e istituzioni dati preziosi per approfondire la scienza del clima e della gestione delle risorse, nella speranza di realizzare un mondo più sostenibile. L’applicazione può essere utilizzata come punto di partenza per i responsabili delle decisioni a diversi livelli, per informarsi sullo stato attuale del clima e su quali cambiamenti politici significativi possono essere attuati per evitare il disastro climatico.

 

 

Neuralink, un paziente sottoposto all'impianto del chip, può controllare il mouse del PC con il pensiero. Lo riferisce Elon Musk
Neuralink, un paziente sottoposto all'impianto del chip, può controllare il mouse del PC con il pensiero. Lo riferisce Elon Musk
Animali a rischio di estinzione: l'intelligenza artificiale studia i cambiamenti climatici
Animali a rischio di estinzione: l'intelligenza artificiale studia i cambiamenti climatici
Un articolo scientifico, con immagini insensate generate dall'AI, passa la revisione indisturbato
Un articolo scientifico, con immagini insensate generate dall'AI, passa la revisione indisturbato
Esplorare le frontiere dell'Universo: il nuovo progetto interstellare di Harold White tra motori a curvatura e propulsori quantistici
Esplorare le frontiere dell'Universo: il nuovo progetto interstellare di Harold White tra motori a curvatura e propulsori quantistici
Lupi di Chernobyl: grazie ad una mutazione genetica sviluppano la resistenza al cancro
Lupi di Chernobyl: grazie ad una mutazione genetica sviluppano la resistenza al cancro
Il cervello di un maiale è stato mantenuto attivo, fuori dal suo corpo, per cinque ore
Il cervello di un maiale è stato mantenuto attivo, fuori dal suo corpo, per cinque ore
Telescopio James Webb: arrivano le immagini di 19 galassie a spirale
Telescopio James Webb: arrivano le immagini di 19 galassie a spirale