I prodotti tech in uscita nel 2023 che aspettiamo con maggiore attesa

1 mese fa

6 minuti

Il 2022 si è chiuso con una mitragliata di nuovi interessanti rumor sui prodotti più attesi e anticipati del 2023. Il prossimo anno si preannuncia estremamente interessante per il settore dei gadget tech. Nei prossimi 12 anni assisteremo a diversi debutti in grado di stravolgere gli equilibri del mercato dell’elettronica di consumo.

Abbiamo selezionato alcune delle novità che attendiamo con maggiore trepidazione.

Il primo visore AR/VR di Apple

Apple VR

Probabilmente è il prodotto tech su cui c’è maggiore attesa. Nel 2023 Apple presenterà il suo primo visore per la realtà virtuale e aumentata. Sarà destinato a lasciare scontenti i più, considerato che secondo pressoché ogni rumor si tratterebbe di un prodotto di fascia alta destinato agli sviluppatori e alle aziende.

Una sorta di dev kit molto costoso in attesa dei prossimi prodotti AR e VR di Apple, che dovrebbero al contrario essere (relativamente parlando) più abbordabili.

Avrà un hardware da primo della classe: doppio display micro-OLED 4K, 15 moduli fotografici per ispezionare e riconoscere gli ambienti circostanti, uno scanner per l’iride compatibile con FaceID e un sistema di rilevamento avanzato del movimento oculare (eye-tracking). Potrebbe costare 3.000 dollari e Apple prevede di venderne 700.000 nel primo anno. Pochi, considerato che Apple vende oltre 230 milioni di iPhone, 50 milioni di AirPods e 14,5 milioni di iPad ogni anno.

Il primo Google Pixel con schermo pieghevole

Dopo diversi posticipi, finalmente nel 2023 vedremo anche il primo smartphone pieghevole di Google. È stato soprannominato dalla stampa ‘Pixel Fold‘, ma in alcuni casi viene indicato con il nome ‘Pixel Passport‘.

Sarà uno smartphone pieghevole con form factor a libretto, di quelli che si trasformano in un piccolo tablet (un po’ come il Galaxy Z Fold4). Conosciamo già diverse informazioni, mentre OnLeaks e howtoisolve.com hanno recentemente pubblicato alcuni render dettagliati ricavati dai presunti file CAD ufficiali di Google.

Avrà tre fotocamere posteriori e il display interno, una volta aperto, dovrebbe avere una diagonale da 7,69 pollici. Sarà presente anche un display esterno da 5,79 pollici. Complessivamente misurerà 158,7 x 139,7 x 5,7mm. Dovrebbe montare il chip Tensor G2 mentre il prezzo non dovrebbe essere particolarmente accessibile: si parla di 1.800 dollari.

Arriverà fin da subito anche in Italia? Considerate le recenti mosse di Google, abbiamo i nostri dubbi.

L’iPad Mini 7th Gen

iPad-mini

Che ci fa il piccolo di Apple in questa lista di prodotti tutti a loro modo rivoluzionai? Poco o nulla, ammetto il mio bias: sono un grandissimo fan dell’iPad compatto e purtroppo è dai tempi dell’Nvidia Shield tablet che è diventato pressoché impossibile trovare una valida alternativa Android.

L’ultimo modello è uscito nel 2021, a distanza di due anni dalla quinta generazione. Ha fatto dei passi in avanti estremamente importanti, sostituendo il Lightning con l’USB-C e introducendo finalmente un design privo di cornici. Non sono però mancati degli importanti difetti, come il fastidioso problema del jelly scrolling, il tremolio dell’immagine quando si scrolla rapidamente, un problema comune a molti schermi LCD. Inoltre anche le colorazioni ufficiali sono poche e lasciano piuttosto a desiderare, soprattutto se confrontate con i colori sgargianti degli iPad Air e dell’iPad di decina generazione di recente presentazione. Insomma, si può ancora fare di meglio.

Secondo alcune fonti il 2023 potrebbe essere l’anno della settima generazione dell’iPad Mini, ma le informazioni sono ancora poche e fumose. Quasi tutti gli analisti sostengono che difficilmente il design verrà stravolto, considerando che è stato aggiornato nel 2021 per renderlo più simile agli altri tablet dell’azienda. In compenso Apple ha recentemente ordinato da Samsung dei nuovi display 8.3 pollici compatibili con la tecnologia ProMotion, presente in molti dei suoi prodotti di fascia alta. Sarà questa la principale novità introdotta con la prossima generazione? Tra le altre cose ci auspichiamo un chipset rinnovato (magari l’M1?) e un’offerta di colorazioni più accattivanti e in linea con le ultime novità di Apple.

 

L’iPhone 15 Ultra

Con ogni probabilità a settembre del 2023 non uscirà un nuovo iPhone Pro Max. La linea verrà sostituita da un nuovo smartphone chiamato iPhone 15 Ultra, riprendendo il nuovo brand dedicato ai prodotti estremi di Apple inaugurato con l’omonimo Apple Watch uscito qualche mese fa.

Secondo le previsioni, nel 2023 Apple accentuerà ulteriormente la distanza tra l’iPhone Pro e il modello più grande, destinando a quest’ultimo alcune caratteristiche e funzioni esclusive. Si parla di un case in titanio (come quello dell’Apple Watch Ultra), di una porta USB-C con standard Thunderbolt 4 e di una dual selfie-camera. L’iPhone 15 Ultra potrebbe finalmente superare una ricarica rapida, più potente dei 20W dei modelli attuali, e sicuramente ospiterà un chipset più potente di quello usato sugli iPhone 14 Pro e Pro Max. Sarà l’iPhone più costoso di sempre e in Italia si potrebbe partire da oltre 1.400€ per la versione con meno memoria (che potrebbe comunque essere da 256GB).

Il Meta Quest 3

Il 2022 è stato l’anno del Meta Quest Pro, il visore per la realtà virtuale prodotto da Facebook più avanzato di sempre. Il prezzo è proibitivo e non è destinato al pubblico di massa (il che è tutto dire, considerato che i visori VR sono già di per sé un prodotto di nicchia).

La buona notizia è che sappiamo già che nel 2023 uscirà il nuovo Meta Quest 3, che al contrario è destinato ai consumatori comuni ed avrà un prezzo decisamente più accessibile. Potrebbe prendere in prestito anche alcune delle funzioni all’avanguardia introdotte dal Pro.

Dovrebbe avere un refresh rate di almeno 90Hz ed essere un pochino più compatto e comodo da indossare del Meta Quest 2. Ci si aspetta ovviamente anche uno scatto in avanti sul fronte delle prestazioni: potrebbe montare il nuovo Snapdragon XR2 Gen 2, affiancato da 12 GB di RAM e 512 GB. Non è previsto un aumento di prezzo rispetto a quello del visore attualmente in commercio (che comunque ha recentemente subito un importante rincaro).

Le auto elettriche mettono i ‘muscoli’

Tra poche settimane il CES di Las Vegas aprirà i battenti. È la più importante fiera al mondo dedicata alla tecnologia e anche quest’anno le auto avranno un ruolo da protagoniste. Stellantis presenterà due nuove concept, Volkswagen presenterà almeno una nuova auto (si parla della ID. Aero) e saranno presenti tutti i principali brand.

Sappiamo che nel 2023 verrà presentata la versione di serie della Cupra UrbanRebel, un piccolo crossover elettrico compatto che dovrebbe competere nello stesso segmento della Peugeot e-2008. Cupra ha già mostrato una stupenda immagine concettuale che, stando al produttore, dovrebbe grossomodo rappresentare il 95% di quello che sarà il design finale dell’auto. Insomma, i cambiamenti saranno minimi.

Sempre nel 2023 dovrebbe uscire anche la nuova Mini Electric, ispirata al concept MINI Aceman.

Nel 2023 andrà in pensione la Dodge Challenger, e il produttore ha già mostrato un assaggio di quello che intende fare in futuro. La Dodge Challenger Daytona SRT Concept si ispira al passato dell’iconica muscle car, declinandolo in una veste moderna e aggressiva (a partire dall’impressionante schermo infotainment da 12 pollici). Chissà, forse nel 2023 vedremo anche quella che sarà il modello di serie della Challenger elettrica. Il produttore non ha fatto promesse, ma noi ci speriamo fortemente.

Anche Apple licenzierà migliaia di dipendenti? «Mai dire mai», dice Tim Cook
Anche Apple licenzierà migliaia di dipendenti? «Mai dire mai», dice Tim Cook
Samsung sta lavorando con Google ad un visore per la "realtà estesa" (XR)
Samsung sta lavorando con Google ad un visore per la "realtà estesa" (XR)
Lo smartwatch di Meta (ex Facebook) non è morto: eccolo in alcuni nuovi render
Lo smartwatch di Meta (ex Facebook) non è morto: eccolo in alcuni nuovi render
Apple sta spostando parte della produzione delle AirPods in India
Apple sta spostando parte della produzione delle AirPods in India
"Apple riporterà il primo calo di fatturato da marzo del 2019"
"Apple riporterà il primo calo di fatturato da marzo del 2019"
Apple sta lavorando al suo primo dispositivo con schermo pieghevole (non sarà un iPhone)
Apple sta lavorando al suo primo dispositivo con schermo pieghevole (non sarà un iPhone)
Tutti licenziano, tranne Apple: ecco i segreti della mela morsicata
Tutti licenziano, tranne Apple: ecco i segreti della mela morsicata