SpinLaunch: le prime apparecchiature, compreso un carico della NASA, lanciate con la ‘fionda’

2 mesi fa

SpinLaunch ha condotto il decimo test di volo del suo sistema di lancio a ‘fionda’ che comprendeva carichi utili di diverse società, compresa la NASA. Questo sistema che sfrutta l’accelerazione di un braccio rotante per lanciare nell’atmosfera un vettore privo di un sistema di spinta proprio,

L’agenzia spaziale americana ha deciso di testare il sistema di lancio proposto dalla startup in un accordo siglato ad aprile tra le due parti. Inoltre, sono stati registrati i dati del volo e forniti i mezzi necessari per recuperare il carico.

L’acceleratore sub-orbitale della SpinLaunch è situato in New Mexico, nelle vicinanze dello Spaceport America. La struttura, alta oltre 50 metri, possiede un acceleratore del vettore simile a una centrifuga dal diametro di 33 metri e una camera a vuoto in acciaio con braccio rotante in fibra di carbonio posto all’interno.

Il carico è stato testato nell’acceleratore sperimentale, dal diametro di 12 metri, della startup situato in California. Dopo aver raggiunto un’accelerazione di 10’000 G, le apparecchiature sono state ispezionate per verificare l’assenza di danni.

L’esito positivo ha dato il via per il lancio vero e proprio con l’acceleratore sub-orbitale del New Mexico. La traiettoria di volo con quest’ultimo è stata simile ai test precedenti e il carico ha raggiunto quota 9’150 metri. Altri dettagli non sono stati rilasciati. Per SpinLaunch e gli altri partner il test ha mostrato che le apparecchiature lanciate sono compatibili con l’ambiente di lancio dell’azienda.

Gli strumenti presenti sull’apparecchiatura della NASA (due accelerometri, un giroscopio, un magnetometro e sensori di pressione, temperatura e umidità) consentiranno a SpinLaunch di sviluppare il suo sistema di lancio a centrifuga.

Tra gli obiettivi della startup c’è quello di costruire un acceleratore dal diametro di 91 metri e che può sparare vettori da 200 kg di carico a una velocità di 8’000 km/h. Il vettore riceverà poi la spinta finale, una volta entrato nella stratosfera, per il posizionamento orbitale da un piccolo stadio propulsivo.

Artemis 1 è partito e sta volando verso la Luna
Artemis 1 è partito e sta volando verso la Luna
UAP: un'italiana nel team NASA che studia gli UFO
UAP: un'italiana nel team NASA che studia gli UFO
Artemis: nessun danno di volo, pronti per il lancio
Artemis: nessun danno di volo, pronti per il lancio
La NASA e SpaceX vogliono estendere la vita del telescopio spaziale Hubble
La NASA e SpaceX vogliono estendere la vita del telescopio spaziale Hubble
Artemis 1: problemi più che normali per il ritorno sulla Luna
Artemis 1: problemi più che normali per il ritorno sulla Luna
La NASA ha sparato una sonda contro un asteroide, deviandone la traiettoria
La NASA ha sparato una sonda contro un asteroide, deviandone la traiettoria
Artemis I: lancio rinviato per la seconda volta
Artemis I: lancio rinviato per la seconda volta

Benvenuto

Continua in modo "Gratuito" Accetta i cookies per continuare a navigare con le pubblicità Informazioni su pubblicità e cookies nella nostra Informativa sulla Privacy
oppure, attiva un Abbonamento l'abbonamento ti permette di navigare senza tracciamenti Hai già un abbonamento? Accedi al tuo profilo

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque tincidunt est est, in vulputate nisi eleifend eu. Pellentesque at auctor mauris, sed vestibulum tortor. Sed ac lectus hendrerit, congue dui quis, rhoncus purus. Morbi vel ultrices ex. Vestibulum nec venenatis magna. Duis quis egestas lorem. Vivamus imperdiet purus sit amet convallis interdum. Vivamus orci erat, porttitor at aliquam et, ultrices ac sapien. Interdum et malesuada fames ac ante ipsum primis in faucibus. Cras orci mi, maximus sed suscipit ut, hendrerit ut augue. Duis enim augue, gravida et nisi nec, auctor pellentesque neque. Donec sollicitudin a dui non placerat. Integer eu scelerisque leo. Nulla facilisi. Aliquam in aliquam mauris. Suspendisse potenti. Donec efficitur leo id nunc imperdiet, ut pretium velit interdum. Aliquam eu sem et nisi pretium consequat. Ut at facilisis ex, in sollicitudin justo. Nunc maximus vulputate ipsum, non pharetra turpis luctus in. Suspendisse potenti. Nunc mattis est elit, nec varius risus blandit vestibulum. Proin id diam ac lacus dignissim finibus.