Il primo embrione sintetico di topo è stato creato

3 mesi fa

I ricercatori della CalTech di Pasadena, in California, e quelli dell’Università di Cambridge, nel Regno Unito, hanno creato il primo embrione di topo ottenuto da un processo genetico messo a punto in laboratorio. Questo è stato creato partendo da tre specifiche cellule staminali e presentava un cuore pulsante e un segmento di cervello.

Lo studio è stato pubblicato su Nature ed è il risultato più ambizioso raggiunto fino a ora nel settore della genetica. Questo risultato rappresenta anche un ponte verso il futuro.

Questi sistemi potrebbero aiutarci ad accorciare i tempi della ricerca. Ma guardando più in là, potrebbero anche offrirci strutture simili all’embrione umano da utilizzare per modellare e studiare tutti i processi relativi a una gravidanza umana o allo sviluppo di un embrione umano.

Professor Gianluca Amadei, primo autore dello studio e collaboratore del team della professoressa Magdalena Zernicka-Goetz

il lavoro è durato più di 10 anni e il gruppo ha cercato di imitare i processi naturali in laboratorio, stimolando le interazioni tra le cellule staminali e facendo esprimere un certo numero di geni. L’esperimento ha funzionato per 8,5 giorni ma poi si è bloccato perché, normalmente, un embrione compie uno spostamento, ovvero cambia la direzione dello sguardo, movimento che in laboratorio non è avvenuto.

Questo risultato ci indica che abbiamo raggiunto un nuovo ostacolo al processo e che dobbiamo continuare a lavorare per capire qual sia la chiave successiva in grado di sbloccare questa transizione e far sì che l’embrione possa continuare a svilupparsi.

Professor Gianluca Amadei

L’importanza di questo esperimento è legato alla possibilità di sfruttare topi generati in laboratorio nella sperimentazione animale e sostituire le tradizionali cavie. Ma potrebbe anche contribuire a trovare una soluzione per studiare la gravidanza umana.

Ventre artificiale, la scienza ha sviluppato dei topini in vitro
Ventre artificiale, la scienza ha sviluppato dei topini in vitro
Gli scienziati sono riusciti a "ringiovanire" le cellule dei topi
Gli scienziati sono riusciti a "ringiovanire" le cellule dei topi
In viaggio su Marte con del buon vino rosso
In viaggio su Marte con del buon vino rosso
Metastasi, creato un vettore che potenzia i farmaci
Metastasi, creato un vettore che potenzia i farmaci
Umore: trovato il gene che lega sonno e depressione
Umore: trovato il gene che lega sonno e depressione
Cervelli ibridi: topi un po’ umani
Cervelli ibridi: topi un po’ umani
Breve storia del consenso informato
Breve storia del consenso informato