Sonic 2, la recensione: quel senso di avventura degli anni ’90 sopravvive

8 mesi fa

7 minuti

sonic 2 la recensione

Ammettiamolo, molti di noi erano bambini negli anni ’90, e c’erano alcuni videogiochi che ci hanno cresciuto. Tra questi Sonic the Hedgehog rappresentava l’avventura. Iniziamo così la recensione di Sonic 2 catapultandovi indietro nel tempo a quando passavate le estati rannicchiati davanti allo schermo, cercando di sfrecciare attraverso tutto ciò che il videogioco del 1991 aveva da offrire.

Quando sono arrivati i sequel Sonic 2, 3 e Sonic & Knuckles, il divertimento è solo aumentato con nuovi fantastici personaggi come Tails e Knuckles. Impossibile che anche voi non abbiate degli incredibili ricordi di questo gioco.

Ma torniamo a noi, il momento nostalgia è finito o quasi, per chi non ricordasse il primo adattamento cinematografico è uscito nelle sale circa due anni fa e con il suo rapido senso del divertimento ha catturato un’intera nuova generazione di giovani fan (anche quelli che non avevano mai giocato ai videogiochi). Quei fan ora hanno incontrato gli amici di Sonic e hanno scoperto di più di questo universo ricco e fantasioso.

Sonic the Hedgehog 2, con il regista Jeff Fowler ha riconquistato in questo sequel quell’importantissimo senso di avventura che fa parte dei nostri ricordi d’infanzia quando passavamo le ore a giocare ai nostri videogiochi preferiti.

Nel sequel ritroviamo il nostro eroe Sonic mentre si scaglia contro i limiti dell’essere “un bambino” affidato alle cure della famiglia adottiva terrestre Tom e Maddie Wachowski (James Marsden e Tika Sumpter). Sonic si sposta di soppiatto dalla sonnolenta Green Hills, nel Montana, alla vivace Seattle per alcune buffonate notturne con i supereroi. È un’apertura coinvolgente, che mescola l’azione superveloce del film precedente e il tiepido e confuso messaggio di accontentarsi della famiglia e dell’amicizia.

La vita familiare di Sonic sarà presto minacciata dal Dr. Robotnik ( uno spumeggiante Jim Carrey), che sfoggia una testa rasata fedele ai videogiochi e baffi magnificamente folti ed è diventato ancora più strambo nei suoi mesi intrappolato da solo su un pianeta fungo. Torna a casa evocando Knuckles the Echidna (Idris Elba), forse il membro più amato del cast di supporto di Sonic (perché il rosso è tosto e può arrampicarsi sui muri). I due si alleano per completare la loro missione.

Sonic riceve aiuto sotto forma dell’iconico compagno volpe a doppia coda Tails (Colleen O’Shaughnessey) portando a tre il cast di personaggi antropomorfi del film. Sono resi così magnificamente dopo che il design iniziale del primo film è stato modificato in seguito alle numerose proteste dei fan. Di seguito il trailer del film pubblicato su YouTube:

La fonte dell’energia definitiva

sonic 2 la recensione

Continuiamo la recensione di Sonic 2 dicendo che la scrittura e le interpretazioni dei personaggi lo rendono distinto e adorabile: Sonic di Schwartz è ossessionato dalla parlantina veloce e dalla cultura pop come sempre, Tails di O’Shaughnessey è modesto e incerto e Elba infonde a Knuckles con un sapiente mix di intensità e ingenuità. Quando vengono messi insieme a Carrey nella sua forma più da cartone animato, è facile essere risucchiati nella loro ricerca di un MacGuffin verde brillante.

Ogni sequenza incentrata su Sonic e i suoi amici è così visivamente deliziosa e completamente abbagliante che è difficile non godersi lo spettacolo CGI e i riferimenti alla cultura pop.

Mentre va avanti, il film si avvicina maggiormente alle immagini dei videogiochi classici (una scena che fa riferimento all’incapacità di Sonic di nuotare è eccezionale), che delizierà senza dubbio i fan nostalgici degli anni ’90 e attirerà i giocatori più giovani in un’odissea retrò.

Le trame con i personaggi umani variano; L’agente Stone di Lee Majdoub è una gioia da guardare mentre si strugge per Robotnik nella sua nuova adorabile caffetteria, mentre l’incapace vice sceriffo di Adam Pally non ottiene abbastanza tempo sullo schermo, c’è da dire però che hanno alcune scene eccellenti insieme.

Sembra che gli sceneggiatori Josh Miller, Patrick Casey e John Whittington non sapessero cosa fare, dal momento che Marsden e Sumpter trascorrono la maggior parte del film coinvolti in una sottotrama. A dirla tutta aggiungono poco alla trama principale e fanno sembrare il film troppo lungo.

Nonostante questo diversivo, Sonic the Hedgehog 2 è il sequel fiducioso che l’originale non ci aveva lasciato sperare, con una sceneggiatura più nitida e battute che vi faranno ridere. Mantiene il tono adatto alle famiglie dell’originale e si tuffa nei videogiochi classici per creare un universo cinematografico iconico: quel senso di avventura degli anni ’90 sopravvive.

100% Avventura

sonic 2 la recensione

Ci avviciniamo alla conclusione della recensione di Sonic 2 con un’osservazione: ad un certo punto il Dr. Robotnik, sta correndo attraverso un guanto di antiche trappole esplosive che proteggono il grande McGuffin luminoso del film, il Master Emerald. Le trappole includono un gigantesco masso, che rimbomba e rotola dietro Robotnik mentre sfreccia attraverso un corridoio di pietra. “Non voglio morire così!” grida.

Se questa è davvero la principale preoccupazione di Robotnik, Sonic 2 è pieno di pericoli. Oltre a questa scena imitatrice de I predatori dell’arca perduta, il film ruba idee, momenti e occasionalmente linee di dialogo dirette da Gli Incredibili, The Avengers, Talladega Nights e Rush Hour, tra gli altri.

Forse parte di questo dovrebbe essere un omaggio, come il modo in cui Sonic (doppiato da Ben Schwartz nella versione originale) chiama il film Snow Dogs “the woooooorst” nella cadenza cantilenante spesso GIF del personaggio di Schwartz Parks and Recreation, Jean-Ralphio Sanderson.

Ad ogni modo, il frenetico e spudorato afferrare cianfrusaglie culturali definisce l’esperienza di guardare Sonic the Hedgehog 2.

Questo sequel è tecnicamente più divertente e più coinvolgente del suo predecessore.

Robotnik non è così diabolicamente amplificato come L’Enigmista di Carrey in Batman Forever del 1995, o elastico come le sue strabilianti buffonate come l’avvocato assediato Fletcher. L’approccio dei più grandi successi di Carrey a Robotnik sembra liberatorio al confronto, perché il personaggio è un pazzo in carne e ossa abitato da un magistrale comico, piuttosto che una creazione in CG carina ma senza peso.

Tutto ciò pone Sonic e Tails in una missione simile a un gioco in cui dovrebbero seguire una vecchia mappa e correre verso lo Smeraldo, mentre navigano in sequenze d’azione che hanno ciascuno i propri temi a livello di gioco: valanga, acqua, tempio, ecc. Ma il team di sceneggiatori di tre uomini non può togliersi di mezzo, o abbandonare l’overplotting standard del franchise. Portano l’azione alle Hawaii, dove la sorella di Maddie, Rachel (Natasha Rothwell), sta per sposare Randall (Shemar Moore). All’inizio, questo sembra un espediente della trama: un motivo per cui Maddie e Tom hanno lasciato la città. Poi si scopre essere un altro, molto più strano, che coinvolge l’agenda segreta di Randall che fa infuriare Rachel, che è strettamente collegata ai miti del film, pur non avendo quasi alcuna relazione con tutto ciò che accadrà in seguito.

Questa è più una deviazione bizzarra che un completo deragliamento. La barra laterale aiuta a riempire il film fino a due ore intere, il che è molto tempo da trascorrere con Sonic.

Sonic dovrebbe essere un affascinante eroe d’azione, che combina l’atteggiamento frenetico e furioso con la malizia scattante di Quicksilver nei film degli X-Men. Sonic va troppo veloce mentre il suo film lotta per tenere il passo e lotta per destreggiarsi tra i suoi infiniti check-in con personaggi secondari superflui.

Come sempre, spetta a Carrey fornire i veri fuochi d’artificio: imbrattarsi contro il parabrezza di un’auto e riferirsi a Knuckles come a un “truculento bifolco spaziale”, tra gli altri insulti molto pittoreschi. Sonic the Hedgehog 2 riesce a strapparvi delle risate sincere ma poteva evitarci le lezioncine logore sul valore dell’amicizia.

 

 

72
Sonic 2 - Il film
Recensione di Laura Della Corte

Concludiamo la recensione di Sonic 2 dicendo che il film tutto sommato riesce a migliorare tutti gli errori del passato e a riportarci con i nostri ricordi ai pomeriggi passati davanti alle console starà a voi decidere se questo basta per considerarlo una piacevole avventura.

ME GUSTA
  • La narrazione e la sceneggiatura sono semplici ma efficaci.
  • Jim Carrey rimane una certezza quando si tratta di strappare risate al pubblico.
  • I personaggi principali sono ben costruiti.
FAIL
  • Una digressione in particolare con l'episodio delle Hawaii allunga il brodo inutilmente.
Guardiani della Galassia Holiday Special, la recensione del nuovo film Marvel
Guardiani della Galassia Holiday Special, la recensione del nuovo film Marvel
Spirited, la recensione del film di Natale con Ryan Reynolds
Spirited, la recensione del film di Natale con Ryan Reynolds
Topolino: La storia di un Topo, la recensione - Nascita di un'icona
Topolino: La storia di un Topo, la recensione - Nascita di un'icona
Come d'Incanto 2, la recensione: il lieto fine è sopravvalutato
Come d'Incanto 2, la recensione: il lieto fine è sopravvalutato
Diabolik - Ginko all'attacco!, la recensione: costruzione coerente
Diabolik - Ginko all'attacco!, la recensione: costruzione coerente
Sword Art Online Progressive: Scherzo of a Deep Night, la recensione: come cambiare un destino
Sword Art Online Progressive: Scherzo of a Deep Night, la recensione: come cambiare un destino
One Piece Film: RED, ecco perchè dovete vederlo al cinema
One Piece Film: RED, ecco perchè dovete vederlo al cinema