Il colossale fail di un gruppo di ‘crypto bros’ che ha speso 2,66 milioni per il Dune di Jodorowski

193
4 mesi fa

4 minuti

Jodorowsky's Dune

Il mondo di appassionati di criptovalute ci ha abituato a più di qualche stranezza e altrettanti fail colossali. Su Twitter esistono decine di pagine – la più famosa è Crypto Bros Taking Ls – nate per testimoniare le mille disavventure degli impallinati delle criptovalute e degli NFT. La storia di oggi però merita una menzione davvero speciale: Spice DAO ha pagato 2,6 milioni di euro per una copia del cosiddetto libro di Dune di Jodorowski.

Un testo estremamente raro e ricercatissimo dagli appassionati di cinema e fantascienza – ve ne abbiamo già parlato -, ma che, sebbene si stimi ne esistano non più di 10 copie al mondo, non vale minimamente quella cifra. Altre copie del libro di Jodorowski sono state vendute a circa 25-30mila euro.

Il libro di Dune di Jodorowski

Prima di David Lynch e molto prima di Denis Villeneuve, il visionario artista e regista di origini cilene Alejandro Jodorowsky tentò di mettere in scena la saga di Dune. Il progetto risale al 1975 e questo vi basti per comprendere quanto fosse ambizioso: Star Wars, che avrebbe ridefinito il concetto di blockbuster dando nuova vita alla passione di Hollywood per il fantastico e la fantascienza, sarebbe uscito solamente due anni dopo.

Jodorowsky non riuscì mai ad ottenere i finanziamenti per il suo Dune, che rimase quindi lettera morta.

Per proporre la sua visione di Dune alle case di produzione, Jodorowsky aveva realizzato un lungo e dettagliato dossier. Una vero e proprio testo sacro, con descrizioni dei personaggi, sinossi approfondite, bozzetti preparatori e story board. Il testo viene chiamato “Il libro di Dune di Jodorowsky”, anche perché il corposo fascicolo è stato rilegato come se fosse un libro enciclopedico.

Jodorowsky's Dune

Solo pochissime copie di quel libro sono sopravvissute ai giorni nostri. Come già anticipato, nonostante si tratti di un oggetto di culto estremamente ricercato, il valore delle singole copie in circolazione oscilla trai 20.000-50.000 euro.

Un enorme fraintendimento

Dunque, perché un team di investitori ha acquistato una delle copie esistenti del libro decidendo di di pagarla circa 100 volte il suo reale valore? Per colpa di un enorme, tragico e grottesco fraintendimento: i promotori di Spice DAO non avevano capito di star semplicemente acquistando una copia del libro, ma pensavano di star acquistando i diritti sul copyright del materiale realizzato da Jodorowski per la produzione del suo film.

Le reali ambizioni del DAO – acronimo di Decentralized autonomous organization – sono esplicitate chiaramente da una serie di tweet: «Ora che abbiamo vinto l’asta per 2,6 milioni di euro», si legge in un post, «vogliamo 1) rendere il libro pubblico (nei limiti di ciò che consente la legge); 2) produrre una serie animata originale ispirata al libro e venderne i diritti ad servizio di streaming; 3) dare sostengo ad eventuali progetti derivativi nati dalla nostra community».

Ci sono un paio di problemi. Il primo è che se l’obiettivo principale era quello di rendere il contenuto del libro pubblico, cioè consultabile online gratuitamente, Spice DAO è arrivato tardi. Il libro di Jodorowski è già stato caricato online diversi anni fa. Il secondo problema è che avere acquistato una copia originale del libro non comporta – ovviamente! – l’acquisizione dei diritti sulla sua proprietà intellettuale.

«Guardate che se andate in fumetteria e comprate un albo di The Amazing Spider-Man, questo non vi dà poi il diritto di produrre film sull’uomo ragno», puntualizza con ironia un utente di Twitter.

La figuraccia ovviamente non è passata inosservata ed ha già fatto il giro del web. «Grazie per aver contribuito a cancellare il fraintendimento alla base dell’idea che le persone con moltissimi soldi li hanno ottenuti grazie al loro intelletto e alle loro abilità», scrive malignamente un’altra utente. E così via.

Nota a margine, ora Spice DAO sta discutendo di un’altra idea, questa, oltre che idiota, al limite del criminale: la community vorrebbe bruciare la copia originale del libro, come mossa di ‘marketing’. Bruciare un libro. Un libro rarissimo. Un libro rarissimo di cui esistono meno di 20 copie al mondo. Ormai non abbiamo nemmeno più le energie per incazzarci, siamo semplicemente rassegnati.

Una famiglia europea su dieci possiede criptovalute, dice un'indagine della BCE
Una famiglia europea su dieci possiede criptovalute, dice un'indagine della BCE
La BCE boccia le criptovalute, LaGarde: "non valgono nulla, devono essere regolamentate". Ma suo figlio ci ha investito
La BCE boccia le criptovalute, LaGarde: "non valgono nulla, devono essere regolamentate". Ma suo figlio ci ha investito
Gamestop sta per aprire un marketplace per gli NFT: sarà inaugurato a giugno?
Gamestop sta per aprire un marketplace per gli NFT: sarà inaugurato a giugno?
Crollo di Terra, parla Vitalik Buterin: "rimborsare i piccoli investitori, no a precedenza per 'balene'"
Crollo di Terra, parla Vitalik Buterin: "rimborsare i piccoli investitori, no a precedenza per 'balene'"
Coinbase, parla il CEO: "Nessun rischio bancarotta, le vostre criptovalute sono al sicuro"
Coinbase, parla il CEO: "Nessun rischio bancarotta, le vostre criptovalute sono al sicuro"
Bitcoin, bagno di sangue: così la Fed ha chiuso il grande casinò delle criptovalute
Bitcoin, bagno di sangue: così la Fed ha chiuso il grande casinò delle criptovalute
Meta sta di nuovo lavorando ad una valuta digitale: il progetto 'Zuck Bucks'
Meta sta di nuovo lavorando ad una valuta digitale: il progetto 'Zuck Bucks'