The Witcher 2: prime impressioni sulla nuova stagione

6 mesi fa

8 minuti

The Witcher Stagione 2 recensione primi due episodi

Vogliamo condividere con voi le prime impressioni sulla nuova stagione di The Witcher 2 e non possiamo nascondere il nostro entusiasmo. All’evento di Lucca Comics & Games abbiamo avuto modo di parlare con parte del cast della serie e abbiamo delle rivelazioni interessanti da condividere. Già a partire dal trailer della seconda stagione, il miglioramento è evidente rispetto alla prima. La prima stagione dell’epopea fantasy di Netflix è stata rilasciata nel 2019 con recensioni un po’ contrastanti. La serie seguiva principalmente la timeline del Witcher protagonista, Geralt di Rivia (Henry Cavill) mentre viaggiava per il continente combattendo sia animali che umani. Sebbene possieda alcuni aspetti positivi come le sue impressionanti sequenze di combattimento, la prima stagione di The Witcher è stata ampiamente criticata per la confusione della trama e la mancanza di continuità, soprattutto per chi non conosceva il materiale originale. Nonostante ciò, tuttavia, la serie è stata comunque considerata un successo, e Netflix l’ha già rinnovata fino alla terza stagione.

The Witcher 2 uscirà il 17 dicembre 2021 su Netflix e il trailer rivela già alcune differenze chiave rispetto alla prima stagione. Infatti, tra le buone notizie, possiamo dirvi che la seconda stagione manterrà una linea temporale lineare, riprendendo poco dopo gli eventi della fine della prima. Ciò pone i personaggi nel bel mezzo della guerra che è scoppiata in tutto il continente stimolata dalla conquista dell’Impero di Nilfgaard. Sarà un netto contrasto con la stagione precedente che presentava una linea temporale che saltava in modo significativo tra gli episodi e a volte tra le scene. La seconda stagione mostrerà incredibili combattimenti e i toni cupi che la caratterizzano. Lauren Schmidt Hissrich in proposito a voluto rivelare durante l’intervista:

Nella nuova stagione abbiamo messo un impegno maggiore per sviluppare al meglio la trama che ci porta al centro del rapporto tra Geralt e Ciri, sarà molto interessante…

 

Vi possiamo quindi garantire che non solo il trailer ma anche i primi episodi di The Witcher 2 suggeriscono che ci sarà un miglioramento rispetto alla prima stagione, risolvendo i problemi principali per cui la serie è stata criticata. Una linea temporale principalmente lineare consentirà al pubblico di stare al passo con la trama molto più facilmente e fornirà opportunità più concrete per lo sviluppo inter-personaggio. Si baserà anche sugli aspetti che piacciono al pubblico e amplierà ulteriormente e spiegherà il vasto e interessante mondo di The Witcher. Di seguito il trailer pubblicato su YouTube:

Un briciolo di verità (in tutti i sensi)

The Witcher Stagione 2 recensione primi due episodi

Continuiamo dicendo che The Witcher 2 risolverà il problema che di gran lunga era l’elemento più debole della prima stagione, la confusa linea narrativa. La timeline salta in più occasioni e spesso ritorna a una timeline precedente dopo che sono trascorsi anni inspiegabili. Potrebbe essere stato in qualche modo necessario per l’impostazione del conflitto della serie che inizia in più luoghi in tempi molto diversi, ma la continuità di base sarà una boccata d’aria fresca nella seconda stagione di The Witcher.

La seconda stagione si baserà sugli eventi del romanzo Il Sangue degli Elfi, primo vero e proprio romanzo della saga di Geralt di Rivia, dedicato in gran parte al rapporto tra lo witcher e Ciri, così come all’addestramento di quest’ultima.

Qui inoltre viene rivelata la storia tragica di Nivellen, vecchia conoscenza di Geralt ormai condannato a vivere isolato e schiavo della sua maledizione. Geralt e Ciri in viaggio verso Kaer Morhen faranno tappa nella tenuta di Nivellen per la notte e non solo a ricordare i bei vecchi tempi andati…

La seconda stagione manterrà ovviamente anche il tono dark e gli spettatori vedranno Geralt farsi strada attraverso una palude oscura mentre una voce fuori campo discute l’aumento dell’attività dei mostri e l’arrivo dell’apocalisse. Le vibrazioni dark fantasy stabilite nella prima stagione e sviluppate in The Witcher: Nightmare of the Wolf, si svilupperanno nella seconda stagione suggerendo che continuerà ad esaminare la caduta dell’ordine dei Witcher in tutta la sua macabra gloria. Ora che tutta l’impostazione della trama è stata completata, la serie può finalmente ambientarsi e trovare le sue basi come epica dark fantasy. In questa nuova stagione inoltre vedremo finalmente l’arrivo del mentore di Geralt, Vesemir, interpretato da un luminoso Kim Bodnia, che a proposito del suo personaggio dice:

Ho iniziato a studiare Vesemir grazie a mio figlio che giocava al videogioco, ma è stato sul set che mi sono veramente addentrato per la prima volta nel mondo di The Witcher e vi posso dire che è come una grande famiglia.

L’arrivo a Kaer Morhen

The Witcher Stagione 2 recensione primi due episodi

Dall’intervista e da ciò che il trailer ha svelato e basandoci sul libro su cui sarà basato The Witcher 2 ci sarà da aspettarsi molta più azione ma anche un vero e proprio immergersi nelle emozioni dei personaggi. La seconda stagione continuerà le storie di Geralt, Ciri e Yennefer, ma con una cronologia molto più facile da seguire. Geralt e Ciri si recheranno a Kaer Morhen, la vecchia fortezza dove si allenavano i witcher della Scuola del Lupo, e lì sarà addestrata da Geralt e da alcuni suoi amici d’infanzia, insieme al suo mentore Vesemir (Kim Bodnia). Nel frattempo, Yennefer verrà catturata dall’esercito nilfgaardiano e in seguito da altre forze nemiche, rendendo la sua riunione con Geralt un po’ più difficile.

Un altro nuovo personaggio che verrà introdotto nella seconda stagione (non si può considerare uno spoiler visto che la vedete anche nel trailer), e strettamente legato a Nivellen, è Vereena (Agnes Bjorn), una potente bruxa che si innamora di Nivellen, ma la loro relazione è tutt’altro che sana. Vereena stava effettivamente usando Nivellen per il suo beneficio personale, poiché anche se sembrava umana, non lo era affatto. Dato che rappresenta una minaccia non solo per Nivellen ma per chiunque le sia vicino, Geralt la affronterà e il trailer mostra Vereena che si difende attraverso il suo potente urlo, ma come mostrato in seguito, questo non sarà il suo unico meccanismo di difesa contro il witcher.

Nivellen era il capo di una banda di banditi e tagliagole, e durante la rapina di un tempio a Gelibol, la banda costrinse Nivellen a violentare la giovane sacerdotessa che era lì. Non sapevano che la donna era una sacerdotessa di Coram Agh Tera, il Culto del Ragno Testa di Leone, e prima di uccidersi, sputò in faccia a Nivellen e lo maledisse per diventare un “mostro nella pelle di un mostro” siccome era già un “mostro nella pelle di un uomo”. Pochi giorni dopo, il corpo di Nivellen iniziò a cambiare, ma la sua mente e la sua personalità rimasero le stesse, e mentre la sacerdotessa gli suggeriva un modo per spezzare la maledizione, lui non lo capiva e non riusciva a liberarsene, quindi ha vissuto come una bestia per anni.

Le bruxae sono i vampiri dell’universo di The Witcher e la loro forma naturale è quella di un grande pipistrello nero con zanne e artigli affilati, ma per mimetizzarsi assumono l’aspetto di giovani donne dai capelli scuri. Le Bruxae sono molto agili nella loro forma di pipistrello, che è il modo in cui Vereena è riuscita a schivare molti degli attacchi di Geralt, e possono essere ferite (e uccise) solo da spade d’argento.

Geralt porterà Ciri a Kaer Morhen per proteggerla dall’esercito nilfgaardiano, ma una volta lì, verrà anche addestrata. Grazie agli amici d’infanzia e ai compagni witcher di Geralt, così come al suo mentore Vesemir, che è ancora in giro a Kaer Morhen, Ciri sarà addestrata al combattimento e sarà pronta a combattere quasi ogni minaccia che incrocerà sulla sua strada.

Un altro primo sguardo a un nuovo personaggio è a Francesca Findabair (Mecia Simson). Enid an Gleanna, conosciuta anche come Francesca Findabair, è una maga elfica e regina degli elfi di Dol Blathanna. È un membro fondatore di un’organizzazione segreta di maghe chiamata Lodge of Sorceresses ed è considerata la donna più bella del mondo. The Witcher avrà una forte presenza elfica nella stagione 2. Alla fine del secondo episodio della stagione 2 di The Witcher vedrete in azione i witcher di Kaer Morhen che uniscono le forze per affrontare una minaccia sconosciuta ma molto pericolosa, poiché i loro occhi sono neri e sono pronti per il combattimento. In questa scena vengono mostrati Coën, Vesemir, Lambert e altri due giovani witcher e, ancora una volta, il grande assente è Eskel, alimentando le teorie sulla sua scomparsa ad un certo punto nella seconda stagione di The Witcher.

 

La seconda stagione di The Witcher sarà disponibile per la visione dal 17 dicembre su Netflix.

 

Stranger Things 4: i primi 8 minuti della prima puntata e la storia d'amore tra Undi e Mike
Stranger Things 4: i primi 8 minuti della prima puntata e la storia d'amore tra Undi e Mike
Love, Death + Robots 3: il trailer finale della serie Netflix
Love, Death + Robots 3: il trailer finale della serie Netflix
La casa di carta: Corea - Il teaser trailer della serie Netflix
La casa di carta: Corea - Il teaser trailer della serie Netflix
Love, Death + Robots 3: oggi arriva su Netflix la serie TV
Love, Death + Robots 3: oggi arriva su Netflix la serie TV
The Umbrella Academy 3: trailer italiano e tre nuove foto della serie Netflix
The Umbrella Academy 3: trailer italiano e tre nuove foto della serie Netflix
The Umbrella Academy 3: il trailer della nuova stagione della serie Netflix
The Umbrella Academy 3: il trailer della nuova stagione della serie Netflix
Kotaro abita da solo, la recensione: una visione del mondo schietta e senza filtri
Kotaro abita da solo, la recensione: una visione del mondo schietta e senza filtri