Elon Musk sfida l’ONU: «volete i miei soldi? Diteci come li spendete e vi do 6 miliardi di dollari»

1418
1 mese fa

Elon Musk duella con l’ONU su Twitter. «Bastano 6 miliardi di dollari per risolvere la fame nel mondo», gli dicono. E il CEO risponde: «Ok, ditemi come spenderete ogni centesimo e come questo risolverebbe la fame nel mondo e vendo subito 6 miliardi di dollari in azioni Tesla».

Senza grosse sorprese, Elon Musk non è un gran fan delle liste della spesa fatte con i soldi degli altri. Dove gli altri, in questo caso, sono i super paperoni con patrimoni ultra-miliardari. Così, all’ennesima proposta di usare parte del suo patrimonio per risolvere i problemi del mondo, questa volta Musk ha preteso di vederci chiaro.

La provocazione arriva in risposta ad una dichiarazione di David Beasley, direttore del World Food Porgramme dell’ONU, che ai microfoni della CNN aveva detto che solamente il 2% del patrimonio di Musk basterebbe per salvare 42 milioni di persone dall’inedia.

Per piacere, pubblica le tue voci di spesa attuali e quelle proposte per il futuro, nei dettagli, così che le persone possano vedere esattamente dove andrebbero i fondi. La luce del sole è una cosa meravigliosa

ha scritto nuovamente Musk su Twitter, rispondendo allo stesso David Beasley.

Ma alla freddezza dei numeri Beasley preferisce un appello più emozionale: «invece dei tweet, consentimi di mostrarti quello che facciamo. Sono disposto ad incontrarci ovunque – sulla Terra o sullo Spazio – ma suggerire un posto dove tu possa vedere il World Food Programme a lavoro, i nostri processi e sì, anche la nostra tecnologia».

E ancora: «tu l’anno scorso hai prodotto 500k di Tesla, noi abbiamo sfamato 115 milioni di persone con 20 miliardi di razioni. Tu sai come si producono le auto, noi sappiamo come si sfamano le persone». La risposta non deve aver convinto molto l’imprenditore, che infatti ha abbondato la conversazione.