Quella che sembrava quasi una leggenda metropolitana è ufficialmente diventata realtà, visto che in seguito a quando si è parlato davvero molto di una versione da 20 GB di VRAM della RTX 3080 Ti, e questa si è finalmente mostrata all’opera in dei primi video, confermando di conseguenza le sue reali potenzialità. Parliamo di un modello preso in considerazione per quanto concerne GIGABYTE, visto che si tratta di una versione Gaming OC, ma stando a quanto riportato dovrebbero esistere anche delle varianti AORUS Extreme e AORUS Master, ovviamente più costose essendo le serie di punta della medesima compagnia.

Il nuovo gioiellino eccelle nello specifico nel mining, come mostrato in alcuni video di un commerciante, dato che riesce a raggiungere risultati notevolmente maggiori rispetto alla sua sorella minore da 12 GB, ed è in grado di girare tranquillamente con i driver GeForce 457.71.

Sembra tra l’altro che non ci siano problemi con gli algoritmi in grado di fermare la scheda grafica, e che anzi questa presenti nelle stesse condizioni di mining di Ethereum 86 MH/s di base e 100 MH/s se si procede con l’overclock, decisamente meglio rispetto ai 60-65 MH/s della versione “base”.

Kolya Miner, lo YouTuber che ha realizzato il video mostrando al mondo le capacità di quest’inaspettata revisione si è accaparrato il prodotto con 225.000 rubli, stando a quanto dichiarato, i quali sono all’incirca 3.000$ se convertiti, un prezzo di conseguenza a dir poco astronomico, se si pensa che le RTX 3090 sono in confronto più economiche.

Nonostante l’esistenza della scheda sia ormai fondamentalmente provata, non sappiamo se questa verrà normalmente commercializzata, e quindi avrà modo di arrivare nelle case degli utenti che non vedrebbero l’ora di metterci mano, o rimarrà solamente ancorata ad alcuni fortunati che hanno accesso a canali preferenziali per l’acquisto.