Free Guy, Ryan Reynolds e il cast: il cinema come lettera d’amore

1 anno fa

4 minuti

ryan-reynolds-free-guy

Shawn Levy torna sul grande schermo dopo qualche anno di pausa (l’ultimo film portato in sala è stato Notte al museo – Il segreto del faraone del 2014) in cui si è dedicato alla serie tv Stranger Things, di cui è produttore esecutivo e che cura insieme ai fratelli Duffer, con Free Guy – Eroe per gioco, al cinema dall’undici agosto.

 

 

Protagonista è Ryan Reynolds che ha il ruolo di Guy, letteralmente “il tizio qualunque”: è un personaggio non giocabile del videogioco Free City. La sua routine consiste nello svegliarsi, indossare la sua camicia azzurra, prendere un caffè al bar e andare al lavoro. Una banca che viene puntualmente rapinata e data alle fiamme dai giocatori.

Quando incontra Molotov Girl (Jodie Comer, Villanelle nella serie Killing Eve) tutto cambia: Guy vuole letteralmente salire di livello e cambiare la sua vita. Molotov Girl nella realtà è Millie, programmatrice che ha grande interesse nel trovare un codice nascosto nel videogioco. Ad aiutarli c’è Keys (Joe Keery, Steve proprio in Stranger Things). Abbiamo inoltrato regista e attori e parlato di come un film possa essere una lettera d’amore. Tenete d’occhio Free Guy: già si parla di sequel.

 

Intervista a Ryan Reynolds e al cast di Free Guy

 

Free Guy: il cinema come lettera d’amore

Un personaggio usa il gioco come una lettera d’amore: quale film useresti per dire a qualcuno che gli vuoi bene?

Ryan Reynolds:

Ci sono talmente tanti film romantici bellissimi…

Uno dei film più romantici, che non è per forza una storia d’amore in senso tradizionale, è L’Uomo dei sogni: penso sia uno dei film più belli e romantici che abbia mai visto. Anche se non è una storia tra due innamorati.

L’amore può manifestarsi in forme diverse.

Joe Keery:

Qual è un gran film romantico?

Un film che amavo molto da piccolo e amo ancora è Orgoglio e pregiudizio con Keira Knightley: quello è un gran film! Veramente un bel film.

 

free-guy-recensione-ryan-reynolds-jodie-comer

 

Jodie Comer:

Probabilmente non è molto convenzionale, ma adoro I Love You, Man. È una lettera d’amore all’amicizia. Quel film mi rende molto felice.

Probabilmente non è adatto a questa domanda però.

Shawn Levy:

Dieci anni fa ho fatto un film, Notte folle a Manhattan, con Steve Carell e Tina Fey, e quel film è una lettera d’amore per mia moglie.

È un film che parla di come il matrimonio non sia facile: a volte è noioso e difficile. Ma era anche il mio modo per dire a mia moglie che l’avrei sempre scelta. E infatti è esattamente la battuta che ho scritto per Steve Carell da dire a Tina Fey alla fine del film.

 

 

Free Guy: voci, amicizia e guardare il mondo con occhi diversi

Ryan Reynolds as Guy and Lil Rel Howery as Buddy in 20th Century Studios’ FREE GUY. Photo by Alan Markfield. © 2020 Twentieth Century Fox Film Corporation. All Rights Reserved.

Uno dei temi principali del film è che tutti hanno una voce, anche i personaggi non giocabili. Quanto è importante dare spazio a ogni voce?

Jodie Comer:

Penso sia estremamente importante.

La cosa bella del film è che ogni personaggio compie un viaggio alla ricerca della propria voce. Per me è il messaggio più importante del film. Non lo sbatte in faccia allo spettatore, succede in modo naturale. È molto importante che ogni voce abbia il suo spazio.

 

Nel film si dice che non c’è niente di più reale dell’amicizia. Sei d’accordo? Quanto è importante aiutare un amico?

Jodie Comer:

È una delle cose più importanti in assoluto.

Faccio grande affidamento sui miei amici per avere consigli. A volte sono le persone con cui è più facile confidarsi, perché la famiglia è troppo vicina.

È un altro bel messaggio del film. Alla fine hanno tutti bisogno l’uno dell’altro: ognuno fa il suo viaggio personale, ma devono unire le forze per cambiare.

 

recensione-free-guy

 

Un altro tema importante è cercare di guardare il mondo con occhi diversi ogni giorno. Ma non è facile: come si fa?

Jodie Comer:

Sarebbe bello saperlo!

È ciò che amo di Guy: hai ragione, invecchiando perdiamo la nostra curiosità. Smettiamo di fare domande e di chiederci perché. Smettiamo di cercare.

E la cosa bella del film è proprio vedere Guy che prova per la prima volta tante cose ed è curioso. Ryan ha dato un’ottima interpretazione donando questo aspetto a Guy.

 

 

Free Guy – Eroe per gioco è in sala dall’undici agosto.

Deadpool 3: Ryan Reynolds parla del suo entusiasmo nell'avere Hugh Jackman nel film
Deadpool 3: Ryan Reynolds parla del suo entusiasmo nell'avere Hugh Jackman nel film
Deadpool 3:  Hugh Jackman e Ryan Reynolds parlano della sorte di Wolverine
Deadpool 3: Hugh Jackman e Ryan Reynolds parlano della sorte di Wolverine
Deadpool 3 uscirà nel 2024, ci sarà Hugh Jackman come Wolverine
Deadpool 3 uscirà nel 2024, ci sarà Hugh Jackman come Wolverine
Incontro con Jeremy Piven al Magna Graecia Film Festival: l'uomo dietro la maschera
Incontro con Jeremy Piven al Magna Graecia Film Festival: l'uomo dietro la maschera
John Landis, il report dell'incontro al Magna Graecia Film Festival: "Con The Blues Brothers abbiamo creato delle silhouette iconiche"
John Landis, il report dell'incontro al Magna Graecia Film Festival: "Con The Blues Brothers abbiamo creato delle silhouette iconiche"
Incontro con Richard Gere al Magna Graecia Film Festival: un fascino intramontabile
Incontro con Richard Gere al Magna Graecia Film Festival: un fascino intramontabile
Thor: Love and Thunder, intervista a Chris Hemsworth e al cast
Thor: Love and Thunder, intervista a Chris Hemsworth e al cast