Mr. Trash Wheel combatte le plastiche in Baltimora

1 anno fa

mr trash wheeler

Mr. Trash Wheel ha conquistato il cuore dei cittadini di Baltimora: è semplice, economico, grazioso alla vista e, soprattutto, funziona. Stiamo parlando di un qualcosa che altro non è che uno strumento con cui incanalare e estrarre la pattumiera che galleggia nei fiumi, cosa che in poco tempo ha migliorato lo stato di salute dell’intera baia.

L’idea è sopravvenuta a un certo John Kellet, individuo che, nel guardare le plastiche trascinate dalla corrente, ha ritenuto fosse opportuno intervenire in qualche modo. Con la benedizione della città e il supporto della Abell Foundation, l’uomo ha dato vita a un nastro trasportatore alimentato dalla ruota di un mulino.

Il flusso del fiume fa muovere la ruota, questa alimenta a sua volta il tappeto su cui si depositano i rifiuti a pelo d’acqua sospinti in loco da ampie barriere galleggianti. Le plastiche vengono dunque riversate in grossi contenitori che possono essere facilmente svuotati da dipendenti e volontari.

Per assicurarsi che la macchina non si fermi mai, Kellet ha installato un pannello solare e una batteria d’emergenza, inoltre lo strumento può facilmente connettersi alla Rete per essere controllato in remoto, così da poter risolvere rapidamente eventuali problemi minori.

Mr. Trash Wheel è stato tanto efficacie che i cittadini hanno immediatamente chiesto che altri esemplari venissero montati sugli altri fiumi di Baltimora. Al fianco del primo modello possiamo infatti trovare il Professor Trash Wheel, il primo modello femminile della serie, il Captain Trash Wheel, celebre per la sua sessualità non binaria e la recentemente inaugurata Gwynnda The Good Wheel of the West.

Tutti hanno loro pagine social specifiche e personali.

 

Potrebbe anche interessarti: