Parler torna sull’AppStore: il social della destra americana di nuovo online

2 anni fa

Parler ritorna sull’App Store di Apple. Il social della destra americana era stato estromesso dai principali store a gennaio, dopo essere stato accusato di non aver fatto abbastanza per moderare i contenuti più violenti — e, dunque, di avere una responsabilità negli attacchi di Capitol Hill.

La versione per iOS dell’app ha dei limiti. Parler ha investito in un’intelligenza artificiale in grado di riconoscere i contenuti che incitano all’odio. Quest’ultimi – a differenza di ciò che avviene su Android – saranno nascosti e non potranno essere visti. Su Android i contenuti potenzialmente sgradevoli sono semplicemente oscurati e l’utente deve cliccarci manualmente per poterli vedere, un po’ come avviene su Facebook e Instagram per le immagini con contenuti potenzialmente violenti o raccapriccianti.

Parler in tutto questo tempo ha cambiato anche i suoi vertici. Molla l’ex CEO ad interim Mark Meckler, al suo posto ora c’è l’ex COO George Farmer. Nelle settimane successive al ban, Parler aveva licenziato il suo CEO originale, nonché fondatore, John Matze.

Sebbene sia possibile scaricare attraverso canali terzi l’app di Parler per Android, di fatto il social network è ancora assente su Google Play e sullo store di Amazon. Non sembra che le due aziende siano interessate a rintegrare l’app, non nell’immediato quantomeno.

 

 

Kanye West acquisterà Parler, il social network della destra americana
Kanye West acquisterà Parler, il social network della destra americana
App Store: Apple è pronta a riaccogliere Parler
App Store: Apple è pronta a riaccogliere Parler
Parler, l'ex-CEO fa causa al social per il suo licenziamento
Parler, l'ex-CEO fa causa al social per il suo licenziamento
Fermi tutti: Parler fa nuovamente causa ad Amazon
Fermi tutti: Parler fa nuovamente causa ad Amazon
Parler ha deciso di seppellire l'ascia di guerra con Amazon (per ora)
Parler ha deciso di seppellire l'ascia di guerra con Amazon (per ora)
Parler ha bannato temporaneamente il suo fondatore ed ex CEO John Matze
Parler ha bannato temporaneamente il suo fondatore ed ex CEO John Matze
Parler, per il tribunale USA Amazon non ha motivo di ripristinarlo
Parler, per il tribunale USA Amazon non ha motivo di ripristinarlo