Dark web, sgominato gruppo pedofilo con 400.000 utenti

133
5 giorni fa

polizia tedesca

Ci sono voluti mesi di indagini, tuttavia la polizia tedesca è riuscita a fermare Boystown, un portale pedofilo che operava grazie ai meccanismi del dark web. Soddisfatte, le autorità sottolineano come il sito rappresentasse una delle piattaforme pedopornografiche più grandi e influenti del panorama mondiale.

Creato nel giugno del 2019, Boystown ha accumulato nei suoi pochi anni di vita più di 400.000 membri, molti dei quali saranno ora indagati. Viste le dinamiche operative, non è detto che si riesca a risalire alle loro identità, tuttavia a risultare già sotto arresto sono tre sospetti amministratori e un utente che avrebbe contribuito alla vita della community postando la bellezza di circa 3.500 contenuti.

I quattro, tutti tedeschi, hanno un’età che spazia dai 40 ai 64 anni e sono stati rintracciati grazie agli sforzi congiunti dell’Europol, nonché delle forze dell’ordine di Paesi Bassi, Svezia, Australia, Stati Uniti e Canada. Coinvolto nella faccenda è anche il Paraguay, Paese in cui è stato arrestato uno dei potenziali admin, ora in attesa di estradizione.

Il sito pedofilo offriva diversi canali di confronto, nonché tutorial che offrivano raccomandazioni e consigli sul come usare al meglio il dark web, in modo da poter mantenere nascoste le proprie tracce.

 

Potrebbe anche interessarti:

 

 

Uomo cerca di comprare arma chimica online, viene arrestato
Uomo cerca di comprare arma chimica online, viene arrestato
Dark Web, in vendita altri 73 milioni di dati personali
Dark Web, in vendita altri 73 milioni di dati personali
Facebook: il super archivio con i dati degli utenti in vendita sul dark web
Facebook: il super archivio con i dati degli utenti in vendita sul dark web
Facebook: il super archivio con i dati degli utenti in vendita sul dark web
Facebook: il super archivio con i dati degli utenti in vendita sul dark web