Twitter, ora il 4K arriva anche sull’app iOS e Android

2 mesi fa

Twitter ha annunciato sul suo stesso portale che, a partire da oggi, il sistema permetterà agli utenti iOS e Android di caricare sui propri profili gli scatti in 4K. Sebbene la funzione non sia del tutto inedita – era infatti presente sulla web app del social -, il garantire un simile aumento della risoluzione agli utenti mobile non potrà che far felici tutti coloro che consultano e producono contenuti direttamente da smartphone. E sono molti.

Fino a quest’ultimo aggiornamento, la risoluzione massima prevista dalle app mobile di Twitter era infatti un dignitoso 2048 x 2048, ma il passaggio al 4K (ovvero al 4096 x 4096) corona il sogno di chiunque voglia vivere in un universo in HD.

Per permettere una navigazione più celere e un traffico dati contenuto, la funzione è disattivata di default, ma il passaggio all’alta definizione è decisamente agile, basta aggiornare le proprie preferenze nelle impostazioni, sotto la voce “Utilizzo dati”. A seconda del proprio piano tariffario, è il caso di abilitare la nuova voce solo in presenza di una connessione Wi-fi, se non si vogliono esaurire i GB in un battibaleno.

Potrebbe anche interessarti:

 

 

Twitter: i trends sono manipolabili anche in via occulta
Twitter: i trends sono manipolabili anche in via occulta
Twitter: in Nigeria un tweet può costarti la prigione
Twitter: in Nigeria un tweet può costarti la prigione
Twitter: l'India concede al social tre settimane per mettersi in regola
Twitter: l'India concede al social tre settimane per mettersi in regola
Twitter si prepara a catalogare diversi gradi di disinformazione
Twitter si prepara a catalogare diversi gradi di disinformazione
Twitter si prende una pausa nella gestione delle "spunte blu"
Twitter si prende una pausa nella gestione delle "spunte blu"
Twitter ha paura per i suoi dipendenti in India
Twitter ha paura per i suoi dipendenti in India
Instagram e Twitter avevano nascosto i post di denuncia dei palestinesi su Israele, ma per sbaglio
Instagram e Twitter avevano nascosto i post di denuncia dei palestinesi su Israele, ma per sbaglio