Seaspiracy: la denuncia della distruzione dell’industria della pesca

29
2 anni fa

Seaspiracy

 

Creato dai produttori dietro il pluripremiato documentario del 2014 Cowspiracy, a cui è stato attribuito il merito di elevare enormemente la consapevolezza del legame tra cambiamento climatico e agricoltura animale, Seaspiracy, di prossima uscita, dovrebbe offrire la stessa esperienza aprendo gli occhi sull’industria della pesca globale.

Il documentario andrà in onda a livello globale il 24 marzo su Netflix, il produttore esecutivo Kip Andersen descrive l’argomento del film come il pezzo mancante più importante del puzzle ambientale, aggiungendo che chiunque abbia a cuore l’oceano e il proprio futuro deve guardare questo film.

Il regista Ali Tabrizi afferma che durante la realizzazione del film, il team è stato colto di sorpresa, avendo precedentemente sottovalutato l’enormità di ciò che stavano per scoprire.

Sono sempre stato affascinato dall’oceano. Ma questa visione romantica che ho sempre avuto dell’oceano è cambiata completamente. Sono stato costretto a confrontarmi con un lato della storia che non ho mai conosciuto. Ha osservato Tabrizi nel trailer ufficiale del film.

 

In un messaggio scritto, il team di Seaspiracy ha dichiarato: Questo film trasformerà radicalmente il modo in cui pensiamo e agiamo sulla conservazione dell’oceano per sempre. È ora che concentriamo le nostre preoccupazioni ecologiche ed etiche sui nostri mari e sui suoi abitanti. Questa è una nuova era per il modo in cui trattiamo l’habitat più importante della terra.

L’attivista marittimo di lunga data Gary Stokes, il fondatore della ONG OceansAsia Gche è presente nel film, ha detto che è felice di aver realizzato il documentario. Fotografo professionista e istruttore subacqueo, Stokes ha ricoperto in precedenza il ruolo di Direttore di Sea Shepherd Asia durante il quale è diventato un abile investigatore e ha lavorato per esporre l’industria delle pinne di squalo.

 

Se Seaspiracy avrà un impatto tanto quanto Cowspiracy, allora è destinato a cambiare i cuori e le menti su ciò che l’umanità sta facendo ai nostri oceani, soprattutto a causa dell’aumento dei tassi di consumo insostenibile di frutti di mare che sta sostenendo l’industria della pesca.

Mentre i recenti riflettori sono caduti sulle enormi emissioni attribuibili all’allevamento, meno attenzione è stata prestata alle atrocità ambientali legate alla pesca, con le operazioni di pesca commerciale responsabili di quasi il 50% dei rifiuti di plastica oceanici, la perdita di specie non mirate come i delfini e le tartarughe marine nelle catture accessorie, e la minaccia reale di spazzare via tutti i nostri stock ittici oceanici entro il 2048.

 

 

 

Unsolved Mysteries ha contribuito a risolvere un caso?
Unsolved Mysteries ha contribuito a risolvere un caso?
Friends: la censura delle braccia nude su un giornale turco
Friends: la censura delle braccia nude su un giornale turco
Studio Ghibli: il parco a tema svela il primo sguardo al castello di Howl
Studio Ghibli: il parco a tema svela il primo sguardo al castello di Howl
Spencer: la prima foto di Kristen Stewart nei panni della principessa Diana
Spencer: la prima foto di Kristen Stewart nei panni della principessa Diana
David Lynch: un eccentrico maestro del surrealismo cinematografico
David Lynch: un eccentrico maestro del surrealismo cinematografico
Netflix sfonda il tetto dei 200 milioni di abbonati, ma la strada del 2021 è in salita
Netflix sfonda il tetto dei 200 milioni di abbonati, ma la strada del 2021 è in salita
TVer, la televisione giapponese diventa smart
TVer, la televisione giapponese diventa smart

Benvenuto

Continua in modo "Gratuito" Accetta i cookies per continuare a navigare con le pubblicità Informazioni su pubblicità e cookies nella nostra Informativa sulla Privacy
oppure, attiva un Abbonamento l'abbonamento ti permette di navigare senza tracciamenti Hai già un abbonamento? Accedi al tuo profilo

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque tincidunt est est, in vulputate nisi eleifend eu. Pellentesque at auctor mauris, sed vestibulum tortor. Sed ac lectus hendrerit, congue dui quis, rhoncus purus. Morbi vel ultrices ex. Vestibulum nec venenatis magna. Duis quis egestas lorem. Vivamus imperdiet purus sit amet convallis interdum. Vivamus orci erat, porttitor at aliquam et, ultrices ac sapien. Interdum et malesuada fames ac ante ipsum primis in faucibus. Cras orci mi, maximus sed suscipit ut, hendrerit ut augue. Duis enim augue, gravida et nisi nec, auctor pellentesque neque. Donec sollicitudin a dui non placerat. Integer eu scelerisque leo. Nulla facilisi. Aliquam in aliquam mauris. Suspendisse potenti. Donec efficitur leo id nunc imperdiet, ut pretium velit interdum. Aliquam eu sem et nisi pretium consequat. Ut at facilisis ex, in sollicitudin justo. Nunc maximus vulputate ipsum, non pharetra turpis luctus in. Suspendisse potenti. Nunc mattis est elit, nec varius risus blandit vestibulum. Proin id diam ac lacus dignissim finibus.