Fuggitivo viene arrestato mentre esce dal rifugio per comprare Call of Duty

11
1 mese fa

Forse se la sarebbe anche cavata Clint Butler, 36 anni, se non fossimo nel bel mezzo di una pandemia e se le città di Birmingham non fosse sotto lockdown. Girando per le strade con un suo compare è incappato immediatamente in una pattuglia e il suo fare indifferente non è bastato a confondere gli agenti.

Butler era evaso nel novembre del 2020 dalla prigione HMP Spring Hill, prigione nella quale sarebbe dovuto rimanere per la bellezza di diciassette anni per accuse che vanno dalla rapina ai reati a man armata.

Nonostante ragionevolmente fosse sensato starsene con un basso profilo, il fuggitivo ha comunque deciso di uscire di casa con lo scopo, a dire del suo amico, di mettere le mani su Call Of Duty: Black Ops: Cold War.

La polizia ha notato immediatamente la coppia, se non altro perché i due hanno cercato di cambiare repentinamente strada non appena hanno intravisto gli agenti, un atteggiamento sospetto che si è meritato qualche domanda di rito.

Quando Butler ha capito che i poliziotti avevano ormai intuito che qualcosa non fosse del tutto a norma, è partito all’attacco per aprirsi un varco e fuggire. Non ha funzionato.

L’uomo è stato nuovamente arrestato e ora la sua pena si è allungata di altri 19 mesi, 13 per l’evasione e 6 per aver assalito un ufficiale di polizia.

 

Potrebbe anche interessarti:

 

 

Paura di perdere
Paura di perdere
Tokarev TT-33
Tokarev TT-33
Tokarev TT-33
Tokarev TT-33