Samsung e Mastercard sono pronte alle carte di credito a impronte digitali

16
1 mese fa

Pronti per le carte di credito che leggono le impronte digitali? No?! Peccato, questo è il futuro immaginato da Samsung e Mastercard.

Nell’attesa che la tecnologia arrivi finalmente a impiantare a tutti un chip di credito subcutanei, l’azienda tecnologica coreana annuncia la joint venture con la multinazionale di servizi finanziari per creare delle “carte biometriche” compatibili coi POS e coi terminal che accettano i normali pagamenti contactless.

In passato Mastercard aveva già valutato di usare le impronte digitali in relazione alle carte di credito. All’epoca l’idea era quella di usare i dati biometrici dell’utente come controllo aggiuntivo da affiancare ai PIN. Con il nuovo sistema, i PIN potrebbero essere del tutto obsoleti.

Il nuovo progetto prevede infatti che i pagamenti saranno autenticati direttamente con la pressione del proprio pollice sui chip della carta, così da garantire “interazioni più sicure con un un numero ridotto di punti di contatto fisici”, ovvero non sarà più necessario toccare i gommosi pulsanti dei POS.

Per quanto possa sembrare una prospettiva alienante quella di concedere i propri dati biometrici a delle aziende di credito, bisogna contare che la pandemia di Covid-19 abbia scatenato una vera e propria ansia nei confronti della trasmissione virale.

Mentre buona parte degli italiani hanno superato la fase del lasciare la spesa sul balcone per permetterle di perdere la carica virale, altri Paesi sono ancora molto preoccupati dall’elemento tattile e pongono massima attenzione al limitare ogni forma di contatto con oggetti o persone.

Sempre più individui stanno quindi iniziando ad adoperare sistemi di pagamento contactless, che sia con la carta di credito o attraverso il telefonino, e alcuni ricercatori predicono che nei prossimi tre anni questo sistema potrebbe prendere piede negli Stati Uniti, al punto da far girare 1,5 trilioni di dollari.

Nel frattempo, a proposito di ansie, già da ora a temo che i borseggiatori possano iniziare ad andare in giro con pesanti tronchesi.

 

 

Potrebbe anche interessarti:

 

 

Samsung userà i pannelli OLED di LG, accordo praticamente già raggiunto (rumor)
Samsung userà i pannelli OLED di LG, accordo praticamente già raggiunto (rumor)
Galaxy Book Pro, una leak ci mostra il device
Galaxy Book Pro, una leak ci mostra il device
Samsung dà la triste conferma: il nuovo Galaxy Note potrebbe non arrivare nel 2021
Samsung dà la triste conferma: il nuovo Galaxy Note potrebbe non arrivare nel 2021
Samsung Galaxy S21 Ultra: che flop, il comparto fotografico fa passi indietro
Samsung Galaxy S21 Ultra: che flop, il comparto fotografico fa passi indietro
Facebook sborsa 650 milioni di dollari per risolvere una class action
Facebook sborsa 650 milioni di dollari per risolvere una class action
Mercato TV in crescita, ma a vincere sono i brand cinesi
Mercato TV in crescita, ma a vincere sono i brand cinesi
Samsung ferma le fabbriche di chip in Texas, colpa del maltempo
Samsung ferma le fabbriche di chip in Texas, colpa del maltempo