Hugh Grant rivela perché ha smesso di recitare per un po’ di tempo

28 Novembre

hugh grant

Hugh Grant ha preso una lunga pausa dalla recitazione dopo il film Scrivimi una Canzone del 2007. Recentemente l’attore ne ha rivelato le motivazioni.

Hugh Grant, che attualmente sta godendo di un importante ritorno in carriera con il successo di The Undoing (Le Verità non dette) della HBO, ha spiegato perché ha smesso di recitare per un po’ di tempo. L’attore in un’intervista al Los Angeles Times ha affermato che i giorni in cui era un attore protagonista molto ben pagato sono passati improvvisamente dall’oggi al domani.

L’attore britannico, meglio conosciuto per aver interpretato personaggi famosi in modo affascinante e goffo in commedie romantiche come Quattro Matrimoni e un Funerale (1994) e Notting Hill (1999), ha ufficialmente lasciato la recitazione dopo il suo film del 2007 con Drew Barrymore, Scrivimi una Canzone, tornando brevemente nel 2009 per il film ampiamente stroncato dalla critica: Che fine hanno fatto i Morgan?

Ho iniziato ad avere un atteggiamento negativo dal 2005 in poi, poco dopo Scrivimi una Canzone. Ne ho avuto abbastanza. Poi sono tornato nel 2009 e ho fatto un altro film. A quel punto, non ero io a rinunciare a Hollywood. Hollywood ha rinunciato perché ho fatto un enorme buco nell’acqua con quel film con Sarah Jessica Parker. Che lo volessi o meno dopo, i giorni in cui ero un protagonista ben pagato erano finiti. È stato un po’ umiliante, ma ha lasciato la vita libera per altre cose. Ha detto al Los Angeles Times

Grant alla fine è tornato a recitare, interpretando Florence Foster Jenkins del 2016, Paddington 2 del 2017 e il suo attuale ruolo al fianco di Nicole Kidman nei panni di Jonathan Fraser in The Undoing. In The Undoing, Grant interpreta un ambiguo oncologo infantile, che, sebbene apparentemente molto amabile, potrebbe in realtà essere un assassino.

 

 

Aree Tematiche
Cinema Entertainment Home Video News
Tag
sabato 28 Novembre 2020 - 15:40
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd