Coronavirus: più di cinquanta milioni di casi a livello mondiale

6 mesi fa

coronavirus

Cifre sempre più preoccupanti per il coronavirus a livello mondiale, che raggiunge tristemente la quota di cinquanta milioni di infetti.

L’ultimo mese ha rappresentato un forte aumento nell’incidenza di Sars-CoV-2, con ben il 25% di questa quota di persone infette. Senz’ombra di dubbio ottobre è stato uno dei mesi peggiori di questa pandemia, con gli Stati Uniti che hanno raggiunto il triste primato di oltre 100’000 casi al giorno.

Ad oggi, sono ben 1.25 milioni le persone morte per Covid-19, e il numero è purtroppo destinato a salire nel corso delle prossime settimane, in concomitanza con la seconda ondata di coronavirus. In particolare sarebbe proprio l’Europa la zona più afflitta dalla pandemia, con 12 milioni di casi e il 24% di morti sulla cifra totale mondiale. Stando ai dati di Reuters, si registrebbero in Europa circa un milione di casi nuovi ogni tre giorni.

Sappiamo infatti come questa ondata stia affliggendo il continente europeo, con diverse nazioni come la Germania, la Franca, il Regno Unito (e, ovviamente, la stessa Italia) che hanno ricorso a lockdown più o meno restrittivi.

Non ci resta a questo punto che attendere con impazienza l’arrivo di un vaccino sicuro ed efficace, previsto verosimilmente per i primi mesi del 2021, nella speranza che i contagi e i morti diminuiscano progressivamente nel corso dei prossimi mesi.

 

Coronavirus: negli USA si inizia a pagare la gente perché accetti la vaccinazione
Coronavirus: negli USA si inizia a pagare la gente perché accetti la vaccinazione
Coronavirus: in Regno Unito si fanno rave senza mascherina, per scopi scientifici
Coronavirus: in Regno Unito si fanno rave senza mascherina, per scopi scientifici
Selena Gomez vuole che Mario Draghi doni i vaccini in eccesso "a chi ne ha bisogno"
Selena Gomez vuole che Mario Draghi doni i vaccini in eccesso "a chi ne ha bisogno"
Pfizer: probabilmente sarà necessaria una terza iniezione
Pfizer: probabilmente sarà necessaria una terza iniezione
Coronavirus, chi si informa su TV e social ne sa meno
Coronavirus, chi si informa su TV e social ne sa meno
Covid, la vergogna contribuisce a non denunciare le infezioni
Covid, la vergogna contribuisce a non denunciare le infezioni
La pandemia ha acuito il senso di solitudine, soprattutto nelle donne
La pandemia ha acuito il senso di solitudine, soprattutto nelle donne