Caffè: se la notte è stata insonne meglio berlo dopo colazione

20 Ottobre

Caffè

Dopo una pessima notte di sonno il momento migliore per bere il caffè è dopo colazione: bere il caffè a stomaco pieno aiuterebbe il metabolismo.

Anche se la prima cosa a cui si pensa svegliandosi al mattino è una bella tazza di caffè fumante sarebbe meglio aspettare e consumare prima una buona colazione. I ricercatori del Center for Nutrition, Exercise & Metabolism della University of Bath nel Regno Unito hanno scoperto come bere il caffè come prima cosa al mattino dopo una brutta notte possa fare male al proprio metabolismo.

Il team di ricerca ha condotto uno studio eseguendo un sondaggio su 29 partecipanti sani di sesso maschile e femminile e sottoponendoli a tre diversi esperimenti.

Iniziare un giorno dopo una notte di sonno debole con un caffè forte ha avuto un effetto negativo sul metabolismo del glucosio di circa il 50%

ha affermato Harry Smith, autore principale dello studio.

Potremmo migliorare la situazione mangiando prima e poi bevendo il caffè se sentiamo di averne ancora bisogno. Sapere che questo può avere importanti benefici per la salute per tutti noi

ha spiegato il professor James Betts, che ha supervisionato lo studio.

Mantenere sotto controllo i livelli di zucchero nel sangue è ciò che aiuta a controllare le condizioni, come il diabete e le malattie cardiache.

 

Lo studio ha dimostrato che bere caffè come prima cosa da fare dopo una notte di sonno disturbata può avere effetti negativi sui livelli di zucchero nel sangue.

 

Il team condurrà ulteriori studi sull’influenza del sonno sul metabolismo e anche come l’esercizio fisico possa aiutare a contrastare gli effetti negativi dei disturbi del sonno e sul nostro sistema metabolico.

Lo studio è stato pubblicato sul British Journal of Nutrition.

 

 

Aree Tematiche
Medicina News Scienze
Tag
martedì 20 Ottobre 2020 - 15:14
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd