Twitter inizierà a spiegare da dove nascono i trend

1 anno fa

Notando la confusione degli utenti, Twitter ha deciso di introdurre un algoritmo utile a contestualizzare i vari trend che emergono sul social.

In un post affidato al proprio blog, l’azienda digitale promette di impegnarsi a inserire approfondimenti utili a comprendere perché alcune tematiche finiscono con il catalizzare l’attenzione del pubblico.

Qualche mese fa, in Italia aveva scalato la classifica delle tendenze l’hashtag #BlueLivesMatter, motto con cui l’alt-right statunitense si erge in supporto alla polizia, attualmente al centro di mille critiche per colpa dei numerosi abusi contro le minoranze etniche.

Com’è che un’hashtag simile ha preso piede nel Bel Paese e perché? Alla fine si trattava solamente una una canzonatura e, andando a consultare i singoli tweet, non ci si imbatteva che in post con puffi e gruppi k-pop.

La nuova funzione dovrebbe risolvere a monte questo genere di ambiguità, ovvero si impegna a evidenziare al pubblico tutti quei tweet essenziali a illustrare il senso dei trend che stanno coinvolgendo l’intero social.

Ogni tanto il giusto tweet può aiutare a dare un senso al trend. A partire da oggi, alcuni trend saranno legati a un tweet rappresentativo, così da offrire una panoramica immediata sulla tendenza.

Una combinazione di algoritmi e di supervisione dal nostro team determina se un tweet sia rappresentativo del trend valutando quanto sia popolare il tweet stesso e quanto sia in grado di riflettere il tema della tendenza,

recita il comunicato.

La nuova funzione sarà attualmente testata in Arabia Saudita, Argentina, Australia, Brasile, Canada, Colombia, Egitto, Emirati Arabi Uniti, Francia, Giappone, India, Irlanda, Messico, Nuova Zelanda, Regno Unito, Spagna e Stati Uniti. 

Nulla toglie che, una volta ottimizzata la parte tecnica, il servizio debutti anche sui nostri lidi, ma per ora gli italiani dovranno ancora arrangiarsi alla maniera artigianale, cercando manualmente di risalire alla fonte delle tendenze.

 

Potrebbe anche interessarti:

 

 

Twitter dà il via ai test per un’etichetta dei bot
Twitter dà il via ai test per un’etichetta dei bot
Twitter introduce le Community, dei veri e propri gruppi
Twitter introduce le Community, dei veri e propri gruppi
Twitter testa su iOS un nuovo aspetto per i Tweet con dei media
Twitter testa su iOS un nuovo aspetto per i Tweet con dei media
Twitter testa le iscrizioni alle newsletter dai profili
Twitter testa le iscrizioni alle newsletter dai profili
Twitter lancia una feature per segnalare la disinformazione
Twitter lancia una feature per segnalare la disinformazione
Twitter ferma la verifica dei profili, confermati alcuni fake
Twitter ferma la verifica dei profili, confermati alcuni fake
TweetDeck: partono i primi test per la nuova versione
TweetDeck: partono i primi test per la nuova versione