MacKenzie Scott: l’ex first lady dell’impero Amazon ha donato 1,7 mld in beneficenza

251
9 mesi fa

MacKenzie Scott dopo il divorzio da Jeff Bezos è diventata la donna più ricca al mondo. Negli ultimi 12 mesi ha donato quasi 2 miliardi di dollari in beneficenza.

MacKenzie Scott di professione fa la scrittrice di romanzi, ma la sua fortuna viene quasi interamente dal divorzio con l’ex marito Jeff Bezos. Dall’accordo con l’ex marito ha ottenuto il controllo del 4% delle azioni di Amazon. All’epoca valevano quasi 40 miliardi di dollari, oggi molto di più.

Il patrimonio della Scott, ora come ora, dovrebbe valere attorno ai 60 miliardi di dollari.

L’ex first lady dell’impero Amazon ha deciso di donare una fetta rilevante del suo patrimonio in beneficenza, andando a sostenere non solo questioni come le emergenze sanitarie e la lotta al cambiamento climatico o all’ineguaglianza, ma anche cause politiche come l’equità di genere, l’avanzamento dei diritti LGTB e la lotta alle discriminazioni razziali.

I fondi dati in beneficenza da MacKenzie Scott sono stati così divisi:

  • Uguaglianza razziale:  $ 586,700,000
  • LGBTQ+: $ 46,000,000
  • Uguaglianza di genere: $ 133,000,000
  • Mobilità economica: $ 399,500,000
  • “Empathy & Bridging Divides”: $ 55,000,000
  • Democrazia funzionale: $ 72,000,000
  • Salute Pubblica: $ 128,300,000
  • Sviluppo globale: $ 130,000,000
  • Cambiamenti climatici: $ 125,000,000

Il gesto della scrittrice va ascritto all’interno dell’iniziativa The Giving Pledge, campagna di Bill Gates e Warren Buffett per persuadere l’1% del mondo a donare quanto più possibile in beneficenza. L’iniziativa nasce nel 2010, ricorda The Verge, mentre ad oggi sono oltre 200 i firmatari del “pledge“.

 

 

LEGO Harry Potter: due nuovi set avvistati su Amazon Spagna
LEGO Harry Potter: due nuovi set avvistati su Amazon Spagna
Amazon chiede scusa per le recenti "imprecisioni" su Twitter
Amazon chiede scusa per le recenti "imprecisioni" su Twitter
Hot Pink: Sarah Michelle Gellar nella serie tv di Amazon
Hot Pink: Sarah Michelle Gellar nella serie tv di Amazon
Amazon vorrebbe costruirsi i chip da sola
Amazon vorrebbe costruirsi i chip da sola
Amazon, i dipendenti pensavano che Twitter fosse stato hackerato
Amazon, i dipendenti pensavano che Twitter fosse stato hackerato
Amazon sotto accusa per i prodotti venduti da terzi, si ritiene non responsabile
Amazon sotto accusa per i prodotti venduti da terzi, si ritiene non responsabile
Sciopero Amazon, la richiesta dei dipendenti: "non fate acquisti per 24 ore"
Sciopero Amazon, la richiesta dei dipendenti: "non fate acquisti per 24 ore"