Energia solare: pannelli solari efficienti con componenti sostenibili

34
11 mesi fa

Una nuova tecnologia è riuscita a rendere alta l’efficienza di pannelli solari costruiti con bronzo e ottone, materiali più sostenibili e abbondanti e non tossici.

I pannelli solari sono importanti per impostare una vita più sostenibile su questo pianeta, ma perché siano davvero efficaci devono essere efficienti, economici e non tossici. Una nuova tecnologia potrebbe renderli più sostenibili riuscendo a produrli a base di bronzo e ottone, due materiali molto più abbondanti rispetto alle attuali terre rare utilizzate per produrli e soprattutto non tossici.

Il team DGIST ha preparato celle solari che ha chiamato CZTSSe e una di esse ha mostrato un record mondiale di efficienza di conversione del 12,6%.

L’importanza di questa nuova tecnologia risiede nel fatto che tale efficienza è stata realizzata dal team, guidato dal Dr. Jin-Kyu Kang e dal Dr. Dae-Hwan Kim, in pannelli solari che hanno al loro interno bronzo e ottone, materiali che di solito non riescono a raggiungere questa elevata performance nelle celle solari.

Le celle solari a film sottile che usano bronzo (Cu-Sn) e ottone (Cu-Zn) come materiali di base sono composte da materiali atossici e abbondanti e sono stati studiati in tutto il mondo per il loro basso costo, elevata durata e sostenibilità.

Tuttavia, l’utilizzo di queste leghe nella tecnologia dei film sottili ha i suoi svantaggi. Sebbene l’efficienza teorica di questi pannelli corrisponda all’efficienza dei prodotti di punta del mercato, in pratica essi tendono a sottoperformare drasticamente.

Ciò è dovuto alla formazione di vari difetti nei materiali che minano il flusso di corrente, con conseguente perdita nell’elettricità generata.

I ricercatori sono riusciti nel loro intento giocando con il profilo di ricottura, che ha un forte effetto sulla granulometria del film sottile CZTSSe: maggiore è il tempo di ricottura e più elevata la temperatura, maggiori sono i granuli e minore è la perdita di elettricità.

Tuttavia, con l’aumentare del tempo e della temperatura di ricottura si verifica un cambiamento nelle proprietà del film sottile: per aggirare questo problema, il team ha utilizzato uno speciale metodo che ha permesso ai grani di CZTSSe di crescere a un ritmo più rapido.

La nostra tecnologia ha diverse applicazioni, compresi dispositivi elettronici, articoli per la casa, edifici e veicoli. Le celle solari CZTS sono prive degli attuali inconvenienti generati dai metalli tossici e rari. Possiamo installarle ovunque.

Concludono i ricercatori.

 

 

Uno studio ha rivelato un materiale autoriparante per pannelli fotovoltaici
Uno studio ha rivelato un materiale autoriparante per pannelli fotovoltaici
Uno studio ha rivelato un materiale autoriparante per pannelli fotovoltaici
Uno studio ha rivelato un materiale autoriparante per pannelli fotovoltaici