Marte: la NASA ti permette di controllare Curiosity, dal PC di casa

940
3 anni fa

In attesa di cominciare la nuova avventura con il rover Persevernace a luglio, la NASA ha avviato il programma Al4Mars, grazie al quale chiunque potrà esplorare Marte da remoto con Curiosity. Più o meno.

Spieghiamo meglio. La NASA con questo programma – ospitato dalla piattaforma Zooniverse – permetterà alle persone di gestire il “vecchio” rover Curiosity, che passeggia sul Pianeta Rosso dall’ormai lontano 2012.

Attenzione, però: questa iniziativa non consente di controllare e muovere direttamente il rover e quindi andare dove si vuole, ma c’è uno specifico obiettivo scientifico: etichettare le diverse parti della superficie marziana attraversata da Curiosity, i cui movimenti restano quindi slegati dall’aiutante casalingo. E si può classificare veramente qualsiasi cosa: rocce, sabbia, terra e tantissimo altro ancora.

E il tutto si può fare comodamente da casa, tramite un computer dotato di connessione internet e un semplice browser web. Ogni etichetta verrà poi raggruppata all’interno di un ampio database che raccoglie le informazioni più o meno approssimative di ciò che ha incontrato il rover lungo il suo cammino.

Si tratta di una iniziativa creata ad hoc per coinvolgere le persone a partecipare all’esplorazione di Marte insieme alla NASA e al tempo stesso aiutare il team di ricercatoti e scienziati ad ottenere un’immagine più chiara del tipo di terreno con cui il rover sta lavorando.

Userete le vostre superiori capacità cognitive e artistiche – fa sapere la NASA in una nota ufficiale – per etichettare le immagini dal rover Curiosity, creando collettivamente il primo set di dati di classificazione della navigazione open source del Pianeta Rosso. Sarà usato – come il set di dati dei paesaggi urbani – dai team per addestrare i rover a comprendere gli ambienti marziani, aprendo la strada a future missioni per svelare i segreti del nostro ‘vicino più vicino’

 

Telescopio: la NASA alla scoperta di mondi alieni
Telescopio: la NASA alla scoperta di mondi alieni
La coppia di buchi neri più vicina alla collisione
La coppia di buchi neri più vicina alla collisione
La NASA conferma il primo esopianeta
La NASA conferma il primo esopianeta
Il telescopio James Webb svela galassie simili alla Via Lattea
Il telescopio James Webb svela galassie simili alla Via Lattea
Perseverance: primo campione di Marte che andrà sulla Terra
Perseverance: primo campione di Marte che andrà sulla Terra
Luna e Marte: accordo tra Asi e Museo di Prato
Luna e Marte: accordo tra Asi e Museo di Prato
Titano, nuvole di metano e fiumi di gas liquefatto
Titano, nuvole di metano e fiumi di gas liquefatto