CORONAVIRUS

COVID-19: quale impatto sugli investimenti a lungo termine in energia pulita?

3
23 Giugno

La crisi economica innescata dalla pandemia di COVID-19 potrebbe avere un impatto devastante sugli investimenti a lungo termine in energia pulita.

I benefici ambientali a breve termine della crisi COVID-19, compresi i cali delle emissioni di carbonio e dell’inquinamento atmosferico locale, sono stati documentati sin dai primi giorni della crisi.

Questo rivestimento d’argento alla crisi globale, tuttavia, potrebbe essere ampiamente compensato dagli impatti a lungo termine sull’innovazione dell’energia pulita, secondo un nuovo studio condotto da Yale.

La crisi economica innescata dalla pandemia, affermano i ricercatori, potrebbe avere un impatto devastante sugli investimenti a lungo termine in energia pulita.

In uno dei peggiori, ma realistico, tra gli scenari simulati prevedono che potrebbero essere emesse ulteriori 2.500 milioni di tonnellate di anidride carbonica, causando 40 morti in più al mese, fino al 2035.

Questa crisi globale ritarderà sicuramente gli investimenti nell’energia pulita.

Ha affermato Kenneth Gillingham, professore associato di economia ambientale ed energetica presso la Yale School of Forestry & Environmental Studies (F&ES) e autore principale dell’articolo.

Tali benefici a breve termine sono stati sostanziali. Il consumo di carburante e benzina, ad esempio, è diminuito del 50 e 30 %, rispettivamente, dall’inizio di marzo al 7 giugno, mentre la domanda di elettricità è diminuita del 10 %. Questi impatti hanno salvato circa 200 vite al mese dall’inizio dei blocchi.

Tuttavia, c’è stato anche un altro risultato meno evidente, ma molto grave: la maggior parte degli investimenti nelle tecnologie per l’energia pulita si è fermata.

Attingendo alle prove di precedenti shock economici, i ricercatori esaminano due possibili scenari a lungo termine negli Stati Uniti. Nel migliore dei casi, in cui la minaccia si attenui relativamente rapidamente, dovrebbero esserci poche implicazioni a lungo termine. La maggior parte delle richieste di prodotti e servizi, prevedono, “saranno rinviate piuttosto che distrutte”. Mentre il calo record delle emissioni sarebbe temporaneo, gli investimenti in nuove soluzioni energetiche raggiungerebbero probabilmente livelli pre-pandemici.

In caso invece di persistente recessione a lungo termine, tuttavia, gli impatti sull’innovazione energetica sarebbero significativi. Mentre l’uso di energia legato ai viaggi potrebbe rimanere più basso, il consumo di energia domestica aumenterebbe e l’uso di edifici commerciali rimarrebbe sostanzialmente invariato, in particolare se gli spazi degli uffici vengono utilizzati in modo simile (anche se molti più lavoratori nel mondo stanno ancora lavorando da casa o potranno continuare a farlo in futuro).

Inoltre, se le persone prendessero meno i mezzi pubblici, molti pendolari potrebbero iniziare a usare mezzi personali semplicemente di guidare.

L’impatto maggiore, tuttavia, sarebbe sul settore dell’innovazione energetica, afferma lo studio. Gli investimenti nelle tecnologie a basse emissioni di carbonio si esaurirebbero, la transizione verso flotte di veicoli più pulite verrebbe interrotta e le case automobilistiche a corto di liquidità abbandonerebbero nuove tecnologie di efficienza energetica e dei veicoli.

Ad esempio, ci sono stati molti investimenti in veicoli elettrici

Affermano i ricercatori.

Ma se le aziende stanno solo cercando di sopravvivere, è molto meno probabile che possano fare grandi investimenti verso le nuove tecnologie per la prossima generazione perché non sanno nemmeno se arriveranno alla prossima generazione.

Tuttavia, mentre l’incertezza di questa crisi rappresenta minacce potenzialmente enormi, presenta anche un’opportunità. Se i governi producessero pacchetti di incentivi per rafforzare l’economia, anche i modesti investimenti in tecnologie energetiche pulite pagherebbero dividendi a lungo termine.

Includere una componente verde in questi pacchetti di stimolo sarebbe un investimento per il futuro, ma produrrebbe anche vantaggi a breve termine, è tutto nelle mani dei politici, che speriamo riescano a prendere le giuste decisioni.

 

 

Potrebbe interessarti:

 

 

 

 

Aree Tematiche
Attualità Economia Natura Real Life Scienze
Tag
martedì 23 giugno 2020 - 14:45
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd