Workeen, l’app che ti spiega come cercare lavoro

11
11 mesi fa

workeen app

Esce su Android Workeen, app di edutainment che insegna ai migranti come introdursi nel mondo del lavoro.

In vista della Giornata mondiale del rifugiato, il team di Sirius project coordinato dal dipartimento di Scienze economiche e aziendali dell’Università di Parma mette online Workeen, un videogame che illustra a migranti e non come interfacciarsi con i centri per l’impiego.

Sviluppata come parte dal programma di ricerca europeo Horizon 2020, l’applicazione offre un training interattivo arricchito da tutorial e consigli sul come interfacciarsi con le convenzioni professionali condivise in molti dei paesi occidentali.

Workeen è stato progettato da un team di ricercatori di scienze sociali ed economiche, nonché da ingegneri con sede in sette Paesi europei e in Canada. Per renderlo accessibile a un ampio spettro di utenti, il titolo è stato tradotto e distribuito in italiano, inglese, arabo, farsi, ceco, danese, finlandese, francese e greco.

Il gioco si divide in due livelli. Nel primo gli utenti vengono istruiti sul piano burocratico-istituzionale, ovvero quali siano i documenti da presentare per dare avvio alla ricerca lavorativa e dove trovarli.

 

workeen app

 

Nel secondo, Workeen si concentra sull’illustrare usi e costumi del tipico luogo di lavoro, evidenziando quali siano i comportamenti considerati inopportuni, ma anche l’importanza del conoscere e del fare rispettare i propri diritti.

L’applicazione riconosce inoltre l’importanza vitale della componente sociale: non solo offre consigli sul come porsi durante i vari colloqui di lavoro, ma invita i disoccupati anche a crearsi una rete sociale attraverso il volontariato, laico o religioso che sia.

Trattandosi di un gioco di infotainement, Workeen ignora deliberatamente tutta una serie di complessità, ambiguità e difficoltà endemiche al sistema del lavoro italiano, ma se lo considera come primissimo passo, come svezzamento edulcorato, il titolo sa porsi in modo accogliente e propositivo, offrendo le basi per un’impresa che è spesso alienante.

 

Potrebbe anche interessarti:

 

 

Affective Health: ecco come lo smartphone leggerà le nostre emozioni
Affective Health: ecco come lo smartphone leggerà le nostre emozioni
Affective Health: ecco come lo smartphone leggerà le nostre emozioni
Affective Health: ecco come lo smartphone leggerà le nostre emozioni