Alzheimer: utilizzare la microgravità per studiarne le cause

19 Giugno

Alzheimer

La ISS come laboratorio ideale per studiare i meccanismi della formazione dell’aggregato anomalo di proteine associato a diverse malattie tra cui l’Alzheimer.

Il morbo di Alzheimer è una malattia che colpisce il cervello umano e potrebbe essere influenzata da diversi fattori ambientali tra cui la gravità. In questo caso la Stazione Spaziale Internazionale si presta ad essere l’ambiente sperimentale ideale per capire i meccanismi alla base della formazione di questa proteina che si deposita nei tessuti nei casi delle malattie croniche.

La malattia di Alzheimer è dovuta a una diffusa distruzione di neuroni causata da una proteina, la betamiloide, che si deposita tra i neuroni e agisce come una colla che mette insieme placche e ammassi neurofibrillari.

Queste modifiche non permettono ai neuroni di trasmettere gli impulsi nervosi provocandone la morte: la conseguenza è una degenerazione progressiva del cervello nel suo complesso.

I meccanismi della formazione dell’amiloide non sono noti ma potrebbero essere influenzati anche dalla gravità. È probabile infatti che influenzi i processi di assemblaggio molecolare necessari per studiare la proteina, spiega un comunicato stampa del National Institutes of Natural Sciences.

Infatti il team di scienziati ha confrontato i meccanismi di formazione dell’amiloide sulla Terra e sulla ISS scoprendo che il processo di formazione ha rallentato significativamente nell’ambiente di microgravità,

 

I risultati del team sono stati pubblicati sulla rivista Nature.

 

Può interessarti anche:

 

 

Aree Tematiche
Ingegneria Medicina News Scienze
Tag
venerdì 19 giugno 2020 - 13:41
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd