Diego: la tartaruga gigante delle Galapagos che ha salvato la sua specie è tornata a casa

261
16 Giugno 2020

Diego, la tartaruga gigante delle Galapagos, che si è riprodotta in cattività per tanti anni per salvare la sua specie è tornata in libertà.

Diego, la tartaruga gigante delle Galapagos che è stata impegnata tanti anni nello sforzo riproduttivo per mantenere viva la sua specie, è stato liberato sulla sua isola natale dopo decenni di allevamento in cattività.

Diego fu spedito dal programma di allevamento del Parco Nazionale delle Galapagos a Santa Cruz verso la remota e disabitata Espanola.

Stiamo chiudendo un capitolo importante nella gestione del parco

ha dichiarato il ministro Paulo Proano su Twitter, aggiungendo che 25 tartarughe tra cui il prolifico Diego,

stanno tornando a casa dopo decenni di riproduzione in cattività necessaria per salvare le loro specie dall’estinzione.

Espanola li ha accolti “a braccia aperte”, ha detto.

Prima di essere riportato in barca a Espanola, il centenario Diego e le altre tartarughe hanno subito un periodo di quarantena per assicurarsi che non trasportassero semi di piante non native dell’isola.

Diego pesa circa 80 chilogrammi, è lungo quasi 90 centimetri e alto 1,5 metri, se allunga completamente le gambe e il collo.

Diego è il patriarca responsabile del 40% della popolazione di tartarughe

Il contributo di Diego al programma sull’isola di Santa Cruz è stato particolarmente degno di nota, con i ranger del parco che lo ritengono il patriarca responsabile di almeno il 40% della popolazione di 2.000 tartarughe.

Circa 50 anni fa, c’erano solo due maschi e 12 femmine delle specie di Diego in vita su Espanola ed erano troppo sparsi per riprodursi.

Diego è stato portato dallo zoo di San Diego in California per unirsi al programma di allevamento istituito a metà degli anni ’60 per salvare la sua specie, Chelonoidis hoodensis.

 

Potrebbe interessarti:

 

 

 

 

 

Aree Tematiche
Natura News Scienze
Tag
martedì 16 Giugno 2020 - 12:33
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd