Google Drive ora riconosce il tuo volto su iPhone e iPad

17
1 anno fa

riconoscimento facciale

Con l’ultimo aggiornamento, Google Drive riconosce il suo padrone, proteggendo i suoi file da occhi indiscreti.

Oggi, 4 maggio, Google ha aggiunto una nuova funzione di Privacy Screen per la sua app di cloud storage. Il sistema di protezione richiede l’uso di dati biometrici, a scelta tra riconoscimento facciale o delle impronte digitali, e può essere attivato sui sistemi iOS e iPadOS.

 

aggiornamento google drive

 

Privacy Screen mette in dubbio l’identità dell’utente ogni volta che Google Drive viene aperto o quando si consulta un’applicazione terza. Un sistema di controllo solerte che, tuttavia, è possibile alleggerire con ritardi d’attivazione, così da non ingolfarsi il lavoro nel caso si dovessero gestire più tab in contemporanea.

Il programma, per stessa ammissione di Google, ha ancora delle notevoli falle. Le notifiche potrebbero non risultare protette e anche alcune funzionalità di Siri potrebbero non dialogare bene con l’aggiornamento.

Certo è che Alphabet, proprietaria di Google, si stia lanciando con sempre più convinzione nella raccolta dei dati biometrici dei propri clienti.

Solo poche settimane fa, l’azienda ha infatti aggiornato il software dei sui smartphone Pixel, risolvendo così il contrattempo che impediva al cellulare di cogliere la distinzione tra il viso di un utente consapevole e quello di un cadavere.

Una simile accelerazione da parte di Google potrebbe essere legata alle recenti evoluzioni politico-normative europee. Da sempre attenta al preservare la privacy, l’Unione Europea ha infatti lungamente considerato di introdurre una moratoria che bloccasse per cinque anni l’uso del riconoscimento facciale.

Questa eventualità è tuttavia sfumata a febbraio, quando Bruxelles ha deciso di delegare una simile decisione ai singoli stati membri. Nonostante le preoccupazioni legittime, l’UE si è dovuta infatti fare i conti in tasca, rendendosi conto che la risoluzione andrebbe ad affossare i finanziamenti tecnologici nel Vecchio Continente.

 

 

 

Google sta creando una rete Android per la funzione Trova il mio Telefono?
Google sta creando una rete Android per la funzione Trova il mio Telefono?
Pixel Buds A-Series: disponibili ora le nuove cuffie targate Google
Pixel Buds A-Series: disponibili ora le nuove cuffie targate Google
Apple fa causa all'azienda che ha aiutato l'FBI a craccare un iPhone
Apple fa causa all'azienda che ha aiutato l'FBI a craccare un iPhone
iOS, l'aggiornamento 14.4.2 è da scaricare quanto prima
iOS, l'aggiornamento 14.4.2 è da scaricare quanto prima
Android in palla per ore, ma un update sistema le cose
Android in palla per ore, ma un update sistema le cose
Apple cede alle richieste della Russia, sui nuovi iPhone le app da installare le sceglie il Governo
Apple cede alle richieste della Russia, sui nuovi iPhone le app da installare le sceglie il Governo
Microsoft Office, l'app arriva ufficialmente anche su iPad
Microsoft Office, l'app arriva ufficialmente anche su iPad