Realtà virtuale: un nuovo dispositivo per simulare le sensazioni tattili

112
28 Aprile

Un nuovo dispositivo per aggiungere sensazioni tattili alle coinvolgenti esperienze visive già possibili grazie alla realtà virtuale.

Un nuovo dispositivo per simulare la sensazione di muri e altri oggetti solidi nella realtà virtuale: grazie a delle sorte di stringhe attaccate alla mano, le dita creano un feedback tattile più realistico.

Se i sistemi di realtà virtuale di oggi possono infatti creare esperienze visive davvero coinvolgenti, non consentono ancora agli utenti di usare tutti i sensi, in particolare sono carenti nelle sensazioni tattili.

Un nuovo dispositivo sviluppato presso la Carnegie Mellon University, utilizzando delle specie di stringhe attaccate alla mano e alle dita riesce a simulare la sensazione di ostacoli e oggetti pesanti. Ciò avviene bloccando le stringhe quando la mano dell’utente si trova vicino a un muro virtuale, ad esempio. Allo stesso modo, il meccanismo a corde consente alle persone di sentire i contorni di una scultura virtuale, di percepire la resistenza quando spingono su un mobile o addirittura danno il cinque a un personaggio virtuale.

Cathy Fang, che si diplomerà alla CMU il mese prossimo con una laurea in ingegneria meccanica e interazione uomo-computer, ha affermato che il dispositivo montato sulla spalla sfrutta le stringhe caricate a molla per ridurre il peso, consumare meno energia della batteria e contenere i costi.

Elementi come pareti, mobili e personaggi virtuali sono la chiave per costruire mondi virtuali coinvolgenti, eppure i sistemi VR contemporanei fanno poco più che vibrare i controller manuali

ha affermato Chris Harrison, assistente professore presso la Human-Computer Interaction Institute (HCII) della CMU.

L’intero dispositivo pesa meno di 300 grammi e i ricercatori stimano che una versione prodotta in serie costerebbe meno di $ 50.

Fang ha affermato che il sistema sarebbe molto adatto a giochi ed esperienze VR che comportano l’interazione con ostacoli e oggetti fisici, come per esempio un labirinto.

Potrebbe anche essere utilizzato per visite a musei virtuali e, addirittura, se non fosse possibile visitare fisicamente negozi al dettaglio, si potrebbe addirittura usare per dare acquisti.

 

 

Silvia De Stefano

Silvia De Stefano a.k.a. silviads

Laureata in Fisica, dottorata in Scienze dei Materiali. Mi sono occupata per quasi 10 anni di ricerca scientifica nell'ambito della biofisica. Attualmente insegno fisica e matematica nella scuola secondaria superiore e collaboro con la casa editrice De Agostini per la realizzazione di libri di testo. Ho un master in Giornalismo Scientifico e Comunicazione Istituzionale della Scienza conseguito all'Università di Ferrara. Sono stata per otto anni vice presidente di Scientificast, blog e primo podcast indipendente scientifico in Italia. Sono multitasking di natura: non mi sono mai occupata di sola scienza, anche se, forse per deformazione mentale, la vedo un po' in tutto quello che ho intorno. Amo il mare, il cake design e tutte le persone con mentalità aperta e che non si arrendono davanti alle difficoltà.
Aree Tematiche
Ingegneria News Scienze Tecnologie VR
Tag
martedì 28 aprile 2020 - 19:59
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd