Mini-Luna Temporanea: la Terra ha in orbita un nuovo asteroide

507
3 anni fa

Corpo Celeste

La Terra ha “acquisito” una nuova Mini-Luna: si tratta di un asteroide che, fino ad aprile, ruoterà attorno al nostro pianeta.

Gli astronomi di Catalina Sky Survey, un progetto condotto dallo staff dell’Università dell’Arizona pensato per scovare comete e asteroidi vicini alla Terra, ha trovato un corpo celeste in orbita, catturato dalla forza di gravità del nostro pianeta. Si parla di TCO, Temporarily Captured Object (oggetto catturato temporaneamente), e il nome assegnato è 2020 CD3.

Con un diametro di soli 3 metri, questo corpo celeste rimarrà nell’orbita della Terra fino ad aprile, per poi uscirne e proseguire il suo viaggio. Non è la prima volta che accade un evento simile: già nel 2006 l’asteroide RH120 rimase in orbita per 1 anno. Anche in quel caso fu difficile da captare in quanto questi corpi sono piccoli e scuri, e di conseguenza difficili da rilevare.

 

 

Non è comunque un evento così raro: lo spazio vicino alla Terra conta circa 22.000 asteroidi (numero generato da recenti stime della NASA) e talvolta alcuni di questi corpi celesti si avvicinano un po’ troppo, al punto da essere catturati dalla gravità terrestre. La “permanenza” non è mai così lunga, portando questi asteroidi a proseguire il proprio percorso una volta usciti dall’orbita.

Gli astronomi dietro alla rilevazione sono Kacper Wierzchos e Theodore Pruyne, ricercatori specialisti del Catalina Sky Survey. Il progetto finanziato dalla NASA (e dal programma Near-Earth Object Observations), permette all’agenzia governativa di tenere traccia di eventuali pericoli che puntano dritti alla Terra. In questo preciso caso, ancora non è nota la natura dell’asteroide: sebbene potrebbe essere un corpo celeste, il dubbio che si tratti di qualcosa d’artificiale ancora rimane, e solo ulteriori accertamenti sapranno rispondere alle domande degli astronomi.

La scoperta è riportata sul sito dell’organizzazione dell’Unione Astronomica Internazionale (IAU), il Minor Planet Center, che immagazzina tutti i dati legati ai corpi minori del Sistema Solare.

 

 

 

Sistema solare: quando si è formato? Le risposte grazie all’asteroide Ryugu
Sistema solare: quando si è formato? Le risposte grazie all’asteroide Ryugu
Nasa: procedura sospesa per apertura pannello Lucy
Nasa: procedura sospesa per apertura pannello Lucy
Telescopio: la NASA alla scoperta di mondi alieni
Telescopio: la NASA alla scoperta di mondi alieni
Asteroide: una mappa interattiva ne simula l’arrivo sulla Terra
Asteroide: una mappa interattiva ne simula l’arrivo sulla Terra
La coppia di buchi neri più vicina alla collisione
La coppia di buchi neri più vicina alla collisione
La NASA conferma il primo esopianeta
La NASA conferma il primo esopianeta
La NASA raggiunge un nuovo record su Marte
La NASA raggiunge un nuovo record su Marte