Mystery House: una casa stregata in formato tascabile

116
1 anno fa

7 minuti

Direttamente dal Toy Award di Norimberga al nostro tavolo, questa settimana parleremo di Mystery House, un’esperienza di esplorazione e rompicapi made in Cranio Creations

Una scatola, con all’interno una scatola, con all’interno due scatole. Potrebbe sembrare un bizzarro sequel di Inception ma stiamo invece parlando di Mystery House, un gioco da tavolo di Cranio Creations che dopo aver spopolato ad Essen e Norimberga è arrivato sugli scaffali dei negozi (virtuali e non) per porci una domanda: c’è ancora spazio per innovare le Escape Room da tavolo? scopritelo con noi!

 

Tutta questa recensione sarà ovviamente Spoiler Free, leggete senza timore!

 

 

 

C’era una volta una casa stregata

Giocatori: 1-5
Categoria: Light
Durata: 1h

Mystery House è un gioco collaborativo di esplorazione e rompicapi dove dovrete cimentarvi nell’impresa di risolvere il mistero che ogni scenario vi proporrà. Troverete due scenari nella scatola base (“Ritratto di Famiglia” e “Il Signore del Labirinto”), ognuno dei quali impiegherà circa un’ora per essere giocato.

Una volta aperta la scatola esterna, all’interno troverete la struttura che andrà a comporre la Mystery House: una grossa scatola di cartone con delle fessure dove andremo ad infilare nella fase di preparazione le tessere che compongono l’enigma. Ogni scenario infatti è composto da due componenti distinti: le Carte Luogo, che vanno infilate nella struttura senza essere guardate ad inizio partita, e le Carte Oggetto, un mazzo di carte numerate sul retro che dovrete pescare quando istruiti dall’App. L’App, infatti è l’ultima componente indispensabile per giocare e dovrete installarla su un vostro dispositivo per giocare. Una volta che avrete preparato tutto, potrete iniziare la partita ed addentrarvi negli enigmi di questo maniero.

 

La struttura della Casa in tutto il suo splendore

Non esistono turni di gioco in Mystery House: una volta avviata l’App avrete sessanta minuti di tempo per risolvere l’enigma e cercare di conquistare la vittoria. Dovrete scegliere all’inizio un giocatore che svolga il ruolo di Leader, che si prenderà la responsabilità di interagire con l’App e di comunicare col resto del gruppo quello che succederà; non temete, sarà l’App stessa a richiedervi di scambiarvi questo fardello di tanto in tanto.

Una volta inserite le Carte Luogo avrete davanti a voi quello che rappresenta un sinistro edifico, con muri e strane figure tutto attorno. Caratteristica peculiare di Mystery House è che la struttura in 3d rappresenta un vero e proprio edificio in miniatura: man mano che si apriranno porte e passaggi dovrete sbirciare attraverso i pertugi, analizzare i segni sulle pareti ed interagire con strani personaggi per arrivare alla fine della vostra avventura. Ogni volta che voi vedrete un oggetto od un personaggio, non dovrete fare altro che digitare nell’App la coordinata del Luogo corrispondente e potrete compiere un’Azione. Le azioni sono quattro:

  • Esplorare – vi permette di esaminare più approfonditamente un oggetto od interagire con un personaggio
  • Usare Oggetti – durante la vostra avventura raccoglierete degli oggetti che con questa azione potrete utilizzare per interagire col mondo di gioco
  • Inserire Codice – alcuni indovinelli vi chiederanno di inserire un codice o una parola, e con quest’azione voi potrete farlo
  • Chiedere Aiuto – se vi doveste trovare in difficoltà e non riusciste a capire come proseguire, al costo di una penalità ai punti a fine partita potrete ricevere un suggerimento

Anche inserire un codice sbagliato, utilizzare un oggetto non corretto od interagire con qualcosa che nel luogo che avete indicato non è presente vi darà una penalità, che in quel caso si concretizzerà in tempo sottratto al timer. Lo scopo del gioco è terminare l’avventura prima di sessanta minuti, quindi ogni secondo di penalità è tempo prezioso rubato alla vostra ricerca e se doveste andare fuori tempo massimo il vostro punteggio finale ne risentirà.

Talvolta le istruzioni vi richiederanno di rimuovere delle Carte Luogo e questo sarà il modo principale in cui procederete all’interno della Mystery House: le carte tolte riveleranno passaggi e Luoghi nuovi dietro di esse ed in questa maniera vi addentrerete sempre di più in questa casa avvolta dal mistero.

 

Un folletto fastidioso ci attende sul limitare del labirinto. Avrà informazioni utili o semplicemente vuole farci perdere tempo?

 

 

 

Manieri misteriosi e labirinti intricati

Già alla Fiera di Essen Mystery House aveva fatto il botto, facendo registrare un rapido sold out. Alla Spielwarenmesse 2020 di Norimberga (la più grande fiera per gli addetti ai lavori del settore del giocattolo) è arrivata la conferma di questa ottima performance con la vittoria del Toy Award nella categoria “Teenager e Adulti”, proprio per l’innovatività del concept e per la sua ottima realizzazione. Cosa rende Mystery House diverso dalle tante escape room da tavolo che ci sono state proposte in questi anni?

La struttura 3d e l’interattività che si ha con la scatola è un elemento nuovo che mi ha lasciato piacevolmente sorpreso. Non si tratta di mettere insieme tutti i pezzi del puzzle e cercare di farli combaciare; spesso ci troveremo armati di pila a sbirciare attraverso questi mini corridoi, domandandoci come possiamo utilizzare l’oggetto appena raccolto e cercando di capire come tutto si collegherà alla fine. Ci si cala in un mondo nuovo ed il livello di immersione che ne deriva ci farà vivere un’avventura appassionante.

La visuale dall’interno del corridoio ci fa intravedere una misteriosa figura ed un passaggio che porta dall’altra parte del muro. Di che si tratterà?

 

L’esperienza è molto coinvolgente e ricca di flavor, con le storie (che ovviamente non vi andremo a spoilerare) che sono interessanti e ben congegnate. Gli indovinelli stessi si amalgamano in maniera organica tra di loro ed avrete spesso dei momenti in cui vi troverete a ricollegare luoghi, oggetti e persone magari solamente nominati in una interazione che invece diventano fondamentali per un enigma successivo.

L’App fa un buon lavoro nel lasciarci un’esperienza che non è mai un percorso su rotaie ma che invece ci lascia affrontare le varie sfide che ci troveremo davanti nell’ordine che preferiremo; anche se non sono di certo un fan delle app nel mondo dei giochi da tavolo l’ho trovata ben rifinita e pulita, facile da usare e da impostare. Nulla da dire contro questo gioco quindi?

 

 

 

Lost in a familiar place

Qualche difettuccio lo si può trovare ovviamente. Non mi dilungherò sulla questione della longevità: si è consapevoli, quando si acquista un gioco basato sulle escape room, che logicamente non si potrà rigiocare lo stesso scenario più volte. A dire la verità, un punto a favore di Mystery House è che i materiali non vanno rovinati durante la partita e sarà quindi facile resettare uno scenario in vista di una rivendita futura.

La parte più tediosa di tutta la partita ho trovato sia il setup. Per forza di cose va infilata ogni singola carta luogo nella corrispondente fessura nel verso giusto. È un processo che vi può portare via anche un quarto d’ora e anche se non vedo alternative rimane una macchia su un’esperienza che ho trovato per il resto molto piacevole.

 

Questa immagine sembra molto meno cool quando ci si rende conto di dover infilare nel verso giusto ogni singola carta che vedete

 

Altra nota un po’ stonata è il fattore prezzo, che per la scatola base si aggira intorno ai €30. Con due sole avventure all’interno della scatola, ci si ritrova a pagare €15 per ogni scenario; un po’ tantino se lo si paragona con le altre esperienze di escape room da tavolo disponibili sul mercato, che solitamente si attestano sui €10 per scenario. È un’esperienza di pregio che sinceramente non ha paragoni, ma questo arriva con un premium al prezzo che non si può ignorare.

Potete spiare dalle finestre e non avere nessuno che vi denuncia alla polizia!

 

Il pluripremiato Mystery House è un’esperienza innovativa ed intrigante in un panorama di giochi escape room che molto spesso si limita ad essere un mazzo di carte e poco più. La struttura 3d e la sua esplorazione sono un elemento nuovo che è stato sfruttato in maniera ottima e che sicuramente lascia spazio di design per il futuro a possibilità interessanti. Se siete appassionati di enigmi e volete tuffarvi in un’esperienza immersiva ed appassionante, Mystery House è un prodotto che non vorrete farvi scappare.

 

 

 

77
ME GUSTA
  • Una nuova interpretazione delle escape room da tavolo
  • La struttura 3d non è solo un gimmick, rende l'investigazione interessante ed immersiva
FAIL
  • Setup un lungo rispetto alla durata della partita
  • Prezzo sopra la media, sopratutto con soli due scenari nella scatola
Recensione Unicorn Fever: scommesse in salsa di unicorno
Recensione Unicorn Fever: scommesse in salsa di unicorno
Pocket Detective: CSI in un palmo di mano
Pocket Detective: CSI in un palmo di mano
Il Trono del Re: fumetti & boardgame in quarantena
Il Trono del Re: fumetti & boardgame in quarantena
Recensione Era: il Medioevo - quando il roll and write incontra le miniature
Recensione Era: il Medioevo - quando il roll and write incontra le miniature
DBC 129: The Expanse, Cthulhu Death May Die, Nemo’s War, Mystery House
DBC 129: The Expanse, Cthulhu Death May Die, Nemo’s War, Mystery House
DBC126: Unmatched, The King's Dilemma, The Great Wall, Letter Jam
DBC126: Unmatched, The King's Dilemma, The Great Wall, Letter Jam
Un gioco da tavolo per il Fuorisalone
Un gioco da tavolo per il Fuorisalone