I malware arrivano anche sulle sigarette elettroniche

Un malware nascosto all’interno delle popolari e-cig è stato scoperto da un ricercatore esperto di sicurezza, Ross Bevington. Il software malevolo entra in azione non appena la sigaretta elettronica viene collegata al PC per la ricarica.

Ross Bevington, un noto ricercatore esperto in sicurezza informatica, ha pubblicato su Twitter un video che mostra come l’e-cig sia effettiva portatrice di un malware, anche se di stampo molto banale e facile da eliminare dai PC dei poveri malcapitati.

 

https://twitter.com/FourOctets/status/867764655954866176

 

Il malware entra in azione non appena la sigaretta elettronica viene collegata al PC via USB per essere ricaricata.

L’effetto è praticamente nullo in questo caso, ma le possibilità sono molto più ampie per chi volesse sfruttare questo modo di infettare computer.

Il consiglio generale rimane sempre lo stesso: aggiornare costantemente il proprio computer e proteggerlo con un anti-virus efficace.

Un abbonamento per hacker da 5.000$ mensili include 467 app per rubare dati
Un abbonamento per hacker da 5.000$ mensili include 467 app per rubare dati
Telegram: gli hacker lo usano sempre più per inviare malware
Telegram: gli hacker lo usano sempre più per inviare malware
Instagram, scoperta grave vulnerabilità: hacker controllano lo smartphone con una foto
Instagram, scoperta grave vulnerabilità: hacker controllano lo smartphone con una foto
Twitter, falla nella sicurezza sull'app Android
Twitter, falla nella sicurezza sull'app Android
XHelper, finalmente abbiamo capito il segreto di questo malware "immortale"
XHelper, finalmente abbiamo capito il segreto di questo malware "immortale"
Malware della Corea del Nord, il Pentagono ha scoperto sette nuove minacce
Malware della Corea del Nord, il Pentagono ha scoperto sette nuove minacce
WannaKiwi: come contrastare il ransomware WannaCry su Windows 7
WannaKiwi: come contrastare il ransomware WannaCry su Windows 7