Carta Ricaricabile Hype: Esperienza e App dedicata

5 anni fa

9 minuti

Vi ho già fatto conoscere questa particolare carta ricaricabile nel mio primo articolo di presentazione e ora è arrivato il momento di parlarvi anche del suo uso “sul campo” e dell’app per smartphone dedicata, davvero molto utile.

Come vi ho già raccontato la carta mi è stata abilitata dopo poche ore dalla richiesta, già in forma “digital” (semplicemente compaiono tutti i dati utili per utilizzarla nell’app e nel sito all’interno del vostro account) e dopo un paio di giorni ho anche ricevuto la copia “fisica” della stessa.

 

 

Utilizzo e Costi

A questo punto ho cominciato ad utilizzarla, sia per acquisti online (Amazon ovviamente) che per acquisti nella “real life”, in particolare ho testato i pagamenti contactless presso un McDonald’s, sia in Italia che in USA, ho prelevato contante (con il PIN che vi arriva dopo qualche giorno) sia in Italia che in USA e ho effettuato pagamenti con il circuito MasterCard, anche in questo caso sia in Italia che in USA.

Non ho mai avuto problemi con tutti questi pagamenti e prelievi: la carta funziona egregiamente e non mi è mai stata rifiutata per qualche strano motivo.

Questa carta è abilitata alla preautorizzazione.

Questa carta è anche abilitata alla preautorizzazione, argomento “caldo” nei commenti del precedente articolo: è quindi possibile ad esempio utilizzarla per affittare un auto o fare il check-in in un albergo, pratiche che solitamente prevedono una preautorizzazione di una certa somma, a copertura di eventuali danni che potreste fare ai beni “affittati”. L’albergo in USA in cui sono stato la scorsa settimana ad esempio ha preautorizzato ben 300 dollari.

Da quanto ho capito le modalità esatte di queste preautorizzazioni non dipendono da Hype, ma dalla banca di chi effettua l’operazione. È possibile in alcuni casi preautorizzare somme superiori al credito attuale, mentre in altri non lo è. Ecco la risposta ufficiale di Banca Sella in merito:

La carta hype non ha vincoli sulla “preautorizzazione”, è però a discrezione della banca dell’esercente apporre o meno limitazioni in questo senso e sull’accettazione delle carte.

Pubblicare questa mia recensione in due parti, oltre a snellire il tutto, mi ha anche consentito di leggere le vostre preziose domande sotto alla prima parte in modo tale da essere sicuro di rispondere a quelle più interessanti in questa seconda parte finale.

In molti mi avete chiesto ad esempio se è possibile ricaricare la carta con contante: di base è possibile ricaricare tramite bonifico (verso l’IBAN associato alla carta) o con un’altra carta di credito / ricaricabile, direttamente da dentro l’app companion.

È possibile anche ricaricare tramite contante.

È in ogni caso possibile anche ricaricare tramite contante, semplicemente recandosi in una banca qualsiasi e richiedendo di effettuare un “bonifico per cassa” verso l’IBAN della carta Hype. L’operazione ha però un costo di operazione, variabile di banca in banca, quindi magari prima chiedete e verificate qual è la banca meno costosa e più comoda nei vostri paraggi.

Le operazioni di acquisto o prelievo in Italia sono sempre gratuite, come già descritto, quelle invece in valuta estera hanno un costo aggiuntivo come succede in quasi tutte le carte di questo tipo. Hype utilizza in particolare il circuito MasterCard e si allinea quindi alle commissioni imposte dallo stesso:

Il cambio applicato è quello usato dal Circuito MasterCard considerato il giorno precedente alla data in cui le spese vengono negoziate dalla corrispondente estera. A questo cambio va aggiunta la maggiorazione del 3% su carta circuito MasterCard nei Paesi extra-U.M.E. Per le operazioni in valuta diversa da Euro, MasterCard applica una doppia conversione valutaria, prima in Dollari US e poi in Euro. Fanno eccezione le valute di seguito elencate, per le quali viene effettuata la conversione direttamente in Euro: Escudo di Capo Verde (CVE), Franco delle Comore (KMF), Corona Estone (EEK), Franco CFA BCEAO (XOF), Franco CFA BEAC (XAF), Franco CFP (XPF).

All’interno del Comic Con di New York c’erano ovviamente una infinità di stand che vendevano praticamente qualunque cosa e praticamente tutti avevano un terminale Square collegato al proprio iPhone o iPad per ricevere pagamenti via carta di credito. Vi confermo che Hype non ha fatto una piega anche in questo particolare utilizzo ed è sempre stata accettata senza problemi.

Qua potete verificare tutti i limiti di utilizzo della Hype Start, la versione base e gratuita che ho fatto io. Qua invece potete trovare tutti i costi della carta Start che, come vedrete, sono pari a zero praticamente in tutti i casi.

 

 

 

 

 

App Companion

Ora vorrei descrivervi la bella app companion che Banca Sella ha creato per questa carta: come il sito internet è davvero ben fatta, con un ottimo design generale e una UI/UX al passo coi tempi. Una vera novità nel settore.

Non è ancora disponibile purtroppo la versione per tablet.

Ho utilizzato la versione iOS dell’app su iPhone, che trovate qua (mentre la versione Android è qua) e che potete anche utilizzare per richiedere la carta se non l’avete già fatto. Tirata di orecchie a Banca Sella invece per quanto riguarda i tablet: non è ancora disponibile purtroppo la versione per tablet, né per iOS, né per Android.

Detto questo, l’app come dicevo si presenta molto bene e ha tutta una serie di funzioni potenzialmente molto utili oltre al classico e ovvio “estratto e movimenti”.

L’app ha tre sezioni principali accessibili da un meno a scomparsa a sinistra e ogni sezione ha diverse funzionalità al suo interno:

  1. Attività (movimenti, obiettivi, ricarica Hype)
  2. Trasferisci Denaro (invia denaro, richiedi denaro, invia bonifico)
  3. Pagamenti (ricarica cellulare)

La prima schermata è sempre quella delle Attività, con gli ultimi movimenti e il credito disponibile in evidenza:

 

La prima schermata dell'app dopo il login: in alto il credito disponibile, in basso gli ultimi movimenti.

La prima schermata dell’app dopo il login: in alto il credito disponibile, in basso gli ultimi movimenti.

 

Movimenti

Per ogni operazione è possibile indicare una categoria di spesa (Tasse, Viaggi e Vacanze, Trasport, etc… ) e aggiungere una nota personale oltre che volendo una foto, in modo tale da organizzare al meglio il proprio bilancio dell’utilizzo della carta.

 

Obiettivi

IMG_4100Nella sezione obiettivi è possibile impostare degli obiettivi di risparmio, ad esempio per comprare qualcosa, e la carta risparmierà automaticamente giornalmente la somma necessaria per arrivare, nella data da voi indicata, alla somma che volete raggiungere.

Esempio pratico: volete comprarvi entro Natale un’oggetto da 100€? Facendo partire oggi l’obiettivo il sistema accantonerà giornalmente dal vostro credito sulla carta la cifra necessaria. È possibile in qualunque momento “mettere in pausa” l’obiettivo, o anche eliminarlo (riprendendoci quindi i soldi accantonati fino a quel momento)

Nell’esempio a destra sto risparmiano 399€ per comprarmi il nuovo Nexus 5x (li mortacci loro) e la carta sta accantonando per me 8,16€ al giorno.

Come vedete è possibile mettere in pausa o semplicemente concludere anticipatamente l’obiettivo (“ho raggiunto il mio obiettivo”).

Insomma una comodità in più data dall’app companion: non sarà una killer feature, ma può davvero risultare molto comoda per utilizzi particolari. Bello che ci sia insomma.

 

Ricarica Hype

In questa sezione dell’app è possibile ricaricare la carta con bonifico bancario (vi vengono mostrate tutte le informazioni utili) o con un’altra carta di credito / ricaricabile, direttamente da dentro l’app.

Se vi state ancora chiedendo se è possibile ricaricare la carta con contanti, tornate in cima all’articolo, ho già risposto li.

 

Invia e richiedi denaro, invia bonifico

È possibile inviare un bonifico, direttamente da dentro l’app e gratuitamente.

Queste tre sezioni consentono di trasferire denaro o richiederne, semplicemente inserendo l’email del destinatario (o del debitore) oppure di inviare un bonifico, direttamente da dentro l’app e gratuitamente, ultima opzione questa davvero molto comoda per effettuare magari pagamenti particolari.

 

Ricarica cellulare

È possibile ricaricare un qualunque numero di cellulare di tutti gli operatori italiani, molto semplicemente in questa sezione dell’app. Basterà indicare il numero, l’importo e l’operatore di chi volete ricaricare.

Il tutto si conclude in pochi secondi e funziona egregiamente.

 

 

 

 

La mia Carta

In questa sezione è possibile verificare tutti i dati della propria carta, i limiti di utilizzo e addirittura sospenderla momentaneamente, del tutto o per usi specifici (acquisti online, acquisti in negozio, prelievi bancomat).

Funzionalità quest’ultima davvero ottima per i più paranoici la fuori: se avete il terrore che qualcuno possa rubarvi soldi utilizzando la vostra carta… sospendetela e riattivatela solo prima di utilizzarla, per poi sospenderla ancora!

 

È possibile sospendere la carta, completamente o solo per usi specifici.

È possibile sospendere la carta, completamente o solo per usi specifici.

 

In questa sezione è anche possibile verificare il famoso limite massimo annuo di ricarica di 2500€ e, eventualmente, accedere alla richiesta di Hype Plus, la versione con limiti maggiorati (che però ha un costo mensile)

 

Il mio Hype

In questa sezione è possibile gestire il proprio account Hype, guardare le statistiche di utilizzo (con un bel grafico che vi mostra quanto siete spendaccioni, anche per le diverse categorie di spesa), verificare le coordinate bancarie della carta, impostare notifiche personalizzate (funzione ottima! in pratica potrete impostare macro del tipo “se il credito è meno di avvisami” oppure “avvisami se la spesa per viaggi supera tot”), la lista dei documenti/comunicazioni dalla banca e l’accesso all’help (email, telefono e FAQ varie).

 

 

 

 

In definitiva non posso che consigliarvi questa Hype di Banca Sella: ha costi inesistenti se utilizzata in Italia, si allinea con la concorrenza quando utilizzata all’estero e, soprattutto, vi mette a disposizione un’app companion davvero di qualità e con funzionalità interessanti (obiettivi e notifiche personalizzate su tutte) come non avevo mai visto prima per una carta del genere.

Come ho già scritto nel mio articolo precedente, richiederla non costa nulla e se il limite di ricarica annuo imposto a 2.500€ vi starà stretto, potrete a quel punto smettere di utilizzarla oppure richiedere la versione “plus” che aumenta di molto i massimali (fino a 50.000€) e ha un costo di un euro al mese.

 

 

Potrebbe interessarti anche:

Eddie Murphy: i 10 migliori film con il popolare attore comico
Eddie Murphy: i 10 migliori film con il popolare attore comico
WandaVision, la spiegazione del finale
WandaVision, la spiegazione del finale
Il Principe cerca Figlio, la recensione: Eddie Murphy come Black Panther
Il Principe cerca Figlio, la recensione: Eddie Murphy come Black Panther
WandaVision, la recensione dell’episodio finale: Wanda (e Visione) all along
WandaVision, la recensione dell’episodio finale: Wanda (e Visione) all along
Fino All’Ultimo Indizio, la recensione: quando l'indagine diventa ossessione
Fino All’Ultimo Indizio, la recensione: quando l'indagine diventa ossessione
Raya e l'Ultimo Drago, la recensione
Raya e l'Ultimo Drago, la recensione
Raya e l'Ultimo Drago, dalle parole di registi, sceneggiatori e producer
Raya e l'Ultimo Drago, dalle parole di registi, sceneggiatori e producer