World of Warcraft Token e Paypal

Probabilmente alcuni ne hanno già sentito parlare, mamma Blizzard si appresta ad introdurre il WoW Token; sui forum c’è già gente che protesta, spesso perché non ha capito niente…

Il WoW Token si ispira al PLEX di EVE Online, che già ha ispirato il CREDD di WildStar e il Bond di Runescape.

Consiste, fondamentalmente, di un gettone acquistabile per moneta reale, che può essere poi rivenduto in game per gold.

Il gettone può essere poi riscattato per acquistare 30 giorni di abbonamento (anche da chi lo ha acquistato per moneta reale, ma a lui non conviene).

 

 

Come funzionerà il Token?

Il Token verrà venduto sul Blizzard Store (accessibile attraverso la pagina di gestione dell’account, dal launcher, e dall’apposito pulsante in gioco) per soldi reali (il prezzo annunciato al momento è di 20 $, con prezzo equivalente nelle valute locali delle altre regioni), e potrà essere rivenduto all’asta in gioco.

Secondo la dichiarazione ufficiale della Blizzard (in spoiler più sotto), il prezzo iniziale in gold verrà stabilito da Blizzard stessa, al momento del lancio, e cambierà nel tempo in base ad un meccanismo di domanda/offerta.

 

 

Qual è lo scopo del Token?

Molte persone si stanno lamentando sui forum, dicendo che questo Token è inutile, perché costerà troppo:

Certo, ora spiegami perché dovrei comprare il token al costo dell’abbonamento, ed usarlo per l’abbonamento, invece che comprare direttamente l’abbonamento…

Spiacente per l’autore del post qui sopra, ma non ha compreso molto della situazione.

Lo scopo del Token non è di acquistare un mese di abbonamento con i gold, quello è l’effetto secondario.

Lo scopo diretto del Token è quello di combattere il gold-selling in-game, trasportandolo su un mercato “ufficiale”. I gold-sellers, infatti, infestano ormai WoW da diverso tempo.

Il Token, di fatto, consente ai farmer di comprarsi tempo di gioco, ed ai pigri (e ricchi) di comprare gold senza sforzo. In questo modo il farmer gioca gratis, dal suo portafogli, perché è difatto qualcun’altro che gli paga l’abbonamento, e lo paga di più.

Insomma, una Win/Win per Blizzard!

 

 

Il Token rende WoW pay-to-win?

Fioccano, ovviamente, anche commenti del tipo “ora tutti i figli di papà compreranno gold e si compreranno il gear all’asta, mentre io ho dovuto farmarlo!”:

Ok, hai azzeccato la prima parte, ma la seconda? Seriously?

 

Anche queste persone non hanno capito molto. Cercherò di spiegarlo in maniera molto semplice:

I “figli di papà” che spendono moneta reale per comprarsi il gear ci sono già, il Token si limiterà solo a rendere legale la pratica!

Inoltre, che voi abbiate “faticato” per procurarvi il gear, e loro no, conta poco. “Loro” chiaramente non hanno lo skill necessario per procurarselo, ergo anche se hanno il gear, ci fanno poco.

 

 

L’annuncio ufficiale

Riporto qui sotto l’annuncio ufficiale del 24 marzo.

In questo momento stiamo testando sul PTR il Gettone WoW recentemente annunciato, che abbiamo in programma di implementare dopo il rilascio della patch 6.1.2, che avverrà il 24 marzo. Nel frattempo, vorremmo condividere con voi alcuni dettagli aggiuntivi sul Gettone WoW, comprese le informazioni sui prezzi a seconda delle regioni e qualcosa di più sui nostri piani di lancio globali.

Lancio del Gettone WoW
Inizieremo ad attivare il Gettone WoW nelle settimane successive al rilascio della patch 6.1.2, partendo dalle regioni di gioco americane (compresi i reami delle regioni Nord America, Oceania e America Latina) per poi allargarci alle altre regioni di gioco nelle settimane successive. Pubblicare il Gettone WoW dopo il rilascio della patch 6.1.2 ci aiuterà a verificare che le basi per questa nuova funzione siano solide, e iniziare con una regione singola è il modo migliore per assicurarsi che tutto proceda liscio prima del lancio globale. Vi forniremo ulteriori aggiornamenti sui tempi man mano che ci avvicineremo all’uscita del Gettone WoW in ogni regione di gioco.

Mercato tra regioni di gioco diverse
Come discusso nel nostro primo annuncio, ogni regione di gioco (Americhe, Europa, Corea, Taiwan e Cina) avrà il proprio mercato di Gettoni WoW. Dopo il lancio nella regione delle Americhe, i giocatori del Nord America, dell’America Latina e dell’Oceania potranno acquistare un Gettone WoW nel negozio di gioco. Nella regione di gioco delle Americhe il prezzo di un Gettone WoW sarà di 20 $ (o all’incirca l’equivalente nelle rispettive valute locali). Condivideremo ulteriori dettagli sui prezzi delle diverse regioni in prossimità del lancio.

Una volta acquistato, il Gettone Wow potrà essere messo in vendita all’interno del mercato regionale attraverso l’apposita sezione “Tempo di gioco” della Case d’Aste. (Attenzione: anche se vedrete la nuova sezione “Tempo di gioco” nella Casa d’Aste già dal rilascio della patch 6.1.2, non sarà attiva fino al lancio del Gettone WoW nella vostra regione di gioco.) Mentre le altre sezioni della Casa d’Aste sono limitate al server d’appartenenza, quella relativa ai Gettoni WoW sarà invece aperta all’intera regione di gioco, permettendo di avere un bacino più ampio di potenziali acquirenti e consentendo al mercato dei gettoni di restare vivo e attivo. Nelle regioni Americhe, Europa, Corea e Taiwan, i giocatori che acquistano un Gettone WoW dalla Casa d’Aste possono riscattarlo per ottenere 30 giorni di tempo di gioco.

Stabilire il prezzo in oro
Poiché il mercato dei gettoni da qualche parte deve pur partire, inizialmente saremo noi a stabilire il prezzo in oro dei Gettoni WoW in vendita nella Casa d’Aste. Il prezzo iniziale in oro in ogni regione si baserà su diversi fattori, tra cui le specifiche economie regionali in gioco, ma il nostro obiettivo sarà comunque stabilire un prezzo iniziale equo e ragionevole. Dopo di che, il prezzo in oro dei gettoni sarà determinato in modo dinamico, seguendo principalmente le leggi della domanda e dell’offerta. In poche parole, se verranno venduti più Gettoni WoW di quelli acquistati, il prezzo in oro scenderà automaticamente col passare del tempo. Se invece i giocatori acquisteranno i gettoni disponibili nella Casa d’Aste più velocemente di quanto vengano messi in vendita, allora i prezzi saliranno di conseguenza. Vi ricordiamo che per garantire ai giocatori un mercato di Gettoni WoW sicuro, una volta messo in vendita il gettone, il venditore riceverà sempre la quantità di oro stabilita nel momento stesso in cui l’ha messo in vendita.

Sappiamo che molti di voi sono entusiasti all’idea di scambiare uno o due Gettoni WoW, e non vediamo l’ora di mettervi a disposizione questa nuova funzionalità nel prossimo futuro. Presto vi forniremo ulteriori aggiornamenti sul lancio dei Gettoni WoW.

 

 

Il miglior botta e risposta

Vi omaggio di un bellissimo botta e risposta, direttamente dalla pagina Facebook dell’annuncio.

Un gran pirla l’autore del commento, un grande l’autore della risposta.

 

 

 

L’adozione di PayPal

La Blizzard ha anche annunciato l’aggiunta di  PayPal ai metodi di pagamento possibili nella regione Europea.

Riporto qui sotti il Blue Post di Xarishflar, del 19 marzo:

Siete interessati ad utilizzare PayPal per il vostro abbonamento?

Vi fa sentire più sicuri?

Aree Tematiche
Games Videogames
Tag
venerdì 3 aprile 2015 - 11:34
Edit

Lega Nerd Podcast

Lega Nerd Live

LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd