SELECT

Portsmouth Sinfonia: L’orchestra peggiore del mondo

7 anni fa

4 minuti

PortsmouthSinfonia

Circa 40 anni fa, il 28 Maggio del 1974, nella gremitissima Royal Albert Hall di Londra, si tenne il concerto dell’orchestra Portsmouth Sinfonia. Cosa c’è di strano? Non sapevano suonare.

 

 

Le origini

La Portsmouth Sinfonia è stata fondata nel 1970 come esperimento da uno degli studenti della Portsmouth School of Art: Gavin Bryars.

Chiunque poteva farne parte, a patto che non sapesse suonare lo strumento che utilizzava.

Chiunque poteva farne parte, a patto che non sapesse suonare lo strumento che utilizzava, ma che cercasse comunque di fare del suo meglio senza suonare intenzionalmente male.

Il repertorio iniziale era stato volutamente scelto tra i brani più conosciuti di musica classica, in modo che ogni componente dell’orchestra avesse per lo meno un’idea di come doveva risultare il brano, e potesse fare del suo meglio per cercare di suonarlo.

Il loro primo 45 giri l’Overture del Guglielmo Tell, fu distribuito a scopo promozionale con gli inviti dello spettacolo di laurea di fine anno.

 

 

 

 

Gli sviluppi

Nell’orchestra entrarono anche dei musicisti che sarebbero poi diventati famosi, sempre però usando strumenti che non sapevano suonare.

Uno di loro fu Brian Eno, che vi suonò il clarinetto, e produsse i loro primi due album.

La fama dell’orchestra crebbe a tal punto che cominciò a fare il tutto esaurito ai concerti, cosa che permise loro persino di riempire i 5.500 posti della Royal Albert Hall di Londra.

 

La Royal Albert Hall a Londra

 

In realtà Martin Lewis, il manager dell’orchestra, aveva originariamente scritto alla BBC chiedendo di poter suonare ad uno dei concerti promozionali che la BBC sponsorizzava per far conoscere al pubblico la musica classica.

La risposta fu una lettera standard con scritto “No, grazie”.

“Bene”, disse Lewis. “Vorrà dire che allora riempiremo la Royal Albert Hall”.
E lo fecero.

Tra il pubblico del concerto della Royal Albert Hall, c’era anche Michael Nyman (il famoso pianista e compositore), che fu così entusiasta della performance, che durante l’intervallo andò a parlare con Gavin Bryars chiedendogli se per caso avevano uno strumento in più: trovarono in fretta un violoncello e, nella seconda parte del concerto, suonò anche lui.

Benché il risultato fosse comicamente irresistibile, e quello era in fondo il motivo del successo, l’idea di base era di portare avanti un serio esperimento musicale.

Il successo della Portsmouth Sinfonia fu infatti uno dei motori della nascita del Punk inglese.

Il successo della Portsmouth Sinfonia fu infatti uno dei motori della nascita del Punk inglese. A ben guardare, l’essenza stessa del Punk inglese, i Sex Pistols, nacquero con le stesse motivazioni: non sapevano suonare ma volevano farlo, trasformando così un loro limite in una possibilità di successo.

 

 

Che fine ha fatto?

The worlds worst orchestraDurante i 9 anni di attività, l’orchestra incise 5 dischi, uno dei quali sulla copertina mostrava un bollino con scritto “The World’s worst orchestra“.

L’ultimo loro disco, Classical Muddy, entrò nella Top 30 dei dischi più venduti in Inghilterra.

Questo disco avrebbe anche potuto andare più in alto in classifica, perché sarebbe dovuto uscire come presa in giro dei classici rivisitati dalla Royal Philarmonic, usciti nello stesso periodo.

La sua messa in commercio venne però rallentata da una causa aperta da chi possedeva i diritti del brano “Così parlò Zaratustra“. Li accusarono infatti di avere alterato il brano senza permesso.

 

La risposta che convinse il giudice fu: “Ma no, è solo che non siamo stati capaci di suonarlo bene.”

La Portsmouth Sinfonia si sciolse nel 1979, per un motivo tanto semplice quando inusuale: a furia di fare concerti, erano diventati troppo bravi a suonare.

A riscoprirli ci ha pensato internet, qualche anno fa, utilizzando il loro brano più famoso per creare il meme “2001 A Space Odyssey Fail“.

 

 

 

 

Bernie Sanders è protagonista di un sito che sfrutta Google Maps per piazzarlo ovunque
Bernie Sanders è protagonista di un sito che sfrutta Google Maps per piazzarlo ovunque
Playstation 5 DualSense Controller da vicino
Playstation 5 DualSense Controller da vicino
Ivan Cavini: l'artista che vive nella Terra di Mezzo
Ivan Cavini: l'artista che vive nella Terra di Mezzo
La Fotografia al Collodio-Umido
La Fotografia al Collodio-Umido
I Ponti del Diavolo
I Ponti del Diavolo
Il Crazy Horse Memorial
Il Crazy Horse Memorial
SWCC Cosplayers
SWCC Cosplayers