PlayStation Plus merita l'abbonamento? #LegaNerd
di
Zurl Zurl
4

Playstation Plus

Nato nel Giugno 2010 il PlayStation Plus è un programma di abbonamento per le console di casa Sony. Peccato che quasi nessuno se lo sia filato fino al Giugno del 2011, quando dopo un mese offline venne regalato un mese di abbonamento a tutti gli utenti.

E per carità, all’epoca si meritava tutta la sua invisibilità.

All’epoca si meritava tutta la sua invisibilità.

Ma col tempo il PlayStation Plus è diventato un servizio coi fiocchi, al punto da meritare senza ombra di dubbio i miei 50€ annuali e le motivazioni sono quasi ovvie: avendo tutte e tre le console interessate risparmio davvero una bella cifra.

Ma vediamo per ogni console quali sono i vantaggi di un abbonamento Plus.

 

 

PlayStation 3

C’è chi l’ha amata e chi l’ha odiata, chi dice che è stata la miglior console della scorsa generazione e chi ritiene che la 360 gli abbia fatto mangiare la polvere.

Personalmente ho giocato ad entrambe e forse la Play mi ha conquistato maggiormente, ma ora che è arrivata la PS4 la PS3 viene accesa sempre meno, e di certo non compro altri giochi visto che i prezzi non sembrano volersi abbassare, ma non posso dire di aver giocato tutto quello che mi interessava.

Per essere nella “Old Gen” grazie al Plus si tiene stretta il suo posto attaccata alla TV.

Sicuramente da questo punto di vista il Plus mi da ottimi spunti ogni mese, con anche una bel risparmio economico, permettendomi di ripagarmi l’intero abbonamento in un paio di mesi.

A marzo ad esempio mi sono giocato Tomb Raider, che lo scorso anno avevo lasciato sugli scaffali in favore di God Of War Ascension, e Brothers Tale of Two Sons; 30/35€ risparmiati solo qui.

Per una console che dovrebbe aver ceduto il passo con l’abbonamento potrebbe tranquillamente guadagnarsi un presa HDMI ancora collegata per un bel po’.

Ad oggi il risparmio più alto in termini puramente economici si è visto lo scorso Novembre, per PS3 “Metal Gear Rising Revenge” e “Remember Me”, 80€ in due significa un anno e mezzo di abbonamento ripagato.

 

 

PlayStation Vita

Questa console poteva davvero diventare un must per ogni appassionato, comoda e con una grafica eccezionale.

Ma gli sviluppatori non hanno alcuna intenzione di sfruttare il suo potenziale, il risultato? Un gioco interessante su venti, a prezzi troppo alti (se a 10€ in più mi gioco la versione Home non ci siamo…).

E allora ecco che di nuovo mi torna in aiuto il Plus, almeno un titolo al mese più Uncharted Golden Abyss e Gravity Rush sempre disponibili.

Per affrontare le 10 ore di aereo per New York un po’ di giochi a gratis non sono stati male

Risultato 10 titoli scaricati in 4 mesi, tra cui anche Soul Sacrifice, che insieme a Gravity Rush si piazzano in cima alle mie preferenze per la piccola di Sony.

Sicuramente un’ottima scelta per chi deve affrontare un lungo viaggio, anche perchè oltre al gioco mensile sono sempre disponibili giochi indie e ottimi sconti.

Inoltre la possibilità di spostare i giochi su un HD esterno ci evita anche di dover riscaricare i giochi nel caso ci vada di rigiocarli.

 

 

PlayStation 4

Quando è stato ufficializzato che il Plus sarebbe stato obbligatorio per giocare online su PS4 lavoravo in un negozio di videogiochi, e ho sentito imprecazioni che non pensavo la mente umana potesse generare.

A mio parere invece è un vantaggio, se c’è qualcosa in cui Microsoft ha dato davvero dei punti a Sony la scorsa generazione è stato proprio il servizio online, perchè avere un introito dal servizio permette di avere maggiori costi a supportarlo.

Poi per carità, questo lancio ha avuto una serie di problemi che non mi aspettavo, troppi giochi rinviati e di sicuro il Plus ne ha risentito.

Il Plus su PS4 è stato sicuramente penalizzato dal rinvio di Driveclub

Niente Driveclub, che doveva permettere a chi aveva venduto la sua PS3 di non rimpiangere GT6, e al suo posto Contrast, che è un buon titolo indie, ma se ti aspettavi un simulatore di guida non puoi esserne entusiasta.

A seguire Don’t Starve, che a me non è piaciuto ma che ha preso voti alti da chiunque; Outlast, un survival horror che ha impressionato la critica e Dead Nation Apocalypse Edition, versione completa del titolo che era stato regalato con il Welcome Back Program del Giugno 2011, rimasterizzato per l’occasione.

Che i giochi piacciano o meno, i vantaggi io li ho visti, online ho meno problemi di lag, le registrazioni e lo stream su Twitch e Ustream non necessitano del Plus e nemmeno i giochi Free-To-Play, che sono già 3 solo al lancio.

A prescindere che non starei senza la possibilità di giocare online, secondo me non è nulla di scandaloso, e costa comunque 10€ meno della concorrenza.

 

 

Conclusioni

Se avete già una PS4 probabilmente questo articolo non vi servirà a decidere se abbonarvi o meno, l’avete già fatto.

Ma se ancora non siete passati a Next Gen e rimanete su un’ottima PS3 il mio consiglio è di provare ad abbonarvi, se poi avete anche la Vita diventa quasi un obbligo vista la carenza di giochi.

Eventualmente la soluzione abbonamento trimestrale a 15€ può essere un buon modo di provare un servizio che sta continuando solo a crescere… io dico che non ve ne pentirete.

 

PlayStation-4-e-PS-Plus

Aree Tematiche
Games Videogames
Tag
lunedì 24 marzo 2014 - 16:45
Edit

Lega Nerd Podcast

Lega Nerd Live

LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd