Linkedin: trapelate 6 milioni e mezzo di password criptate, cambiate la vostra adesso

9 anni fa

Il sito norvegese dedicato alla sicurezza dagensit.no ha appena riportato che un non ben precisato gruppo di hacker avrebbe richiesto l’aiuto di altri cracker per la codifica di oltre 6.5 milioni di password trapelate da Linkedin, il social network mondiale dedicato al mondo professionale, che conta oltre 150 milioni di iscritti.

Le password sono ancora criptate, ma già 300.000 sono state decriptate e ci sono già le prime conferme della validità delle stesse:

Cosa vuol dire? che se siete registrati dovete cambiare la password, ora:

https://www.linkedin.com/uas/change-password

Linkedin ha da poco confermato sul suo twitter ufficiale che sta lavorando sulla cosa:

https://twitter.com/LinkedInNews/status/210356986401927168

Ma non vedo perché aspettare, cambiate la vostra password e dormite tranquilli.

Approfondimenti:
Change passwords on LinkedIn, Now! (dagensit.no)
Bad day for LinkedIn: 6.5 million hashed passwords reportedly leaked – change yours now (thenextweb.com)

#RestoreTheSnyderVerse ha raggiunto oltre 1 milione di tweet
#RestoreTheSnyderVerse ha raggiunto oltre 1 milione di tweet
Amazon sostiene che nessun dipendente urini nelle bottiglie e Twitter risponde con foto
Amazon sostiene che nessun dipendente urini nelle bottiglie e Twitter risponde con foto
Pepe Le Pew dei Looney Tunes sotto accusa da un'editorialista del NYT
Pepe Le Pew dei Looney Tunes sotto accusa da un'editorialista del NYT
Henry Cavill criticato sui social per aver frequentato Gina Carano anni fa
Henry Cavill criticato sui social per aver frequentato Gina Carano anni fa
Sister Act, il musical non avrà più Whoopi Goldberg come protagonista
Sister Act, il musical non avrà più Whoopi Goldberg come protagonista
Ray Fisher ribadisce che le sue accuse contro Joss Whedon sono vere
Ray Fisher ribadisce che le sue accuse contro Joss Whedon sono vere
Lucy Lawless attacca Kevin Sorbo per un post sulla rivolta al Campidoglio
Lucy Lawless attacca Kevin Sorbo per un post sulla rivolta al Campidoglio