Black Sabbath

Black Sabbath

5

”Black Sabbath is and always will be synonymous with heavy metal” Lars Ulrich

Arrivano i Black Sabbath gente, pioneri dell’Heavy Metal, fondamentali per il doom metal e fonte di ispirazione per praticamente tutti i gruppi che fanno qualsiasi genere metal.

Nascono nel 1964 a Birminghan, quando Tony Iommi (chitarrista) e Bill Ward (batterista) trovarono per caso l’annuncio di uno sconosciuto cantante Ozzy Osburne. Ai tre si aggiunse in seguito Geezer Butler (bassista). Si chiamarono per un breve periodo Polka Tulk, poi Earth e successivamente Black Sabbath. Suonarono blues per qualche tempo, ma dopo qualche tempo iniziarono con un folk sempre più cupo che sfociò nell’Heavy Metal.

Il primo successo fu il loro debutto, Black Sabbath è un miscuglio di suoni dark, lenti ed inquietanti con un atmosfera horror. La particolarissima voce di Ozzy si fonde all’innovativo suono della chitarra di Iommy e al ritmo perfetto scandito dal basso di Butler. Fu un successo, anche perché molti all’epoca criticarono i testi con chiari riferimenti a Satana e all’occulto (Iommy utilizza un giro di note chiamato”Triade del Diavolo”)ma invece di affossarli li rese celebri.

La perfezione per me, e per la critica viene raggiunta con il successivo album Paranoid, personalmente sono molto legato sia all’album sia alla canzone stessa (guardate il mio nick :D ). Siamo nel ’70 e pezzi come Paranoid, Iron Man, War Pigs anche se futuri classici furono criticati all’epoca ancora una volta per i contenuti, ma questo non ferma ancora i Sabbath anzi, Paranoid viene considereato l’album Heavy Metal migliore di tutti i tempi, di seguito potrete ascoltarvi l’omonima canzone.

Le cose belle però, si sa, durano poco ed infatti dal 1975 al 1979 la band non riesce ad eguagliare i precedenti successi; praticamente tutta la band fa uso pesante di LSD ed alcool, come un po’ tutti gli artisti dell’epoca, e proprio nel ’79 Ozzy viene allontanato facendo terminare la prima versione, e per me la migliore, dei Black Sabbath.

Dopo l’addio di Ozzy provarono diversi cantanti ma la stabiltà per la formazione arrivò con Ronnie James Dio come cantante, ex Rainbow. Il successo è immediato, Heaven and Hell (1980) riesce a far tornare i Black Sabbath sulla bocca di tutti, con pezzi come Heaven and Hell, Lady Evil, Die Young si rinnovano e si confermano. Ma il vero successo avvenne con il Tour per la promozione del disco nel quale Dio rese celebre l’uso del “gesto delle corna” ora un simbolo per tutti i vari rocker, metallari ecc ecc. Ronnie pubblicò ancora un album (Mob Rules) prima di abbandonare i Black Sabbath e fondare i Dio.

Con la fine dell’era Dio dal mio punto di vista finiscono i veri Black Sabbath. Si alternarono vari cantanti per anni, nel 1983 ci fu Ian Gillian, ex Deep Purple, pubblicò l’album Born Again e i critici definirono la band come Black Purple, come fusione dei due gruppi, l’album fu un discreto successo ma dopo il tour il cantante abbandonò per tornare alla sua vecchia band. Un anno dopo fu la volta di David Donato, ma fu una toccata e fuga, durò solo 6 mesi e non ci fu nessun lavoro in studio.

Il gruppo torna a pubblicare nel 1986, anche se praticamente tutta la formazione storica era in altri progetti, l’album Seventh Star fu pubblicato da Iommy con il cantante Glen Hughes che già prima del tour abbandonò. Venne sostituito da Tony Martin che pubblicò con la band gli album Eternal Idol, Headless Cross e Tyr i quali ebbero un discreto successo.

Dal 1992 iniziò l’era delle Reunion, con la formazione di Mob Rules, Dio alla voce per intenderci, i Sabbath pubblicano Dehumanizer. Ci furono ancora una volta diverse divergenze e furono chimati a cantare personaggi come Rob Halford dei Judas Priest, e ancora una volta Tony Martin con il quale pubblicano l’ultimo album in studio ad oggi Forbidden (1995).

Nel 1997 tutti i fans tornarono a sperare, Ozzy chiamò i suoi vecchi compagni per il suo Ozzfest,suonarono con lui diversi brani e pubblicarono anche Reunion un album di pezzi vecchi tutti registrati in Live. Ma vuoi per ragioni contrattuali, vuoi per vecchi litigi, vuoi perché le rockstar sono tutte prime donne non pubblicarono nulla di nuovo e si divisero ancora una volta le strade.

Negli anni 2000 non successe nulla di nuovo per loro, solo premiazioni, come l’entrata nella Rock and Roll Hall of Fame del 2006, introdotti dai Metallica. E proprio in quell’anno iniziarono, sotto il nome di Heaven and Hell con la formazione dell’omonimo album, una tornèe che toccò anche l’Italia nel 2007 al GOM (so che qualcuno di voi c’è stato, maledetti!!!); sempre con il nuovo nome pubblicano nel 2009 l’album The Devil You Know. La band rimane insieme fino alla tragica morte del cantante Ronnie J. Dio (R.I.P.) avvenuta nel 2010.

Chiudiamola qua, l’ho fatta lunga lo so, ma non ho potuto farne a meno, sono la mia band preferita, si potrebbe fare un articolo per ogni singolo componente di questa band, sono stati al pari di Led Zeppelin quelli che hanno inventato l’Heavy Metal gente, sono delle leggende viventi e io sono uno di quei fan che sperano sempre in un ritorno alle origine. Non ci resta che sperare. Vi lascio con il video della mia canzone preferita del gruppo. Horns Up!

Fonti: Qui, Quo,Qua Dove potrete approfondire ulteriormente.

parano1dz

http://www.facebook.com/profile.php?id=1469531696 --->Qui trovate me stesso su facebook.
Aree Tematiche
Entertainment Musica
Tag
venerdì 25 marzo 2011 - 18:46
Edit

Lega Nerd Podcast

Lega Nerd Live

LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd