Lo starnuto

11 anni fa

6 minuti

Eh..eh..eeeEEETCiù!!
Se avete appena starnutito, probabilmente, c’era qualcosa che vi pizzicava nel naso. Sì, perché starnutire è il modo che ha il nostro organismo di rimuovere fastidiose irritazione nasali.

Durante uno starnuto il palato molle e l’ugola si comprimono mentre la parte posteriore della lingua si alza a chiudere parzialmente il passaggio verso la bocca in modo che l’aria proveniente dai polmoni possa essere espulsa dal naso. Dato che il passaggio verso la bocca è chiuso in modo parziale un considerevole quantitativo di aria è anche espulso dalla bocca: sputacchi e detriti di grandezza variabile ne sono la prova.

Alcuni dei muscoli coinvolti nel processo sono gli addominali, i muscoli del torace, il diaframma, i muscoli che controllano le corde vocali e i muscoli che controllano la parte superiore della gola. Non dimentichiamoci i muscoli delle palpebre: ci avete mai fatto caso che chiudiamo sempre gli occhi al momento dello starnuto?
Il complicato e affascinante lavoro dello starnuto è quello di far funzionare tutti questi muscoli insieme in modo da espellere l’irritazione dal naso.
Secondo uno studio dei ricercatori della Drexel University di Filadelfia lo starnuto viaggerebbe a 320 km/h. Wiki eng e it dicono rispettivamente attorno a 160 km/h (100 mph) e 180 km/h. Tuttavia, i dati raccolti dal 147° episodio di Mythbusters stimano una velocità di 64 km/h. Bah, non si sa quale sia la velocità esatta ma la potenza a volte può essere spaventosa.

[more][daily]xcywft[/daily][/more]

I più comuni inneschi dello starnuto sono le allergie, il raffreddore e qualsiasi cosa che provochi irritazione al naso come polvere, aria fredda o pepe.
Circa una persona su tre starnutisce quando viene esposta alla luce del sole (io sono una di quelle :-) ); in inglese vengono chiamate “photic sneezers“ dove photic sta per luce. Se siete un “photic sneezer” lo dovete ad uno dei vostri genitori perché è un tratto ereditario.
Un raro caso azionante, osservato in qualche individuo, è quando si è pieni dopo un pasto abbondante; in inglese è conosciuto come “snatiation” ed è considerato un disturbo medico genetico.

Esempi di metodi preventivi sono: esalare profondamente l’aria nei polmoni, che altrimenti verrebbe usata all’atto di starnutire, trattenere il respiro e contare fino a dieci, increspare il naso e tenere gli occhi aperti o sfregare delicatamente il ponte del naso per alcuni secondi.

In approfondimento trovate alcune credenze e curiosità.
[more]Nell’antica Grecia gli starnuti erano considerati segni profetici inviati dagli dei.
Nel 410 a.C., per esempio, il generale ateniese Senofonte lanciatosi in un drammatico discorso che esortava i suoi soldati a seguirlo fino alla morte contro i persiani, parlò per un’ora motivando il suo esercito e assicurando un ritorno sicuro ad Atene fino a quando un soldato starnutì a conclusione del discorso. Pensando in un segno divino i soldati si inchinarono a Senofonte e lo seguirono in battaglia (che botta di qulo :rofl: ).
Un altro momento di “starnuto divino” per i greci si verifica nell'Odissea: quando Ulisse torna a casa travestito da mendicante e parla con la moglie Penelope, quest’ultima (ignorando di parlare col marito) dice: “[Mio marito] Tornerà sicuramente per sfidare i miei corteggiatori”. In quel preciso istante il figlio starnutisce fragorosamente e Penelope ride di gioia rassicurata dal segno divino.(Odissea 17, 541-550).

In Europa, principalmente nel Medioevo, si credeva che la vita fosse legata al respiro, una credenza condizionata dalla parola “spirare” (in origine espirare), che guadagnò così il supplementare significato di “giungere alla fine” o “morire”. Questo collegamento assieme alla notevole quantità d’aria espulsa dal corpo al momento dello starnuto ha probabilmente portato le persone a credere che starnutire potesse essere fatale. Questa teoria potrebbe a sua volta dare una spiegazione al ragionamento che sta dietro alla tradizionale risposta in inglese (“God bless you” – “Dio ti benedica”) allo starnuto, le cui origini sono tuttora incerte. In Italia rispondiamo “salute” al posto di “bless you” in riferimento alla buona salute o alla lunga vita di chi ha starnutito. ll nostro “Salute” è un fenomeno di evocatio il cui scopo era proprio di richiamare la salute che si credeva fosse fuggita dal corpo di chi starnutiva. (Grazie Pau)
Sir Raymond Henry Payne Crawfurd del Royal College of Physicians nel suo libro “Gli ultimi giorni di Carlo II” (1909) afferma che quando il sovrano era sul letto di morte il suo personale medico curante gli somministrava miscela di primule e estratto di ammoniaca per favorire gli starnuti. Tuttavia, non sappiamo se questo fu fatto per accelerare la sua morte o come ultimo tentativo di trattamento.

In alcune parti dell’Asia orientale, in particolare nella cultura cinese, la cultura giapponese e la cultura vietnamita, uno starnuto senza una causa evidente era generalmente percepito come un segno che qualcuno stava parlando della persona che starnutisce (come quando a noi fischiano le orecchie). Tracce riguardanti questa credenza possono essere trovate nel libro “Book of Songs” (una raccolta di poesie cinesi). Questa convinzione è tuttora rappresentata nei manga e negli anime.
La superstizione narra che se un individuo starnutisce una volta è stato detto qualcosa di buono su di lui, se starnutisce per due volte di fila è stato detto qualcosa di brutto, se starnutisce per tre volte qualcuno è innamorato di lui e se starnutisce per più di tre volte questo è un segno che è in procinto di prendere un raffreddore (pane e volpe a colazione).

Nella cultura indiana e anche in Iran è superstizione comune che uno starnuto che avviene prima di iniziare un qualsiasi lavoro è un brutto segno. È quindi consuetudine fare una pausa per spezzare il ritmo ed evitare qualsiasi disgrazia si possa verificare. (utili per le pausa caffè o per chi fuma per le pause cicchini :-D )[/more]

Link di riferimento:
http://en.wikipedia.org/wiki/Sneeze
http://en.wikipedia.org/wiki/Responses_to_sneezing
http://kidshealth.org/kid/talk/qa/sneeze.html

Siamo Uomini o Animali? Breve Storia delle Metamorfosi Bestiali
Siamo Uomini o Animali? Breve Storia delle Metamorfosi Bestiali
POIS, Sindrome Post-Orgasmica
POIS, Sindrome Post-Orgasmica
Lo sbadiglio
Lo sbadiglio
Lo sbadiglio
Lo sbadiglio