Le cicogne si mangiavano i bimbi hobbit

12 anni fa

Qualche tempo fa nell’isola di Flores era stato scoperto un ominide di dimensioni ridotte, subito rinominato dai nerd di tutto il mondo come The Real Hobbit o con nominogoli simili. Se ne è parlato anche qui su LN.

Sempre nella stessa isola, e addirittura nella stessa caverna dove erano state rinvenute le ossa dell’ominide sono stati trovati i resti di una cicogna gigante. Ovviamente non è provato che tale uccello si cibasse di umani, ma non è da escludere che il volatile in questione, viste le rispettive dimensioni, possa aver predato qualche bimbo hobbit… anche perchè le due specie hanno abitato nella piccola isola nel medesimo periodo.

Articolo completo:
[spoiler]Il ritrovamento, come rende noto il quotidiano britannico The Independent, è avvenuto nella stessa isola dove sono stati trovati i resti dei cosiddetti «hobbit» o «homo floriensis», una popolazione di ominidi assai piccoli, che vissero nel luogo oltre 18 mila anni fa. La gigantesca cicogna, nota come Leptoptilos robustus, dall’alto del suo 1,82 metri e dei quasi 16 kg di peso, «torreggiava» sugli hobbit, che erano alti meno di un metro. Anche se non vi sono prove certe che questi uccelli cacciassero gli uomini, gli scienziati sono convinti che possano essersi nutriti degli «hobbit» più giovani e che avessero perso la loro capacità di volare. Le ossa sono state scoperte sul fondo della caverna di Liang Bua, la stessa dove sono stati trovati i resti dell’homo floriensis. Anche la datazione dei resti ha permesso di stabilire la contemporaneità tra gli hobbit e le cicogne giganti vissute tra 50.000 e i 20.000 anni fa. «All’inizio pensavo che si trattassero delle ossa di un grande rapace – racconta Hanneke Meijer, autore del ritrovamento – ma poi con mia grande sorpresa, ho realizzato che si trattava di una cicogna. Le ossa delle gambe infatti sono molto sottili, il che significa che deve aver vissuto la maggior parte del suo tempo a terra». Sull’isola, dove oltre agli «hobbit» non c’erano grandi mammiferi predatori, come lupi o grandi gatti, molte specie sono cresciute più grandi che in altri posti. Sono stati infatti trovati oltre ai resti delle cicogne anche quelli di topi giganti che vissero contemporaneamente agli uomini.[/spoiler]

Fonte Corriere.it, The Indipendent

San Casciano dei Bagni: 24 bronzi riemergono dal fango
San Casciano dei Bagni: 24 bronzi riemergono dal fango
Archeologia: un uovo intatto... di mille anni fa! #InPochiMinuti
Archeologia: un uovo intatto... di mille anni fa! #InPochiMinuti
Reperti di 2 milioni di anni fa raccontano come usavamo gli utensili
Reperti di 2 milioni di anni fa raccontano come usavamo gli utensili
Egitto: rinvenute 59 mummie risalenti a 2500 anni fa
Egitto: rinvenute 59 mummie risalenti a 2500 anni fa
Scorpioni giganti dominavano i mari dell'Australia
Scorpioni giganti dominavano i mari dell'Australia
Adalatherium: mammifero di 66 milioni di anni fa ricostruito in 3D
Adalatherium: mammifero di 66 milioni di anni fa ricostruito in 3D
Nabta Playa, osservatorio astronomico del Neolitico
Nabta Playa, osservatorio astronomico del Neolitico

Benvenuto

Continua in modo "Gratuito" Accetta i cookies per continuare a navigare con le pubblicità Informazioni su pubblicità e cookies nella nostra Informativa sulla Privacy
oppure, attiva un Abbonamento l'abbonamento ti permette di navigare senza tracciamenti Hai già un abbonamento? Accedi al tuo profilo

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque tincidunt est est, in vulputate nisi eleifend eu. Pellentesque at auctor mauris, sed vestibulum tortor. Sed ac lectus hendrerit, congue dui quis, rhoncus purus. Morbi vel ultrices ex. Vestibulum nec venenatis magna. Duis quis egestas lorem. Vivamus imperdiet purus sit amet convallis interdum. Vivamus orci erat, porttitor at aliquam et, ultrices ac sapien. Interdum et malesuada fames ac ante ipsum primis in faucibus. Cras orci mi, maximus sed suscipit ut, hendrerit ut augue. Duis enim augue, gravida et nisi nec, auctor pellentesque neque. Donec sollicitudin a dui non placerat. Integer eu scelerisque leo. Nulla facilisi. Aliquam in aliquam mauris. Suspendisse potenti. Donec efficitur leo id nunc imperdiet, ut pretium velit interdum. Aliquam eu sem et nisi pretium consequat. Ut at facilisis ex, in sollicitudin justo. Nunc maximus vulputate ipsum, non pharetra turpis luctus in. Suspendisse potenti. Nunc mattis est elit, nec varius risus blandit vestibulum. Proin id diam ac lacus dignissim finibus.