Matisyahu – The king without a crown

11 anni fa

Vi presento uno dei miei artisti preferiti!
Ideologie a parte (no flame pls!!!!) quest’uomo sta cercando di mettere pace tra popoli con la musica e con il cuore.
Megaquote da wikipedia (tanto in parte l’ho scritto io=)
La prima canzone si chiama “King without a crown” cliccate QUI per vedere il video originale
La seconda canzone si chiama “One day”, idem per quanto riguarda il video QUI

Vi consiglio caldamente di vedere i due video

« Non mi ritengo all’avanguardia, ma Dio mi ha investito di quest’incarico: portare pace e unità tra la gente, è questo lo scopo della mia musica »
(Matisyahu)
Matthew Paul Miller (in arte Matisyahu) (West Chester, 30 giugno 1979) è un cantante statunitense di musica reggae. Nato da una famiglia ortodossa, viene considerato l’inventore del connubio tra musica reggae e la cultura ebraica e alla Torah.
Il percorso umano di Matisyahu, unito a quello artistico, hanno forgiato uno stile originale ed inconfondibile. Appartenente ad una famiglia ebreo ortodossa, che si trasferì a White Plains (New York), dalla Pennsylvania, Matthew dovette affrontare le dure regole di una religione che non accettava e riteneva troppo costrittiva. I suoi genitori decisero di mandarlo alla scuola ebraica per prepararlo al proprio bar miztvah, scelta che peggiorò la situazione di Matthew che a 14 anni si avvicinò alla più liberale cultura hippie, iniziando una vita da sballato, trovandosi spesso sotto l’effetto di allucinogeni e altre droghe pesanti.
All’età di 16 anni, Matthew parte per il suo primo viaggio in Israele, esperienza molto significativa che risulterà fondamentale per l’artista, che si avvicina alla religione ebraica ortodossa fino a quando, nel 2001, non avviene la sua completa conversione sotto la guida di un rabbino Lubavicher conosciuto alla New School di Manhattan. Diviene un membro della comunità ultraortodossa Lubavitch (fondata dal rabbino Shneur Zalman di Liadi alla fine del 1700) e si trasferisce nel quartiere Crown Heights a Brooklyn, New York. Matthew trasforma il suo nome nella versione ebraica Matisyahu, che diventerà anche il suo nome d’arte, e si dedica allo studio della Torah e approfondisce le proprie conoscenze del mondo religioso ebraico, cominciando anche le prime esperienze musicali.
Matisyahu ha raccolto molti consensi dal mondo musicale, come dimostrano le vendite dei cd, ma ha dovuto affrontare anche molte critiche rivolte alle sue credenze. I suoi due ex manager e scopritori, Aaron Bisman e Jacob Harris (fondatori del marchio no profit Jdub), hanno attaccato la sua declamata magnanimità criticando il suo passaggio al colosso discografico Sony non appena il secondo album Youth ha cominciato a scalare le classifiche. Molti giornali statunitensi – New York Times, Boston Globe, Washington Post – lo hanno giudicato come un falso e di aver strumentalizzato la propria religione, e così hanno fatto anche molti membri delle comunità afroamericane che lo accusano di aver rubato di un genere che culturalmente non gli appartiene, nato da povertà e disperazione.

Altre canzoni
[spoiler]
Time of your song

Indestructible

Beatbox

[/spoiler]

The Wedding Singers
The Wedding Singers
Last.fm
Last.fm
Georges Brassens - Poeta, Attore, Cantante
Georges Brassens - Poeta, Attore, Cantante
The Music They Made
The Music They Made
Al "Bar della Rabbia" con Alessandro Mannarino
Al "Bar della Rabbia" con Alessandro Mannarino
Supertramp
Supertramp
Dolph Lundgren canta, suona e spacca!
Dolph Lundgren canta, suona e spacca!